Le azioni si aggiungono alla flessione ei mercati obbligazionari stanno pensando ai rischi per l’economia statunitense

  • Euro STOXX 600 0,6% in calo
  • Il mercato obbligazionario statunitense prevede sofferenza economica
  • Declino del rendimento a 10 anni del tesoro
  • I precedenti colloqui Ucraina-Russia hanno rafforzato le azioni
  • Giù Wall Street

NEW YORK, 30 marzo (Reuters) – I mercati azionari statunitensi ed europei sono crollati mercoledì mentre gli investitori hanno valutato i rischi economici e geopolitici, mentre il prezzo del petrolio è salito di oltre 2 dollari al barile a causa delle sanzioni russe.

Ha ottenuto guadagni da tre a quattro giorni consecutivi, più delle perdite subite quando la Russia ha invaso l’Ucraina cinque settimane fa. Gli investitori obbligazionari si sono chiesti se l’austerità della politica della Federal Reserve statunitense danneggerà la più grande economia mondiale nel lungo periodo.

Martedì, la parte principale della curva dei rendimenti degli Stati Uniti si è capovolta per un breve periodo, il che è ampiamente considerato un precursore della recessione, tuttavia si è ribaltata.

Iscriviti ora per l’accesso gratuito illimitato a Reuters.com

“Vediamo anche un quadro di forte crescita del trend rialzista delle azioni a medio termine, degli utili del primo trimestre più bassi e dell’espansione del credito più ristretta”, hanno affermato gli analisti di JPMorgan’s Global Market Strategy.

“Dall’inizio dei cicli di inasprimento della Fed, abbiamo assistito a una maggiore negatività intorno alla banca centrale, che storicamente si è dimostrata favorevole alle azioni, e all’allentamento delle politiche in Giappone e Cina”.

Pomeriggio a New York, ampio euro STOXX 600 (.STOXX) Perso lo 0,4%. Media industriale del Dow Jones (.DJI) S&P 500, in calo dello 0,13% (.SPX) È sceso dello 0,37% e il composto del Nasdaq (.IXIC) 0,39% in meno.

READ  L'annunciatore della MLB Jim Gott chiama l'asso degli Yankees Nestor Cortes "Nestor the Molester" in onda

Codice azionario globale MSCI (.MIWD00000PUS)Le azioni in 50 paesi sono scese dello 0,1%.

La curva dei rendimenti ampiamente osservata, che mostra la differenza tra i rendimenti dei Treasury statunitensi a due e a 10 anni, è tornata a quattro punti base mercoledì. Martedì si è capovolto brevemente a meno 0,03 di punto base per la prima volta da settembre 2019.

La diminuzione dei rendimenti a lungo termine al di sotto dei bassi rendimenti indica sfiducia nella crescita futura. Un calo del rendimento a 10 anni al di sotto dei tassi a 2 anni indica una recessione.

Sebastien Gale, senior macro strategist di Nordia Asset Management, ha affermato che il reddito fisso e i mercati azionari sono diversi. “I mercati azionari sono più ottimisti e i mercati a reddito stabile potrebbero essere più ottimisti”.

La recessione, che ha seguito un’inversione della curva del tesoro negli ultimi decenni, ha portato a una recessione nel giro di due anni, compreso il calo del 2020 causato dall’epidemia di COVID-19.

Codici benchmark a Francoforte (.GDAXI) E Parigi (.FCHI) Le azioni di Londra hanno perso rispettivamente l’1,5% e lo 0,74%. (.FTSE) La tendenza è stata aumentata dello 0,55%.

Curva dei rendimenti USA invertita

Un giorno dopo essere aumentati dello 0% per la prima volta dal 2014, i rendimenti obbligazionari a due anni della Germania sono aumentati di sei punti base allo 0,01%, tenendo d’occhio il massimo del giorno precedente.

Le azioni in Asia sono aumentate durante la notte a seguito della proposta dell’Ucraina di adottare una posizione neutrale martedì, un segno di progresso nei colloqui di pace faccia a faccia. Per saperne di più

Sul campo, gli attacchi sono continuati e l’Ucraina ha risposto con scetticismo alla promessa della Russia nei colloqui di ridurre le operazioni militari intorno a Kiev.

READ  Gli scienziati stanno coltivando piante nella terra lunare, la prossima tappa lunare

Ampio indice dell’MSCI delle azioni Asia-Pacifico al di fuori del Giappone (.MIAPJ0000PUS) È aumentato dell’1,36% in quasi un mese, con la maggior parte dei mercati azionari asiatici in territorio positivo.

Concentrati sul Giappone

Il benchmark decennale statunitense era del 2,3524% ed è salito al 2,557% lunedì, il più alto da aprile 2019 mentre i trader si preparano a rapidi aumenti dei tassi di interesse statunitensi.

L’aumento delle entrate statunitensi ha spinto i rendimenti dei titoli di stato giapponesi.

Mercoledì la Banca del Giappone ha intensificato gli sforzi per proteggere il suo limite di rendimento chiave, offrendo di aumentare gli acquisti di titoli di Stato lungo la curva, comprese le operazioni di mercato di emergenza non pianificate. Per saperne di più

Il divario crescente tra i rendimenti degli Stati Uniti e del Giappone ha indebolito notevolmente lo yen, ma mercoledì ha superato le perdite.

La valuta giapponese è salita dello 0,8% a 121,89 rispetto al dollaro da 124,3 lunedì, tra le preoccupazioni che i funzionari giapponesi possano agire per aumentare lo yen.

Altrove, l’euro è salito dello 0,6% a $ 1,1156, il livello più alto in quattro settimane, sostenuto dai colloqui di pace tra Russia e Ucraina.

Nelle materie prime, il prezzo del petrolio è salito sopra i 2 dollari a causa della scarsa offerta e della possibilità di aumentare le nuove sanzioni occidentali contro la Russia, nonostante i colloqui di pace di Mosca e Kiev.

I future sul greggio Brent LCOc1 sono aumentati di $ 2,45 o del 2,2% a $ 112,68, mentre il greggio statunitense è salito del 2,4% a $ 106,75 al barile.

L’oro spot è salito dello 0,7% a $ 1.933,03 l’oncia.

Report di Tom Wilson a Londra, Report aggiuntivo di Tara Ranasinghe e Alun John a Hong Kong A cura di Bernadette Pam, Mark Potter e Richard Song

I nostri standard: Principi di fiducia di Thomson Reuters.

We will be happy to hear your thoughts

Leave a reply