L’amministratore delegato della Fed di Minneapolis afferma che l’inflazione è “estremamente preoccupante” e “diffondendosi” nell’economia

Il Banca della Riserva Federale L’amministratore delegato e presidente di Minneapolis Neil Kashkari ha affermato domenica che l’attuale stato di inflazione è “estremamente preoccupante” e “si sta diffondendo in modo più ampio in tutta l’economia”.

“È molto preoccupante. Continuiamo a ricevere letture dell’inflazione, nuovi dati in arrivo di recente come la scorsa settimana e siamo ancora sorpresi. È più alto di quanto ci aspettiamo”, ha detto Kashkari durante un’apparizione su “Face The Nation” della CBS. “Non sono solo alcune categorie. Si sta diffondendo più ampiamente in tutta l’economia ed è per questo che la Fed sta agendo così urgentemente per controllarla e riportarla giù”.

Kashgari ha sottolineato che mentre i salari stanno aumentando per molti americani, così sono i costi di beni e servizi, il che significa che i lavoratori stanno affrontando un “taglio salariale reale” a causa di L’inflazione sta crescendo molto velocemente. Ha affermato che l’inflazione salariale non sta accadendo e che il costo delle merci è in parte dovuto alle interruzioni nella catena di approvvigionamento, causate dalla pandemia e ora dalla guerra in Ucraina.

“Per la maggior parte degli americani, i loro salari stanno salendo, ma non stanno salendo così velocemente come l’inflazione, quindi i salari reali e i redditi reali della maggior parte degli americani stanno scendendo”, ha detto. “Stanno ottenendo una riduzione del salario reale perché l’inflazione sta crescendo molto velocemente. Voglio dire, di solito, pensiamo all’inflazione guidata dai salari in cui i salari crescono rapidamente e questo fa aumentare i prezzi in una spirale che si autoavvera – e questo non ha ‘ “è successo ancora. Prezzi e salari più alti stanno ora cercando di recuperare il ritardo con quei prezzi. “Questi prezzi alti sono ora guidati dalle catene di approvvigionamento e dalla guerra in Ucraina, tra gli altri fattori. Quindi dobbiamo riequilibrare l’economia prima che questo diventi davvero una storia di inflazione guidata dai salari”.

READ  La Saudi Electricity Company assegna gli ingegneri di Twilio all'insider trading

Powell giura che la Fed è “particolarmente concentrata” sulla lotta all’inflazione

Il 29 marzo 2019, a New York, il presidente della Minneapolis Federal Reserve Neil Kashkari visita “Maria Bartiromo di Wall Street” ai Fox Business Network Studios. (John Lambarsky/Getty Images/Getty Images)

Riferendosi ai recenti risultati dell’Economic Cost Index, ha sottolineato che per gli americani è positivo guadagnare di più, ma la Federal Reserve non vede l’ora che la catena di approvvigionamento si adegui a prezzi più bassi.

“Solo al suo livello più elementare, l’inflazione si verifica quando la domanda supera l’offerta. Sappiamo che l’offerta è bassa a causa delle catene di approvvigionamento, a causa della guerra in Ucraina, a causa del COVID. Speravamo che l’offerta fosse online più rapidamente. Non è successo “Non succederà”, ha detto Kashkuri. Abbassa la domanda in bilico. Ora, spero che riceveremo un aiuto dal lato dell’offerta, ma ciò non cambia il fatto che la Fed ha il suo lavoro e ci impegniamo a farlo lui-lei”.

“Non possiamo aspettare che l’offerta guarisca completamente. Dobbiamo fare la nostra parte nella politica monetaria”, ha aggiunto.

Kashkari ha sostenuto che il nuovo disegno di legge è stato presentato dai senatori Chuck Schumer, DNY, e Joe Manchin, DW. Virginia, doppiata Legge sulla riduzione dell’inflazione “Non avrà un impatto significativo sull’inflazione” per i prossimi anni e il compito della Fed sarà quello di adeguare le politiche monetarie per ridurla.

“A breve termine, gli effetti collaterali della domanda hanno influito completamente sugli effetti collaterali dell’offerta. E quindi, quando guardo un disegno di legge che è stato considerato e discusso dai senatori, penso che per i prossimi due anni non lo farà hanno un grande impatto sull’inflazione”. “Non influenzerà il modo in cui analizzerò l’inflazione nei prossimi anni. Penso che potrebbe avere qualche impatto a lungo termine, ma nel breve termine abbiamo una grave discrepanza tra domanda e offerta, e dipende davvero dalla Fed essere in grado di abbassare tale domanda”.

La Casa Bianca ha ripetutamente rifiutato di riconoscere L’economia americana è in recessione Stava discutendo la definizione del termine. Domenica, Kashkari ha affermato che l’inflazione è così grave che non importa se usiamo il termine stagnazione o meno, e occorre lavorare seriamente per affrontarla.

Porta la tua attività FOX in movimento facendo clic qui

“Fondamentalmente, sembra che il mercato del lavoro sia molto forte mentre il PIL e la quantità che l’economia produce sembra in contrazione. Quindi, stiamo ricevendo segnali contrastanti dall’economia. Dal mio punto di vista, in termini di controllo dell’inflazione e se siamo tecnicamente in recessione o meno non cambia la mia analisi”. “Mi concentro sui dati sull’inflazione. Mi concentro sui dati sui salari. Finora, l’inflazione continua a sorprenderci al rialzo. I salari continuano a crescere. Finora, il mercato del lavoro è molto forte. E questo significa se siamo tecnicamente in una recessione Oppure no, questo non cambia il fatto che la Fed ha un lavoro da fare”.

“Siamo molto lontani dal realizzare un’economia che è tornata a un tasso di inflazione del 2%. Ed è qui che dobbiamo arrivare”, ha aggiunto Kashkari.

READ  Elon Musk ospita AMA Town Hall su Twitter

We will be happy to hear your thoughts

Leave a reply