Le azioni Amazon sono scese del 14% nel più grande calo di un giorno dal 2006

Anche il gigante tecnologico ad alta capitalizzazione Amazon non ha potuto sopportare i venti contrari macroeconomici che hanno messo a rischio le aziende statunitensi nell’ultimo trimestre.

Azioni Amazon (AMZN) è sceso del 14% venerdì, segnando il più grande calo intraday del colosso del commercio al dettaglio da luglio 2006, secondo i dati di Bloomberg.

La vendita segue un deludente rapporto sugli utili di Amazon che ha mostrato una perdita di quasi $ 4 miliardi nei tre mesi terminati il ​​31 marzo – la prima perdita trimestrale della società in sette anni – in gran parte attribuibile al suo investimento nel produttore di auto elettriche Rivian Motors.campagna), che ha visto le sue azioni scendere di oltre il 75% da quando è stata quotata in borsa alla fine dell’anno scorso.

Nello stesso trimestre dello scorso anno, Amazon ha registrato un profitto di 8,1 miliardi di dollari poiché la sua attività principale di vendita al dettaglio ha beneficiato di un aumento degli acquisti online legato alla pandemia.

Sul fronte dei ricavi, le vendite nette di Amazon hanno registrato il ritmo di crescita più lento in quasi due decenni, con un aumento del 7% a 116,4 miliardi di dollari, rispetto a una media del 44% nello stesso periodo dell’anno scorso.

“Amazon è ancora un gigante e nessuno può negarlo: 116 miliardi di dollari di vendite trimestrali sono una grande bestia”, ha detto in una e-mail Sophie Lund-Yates, principale analista azionario di Hargreaves Lansdowne. “Ma sfortunatamente, il mercato non è addormentato dal fatto che Amazon sta soffrendo gravemente a causa delle economie di scala”.

READ  ESCLUSIVO: le raffinerie di stato cinesi evitano nuove transazioni petrolifere russe, le teiere volano sotto il radar

La cosa più preoccupante per gli investitori è stata la prospettiva deludente per il trimestre in corso, che non ha soddisfatto le stime degli analisti. Amazon prevede un fatturato del secondo trimestre compreso tra $ 116 miliardi e $ 121 miliardi per il periodo che termina il 30 giugno, citando maggiori spese di trasporto legate a una catena di approvvigionamento in corso, pressioni inflazionistiche e aumento del costo del lavoro dovuto all’aumento dei dipendenti per soddisfare la crescente domanda di pandemia. Gli analisti di Bloomberg stavano cercando un fatturato netto di $ 125,01 miliardi, secondo i dati di consenso.

La società ha anche avvertito che la crescita dei ricavi potrebbe rallentare ulteriormente nel prossimo trimestre a un tasso compreso tra il 3% e il 7%.

“La pandemia e la successiva guerra in Ucraina hanno portato una crescita e sfide straordinarie”, ha affermato Andy Gacy, CEO di Amazon, in una nota. “Oggi, poiché non stiamo più inseguendo capacità fisiche o personale, i nostri team si concentrano esclusivamente sul miglioramento della produttività e dell’efficacia dei costi attraverso la nostra rete di evasione ordini”.

Un nastro trasportatore in rapido movimento sposta un pacco attraverso una macchina di scansione verso un camion di consegna durante le operazioni il Cyber ​​​​Monday presso l’Amazon Fulfillment Center di Robbinsville, New Jersey, USA, 29 novembre 2021. REUTERS/Mike Segar IMMAGINI TPX DELLA GIORNATA

Nonostante il trimestre difficile, gli analisti rimangono ottimisti sull’ambito di ripresa di Amazon.

“Ci sono stati molti aspetti negativi, ma ci sono stati punti positivi durante il trimestre”, John Blackledge, analista senior di Cowen Yahoo Finance Live venerdìcitando un rimbalzo dei tempi di consegna, facilitando la compensazione, e la fine della parte difficile del ciclo degli investimenti.

READ  Il rendimento del Tesoro a 10 anni è salito sopra il 2,6% dopo il discorso di Brainard

Gli analisti di Bank of America hanno anche notato che i costi di spedizione immediati sono già bassi, il che aiuterà con alcuni dei costi di inflazione che Amazon sostiene e che i livelli di personale potrebbero essere affrontati con logoramento e assunzioni limitate nella seconda metà del trimestre. Secondo BofA, inoltre, dovrebbero essere un vantaggio il supplemento carburante, l’inflazione del 5% recentemente annunciata da Amazon e il potenziale per il settore della vendita al dettaglio di aumentare i prezzi per riflettere l’aumento dei costi nel tempo.

Sebbene le vendite della società di cloud computing ad alto margine AWS siano state oscurate da risultati deludenti, c’è ancora spazio per l’ottimismo. La società ha dichiarato mercoledì che le vendite di AWS sono aumentate del 36,7% anno su anno a 18,44 miliardi di dollari.

“Amazon è ben attrezzata per resistere alla pressione dei costi con una maggiore efficienza rispetto alla maggior parte dei suoi colleghi (e un ampio pool di profitti AWS) e il settore della vendita al dettaglio alla fine sperimenterà costi più elevati per i consumatori”, ha affermato BofA in una nota di venerdì.

Alexandra Semenova è una giornalista di Yahoo Finance. Seguila su Twitter Incorpora il tweet

Leggi le ultime notizie finanziarie e commerciali da Yahoo Finance

Segui Yahoo Finanza su TwitterE InstagramE YoutubeE FacebookE FlipboardE LinkedIn

We will be happy to hear your thoughts

Leave a reply