L’American Capitol Rebellion Committee ha citato in giudizio un consigliere della Casa Bianca sotto Trump

Washington, 29 giugno (Reuters) – gen. Mercoledì, la Commissione d’inchiesta del Congresso sull’attacco alla capitale degli Stati Uniti, 6, 2021, ha annunciato mercoledì di aver convocato l’avvocato della Casa Bianca dell’ex presidente Donald Trump, Pat Cipolon, per testimoniare sulle attività di Trump quel giorno. Mischia.

Martedì, a seguito della drammatica testimonianza pubblica di un ex aiutante della Casa Bianca, è stata intentata una causa contro Sipolon, che ha detto alla giuria che Sipolon aveva avvertito che avrebbe affrontato “ogni crimine immaginabile” se Trump fosse andato in Campidoglio il 6 gennaio. Discorso al raduno di volo termico ai suoi sostenitori.

“L’indagine del comitato ristretto ha rivelato prove che il signor Cipolone ha ripetutamente sollevato preoccupazioni legali e di altro tipo sulle attività del presidente Trump prima del 6 gennaio”, ha affermato la giuria in una nota.

Iscriviti ora per l’accesso gratuito illimitato a Reuters.com

“Se il signor Cipolon ha qualche preoccupazione sui privilegi istituzionali della posizione che ha ricoperto in precedenza, la sua testimonianza è più che necessaria”, ha affermato la giuria.

Cipollone non è stato subito disponibile per un commento.

Cassidy Hutchinson, un aiutante del capo dello staff della Casa Bianca di Trump, Mark Meadows, ha detto al comitato martedì che Trump voleva lasciare la manifestazione per il Campidoglio e che il volante del SUV corazzato del presidente era uno dei preferiti quando i servizi segreti lo hanno appreso . Non portarlo in Campidoglio, dove migliaia di suoi sostenitori si sono ribellati.

“Saremo ritenuti responsabili per ogni crimine che possiamo immaginare”, ha detto Hutchinson, aggiungendo che il 6 gennaio Sipolon si è chiesto se Trump dovesse andare in Campidoglio.

READ  Microsoft sorprende oggi con la prima versione multiplayer di Hollow Infinite

“Dobbiamo assicurarci che ciò non accada, è un’idea molto spaventosa per noi.

Ma un’indagine di mercoledì solleva interrogativi su quali misure siano state prese per confermare il racconto di Hutchinson secondo cui Trump ha combattuto con agenti dei servizi segreti.

Hutchinson ha testimoniato che l’alto funzionario dei servizi segreti Tony Arnado gli ha detto di aver litigato con gli agenti dopo che Trump, un repubblicano, ha tenuto un discorso feroce ai suoi sostenitori fuori dalla Casa Bianca quella mattina. Al democratico Joe Biden. leggi di più

I media statunitensi, citando fonti dei servizi segreti, hanno affermato che Robert Engel, capo della divisione di sicurezza di Trump, e l’autista dell’auto erano pronti a contestare la testimonianza di Hutchinson secondo cui Trump stava cercando di afferrare il volante.

Né Anglo né l’autista hanno rilasciato dichiarazioni pubbliche mercoledì. Martedì Trump ha negato di aver preso il volante.

Il 6 gennaio, un collaboratore della delegazione statunitense ha rifiutato di rispondere alle domande sul fatto che la giuria avesse già intervistato agenti dei servizi segreti o altri funzionari direttamente a conoscenza dell’incidente descritto da Hutchinson.

“La sig.ra Hutchinson sostiene tutta la testimonianza che ha rilasciato ieri al comitato ristretto che indaga sull’attacco del 6 gennaio al Campidoglio degli Stati Uniti”, hanno affermato i suoi avvocati Jodi Hunt e William Jordan in una dichiarazione alla fine di mercoledì.

Il portavoce dei servizi segreti Anthony Guglielmi ha dichiarato mercoledì che la commissione non aveva cercato di confermare i dettagli della testimonianza di Hutchinson 10 giorni prima del processo, che era stato pianificato “insolitamente rapidamente”. Martedì ha affermato in una dichiarazione che stava collaborando con i servizi segreti.

READ  Almeno 31 migranti sono morti e molti altri sono dispersi dopo il ribaltamento di una barca al largo delle coste francesi

Guglielmi non ha risposto immediatamente alle domande sul significato dei 10 giorni o se il panel avesse precedentemente contattato l’agenzia per discutere del comportamento di Trump il 6 gennaio.

La rivolta è stata un tentativo di soffocare il Congresso, guidato dal vicepresidente Mike Pence, dalla certificazione dell’elezione di Biden.

“Se i servizi segreti negano le accuse secondo cui il presidente Trump ha attaccato i funzionari, la storia passa attraverso voci che non hanno davvero funzionato”, ha detto mercoledì il senatore repubblicano Lindsay Graham. “Il comitato, con un piccolo sforzo, può aver raccontato l’altro lato della storia, ma non l’ha scelto perché gli piacciono i titoli sensazionali”.

Il comitato del 6 gennaio, composto da nove membri, comprende sette democratici e due repubblicani.

I sostenitori di Trump non hanno contestato altre rivelazioni nella testimonianza di Hutchinson. Ciò include la conoscenza di Trump – e persino la sua approvazione – che non ha scrupoli riguardo ai suoi sostenitori che marciano pesantemente a Washington il 6 gennaio e ai ribelli che costringono Pence all’impiccagione.

Hutchinson ha testimoniato che Trump era noto per le sue rabbiose esplosioni alla Casa Bianca, lasciando il cibo schizzato sui muri e sugli utensili.

Mercoledì, l’avvocato della Virginia “Ginny” Thomas, moglie del giudice della Corte Suprema degli Stati Uniti Clarence Thomas, ha chiesto alla giuria una migliore “giustificazione” per ottenere prove da lei.

All’inizio di questo mese, Thomas ha detto al Daily Caller di essere interessato a “chiarire idee sbagliate” sul suo attivismo nei circoli politici conservatori e sulla sua partecipazione alla manifestazione di Trump del 6 gennaio. leggi di più

Hutchinson, l’ex vice di Meadows, è ora un appuntamento fisso tra il personale della Casa Bianca negli ultimi mesi del 26 maggio 2020, spesso volando a bordo di una nave dell’Air Force One, con personale cordiale e con i dettagli dei servizi segreti di Trump. Il suo ufficio era a 10 secondi a piedi dallo Studio Ovale del Presidente.

Relazione di Richard Cowan; Rapporti aggiuntivi di Rami Ayub, Eric Beach, Steve Holland, Toina Siaku e Rose Horovich; Montaggio di Scott Malone, Mary Milligan, Howard Koller e Leslie Adler

I nostri standard: Principi di fiducia di Thomson Reuters.

We will be happy to hear your thoughts

Leave a reply