Le azioni di “crescita” non sono ancora economiche, avverte JPMorgan

I loghi di Facebook, Amazon, Netflix e Google appaiono in questa immagine composita dai file Reuters. / file immagine

Registrati ora per ottenere l’accesso illimitato e gratuito a Reuters.com

LONDRA (Reuters) – Gli analisti della banca d’investimenti statunitense JP Morgan hanno avvertito lunedì che le azioni “in crescita” dominate dalla tecnologia non sono ancora convenienti nonostante alcuni forti ribassi negli ultimi sei mesi.

I cosiddetti FAANG quest’anno hanno assistito a un’impennata nella contrazione dell’era COVID, con Facebook (.FB.O) In calo del 38%, Apple (AAPL.O) Sono scesi del 5,7%, Amazon dell’8,5%, Netflix e Google (GOOGL.O) rispettivamente del 35% e del 10%. (.NYFANG).

Gli analisti di JPMorgan stimano che, in media, le società tecnologiche senza scopo di lucro hanno perso il 30% del loro valore dal picco di settembre dello scorso anno, mentre le società fintech focalizzate su app e strumenti bancari high-tech sono scese del 40%.

Registrati ora per ottenere l’accesso illimitato e gratuito a Reuters.com

“Con l’indebolimento dei titoli di crescita ultimamente, sono fuori, ma non ancora esattamente a buon mercato”, hanno affermato gli analisti di JPMorgan in una nota ai clienti, aggiungendo che i titoli bancari e legati alle materie prime sono aumentati quest’anno grazie all’aumento dei prezzi del petrolio, dei metalli o degli interessi. I prezzi erano ancora “lontane dall’essere cari”.

La possibilità è che i guadagni dei settori “in crescita” potrebbero non essere più eccezionali, anche se il motore principale rimane il costo del finanziamento del mercato obbligazionario, che è aumentato quest’anno poiché le principali banche centrali hanno gettato le basi per rialzi dei tassi.

Anni di tassi record hanno alimentato l’impennata dei titoli tecnologici, ma quando questi tassi aumentano di nuovo, il fascino dei titoli tecnologici stratosferici diventa poco brillante per gli investitori, soprattutto se i loro percorsi di crescita vacillano.

READ  L'inflazione esplode in Germania e Spagna. Un anno fa ho iniziato a stampare denaro, NIRP, caos della catena di approvvigionamento. La guerra gettò benzina su un fuoco già furioso

“Riteniamo che i rendimenti obbligazionari continueranno a crescere durante l’anno”, ha affermato JPMorgan, riferendosi ai costi del mercato obbligazionario.

“I nostri analisti della strategia del reddito fisso prevedono che i rendimenti dei Treasury statunitensi a 10 anni raggiungano il 2,35% entro la fine di quest’anno e i rendimenti delle obbligazioni tedesche a 10 anni allo 0,5%”. I rendimenti dei Treasury sono ora all’1,92% e i rendimenti dei Bund tedeschi sono allo 0,2%.

Hanno anche affermato che l’escalation delle tensioni tra la Russia e le potenze occidentali sull’Ucraina non dovrebbe portare al ritorno dei grandi nomi della tecnologia, che si sono guadagnati la reputazione di rifugio sicuro durante la pandemia.

“Mentre la geopolitica potrebbe divampare fino alla fine del mese… non ci aspettiamo che questo continui e chiediamo la ripresa delle rischiose operazioni interne in primavera”.

Registrati ora per ottenere l’accesso illimitato e gratuito a Reuters.com

(Segnalazione di Mark Jones Montaggio di Alistair Bell)

I nostri criteri: Principi di fiducia di Thomson Reuters.

We will be happy to hear your thoughts

Leave a reply