L’agenzia statunitense aggiorna la sonda di sicurezza del pilota automatico di Tesla, un passaggio prima di un possibile richiamo

La National Highway Traffic Safety Administration (NHTSA) ha dichiarato giovedì che sta aggiornando la sua sonda a 830.000 veicoli Tesla. (TSLA.O) Veicoli dotati di un avanzato sistema di assistenza alla guida con pilota automatico, passaggio obbligato prima di poter richiedere un richiamo.

L’Agenzia per la sicurezza dell’auto ad agosto ha aperto una valutazione preliminare per valutare le prestazioni del sistema in 765.000 veicoli dopo circa una dozzina di incidenti in cui i veicoli Tesla si sono scontrati con arresti di emergenza e Giovedì detto Sono stati identificati altri sei incidenti.

NHTSA sta aggiornando la sua sonda all’analisi ingegneristica, cosa che dovrebbe fare prima di richiedere un richiamo, se necessario.

Registrati ora per ottenere l’accesso illimitato e gratuito a Reuters.com

L’Automotive Safety Regulator sta esaminando se le auto Tesla meritino adeguatamente l’attenzione dei conducenti. L’agenzia ha aggiunto prove che indicano che i conducenti nella maggior parte degli incidenti in esame hanno rispettato la strategia di allerta di Tesla che cerca di attirare l’attenzione del conducente, sollevando dubbi sulla sua efficacia.

Nel 2020 è stato rilasciato Ente nazionale per la sicurezza dei trasporti Tesla ha criticato il “monitoraggio inefficace della partecipazione dei conducenti” dopo l’incidente mortale del pilota automatico del 2018 e ha affermato che l’NHTSA ha fornito “piccola supervisione”.

ha detto NHTSAaggiornamento È “estendere l’analisi delle collisioni esistente, valutare set di dati aggiuntivi, eseguire valutazioni del veicolo ed esplorare il grado in cui il pilota automatico e i sistemi Tesla associati possono esacerbare i fattori umani o i rischi per la sicurezza comportamentale minando l’efficacia della supervisione del conducente”.

READ  Le compagnie aeree stanno affrontando importanti sfide di cambio prenotazione quest'estate

Tesla, che ha sciolto i suoi uffici stampa, non ha risposto a una richiesta di commento.

NHTSA ha dichiarato di aver riportato 16 incidenti, tra cui sette feriti e un decesso, che hanno coinvolto veicoli Tesla con pilota automatico che si sono scontrati con veicoli fermi di primo intervento e veicoli per la manutenzione stradale.

Il senatore democratico Ed Markey ha elogiato la promozione NHTSA. “Ogni giorno in cui Tesla ignora le regole di sicurezza e fuorvia il pubblico sul suo sistema di ‘pilota automatico’, le nostre strade diventano più pericolose”, ha scritto su Twitter.

L’NHTSA ha affermato che la sua analisi ha indicato che gli avvisi di collisione in avanti sono stati attivati ​​​​nella maggior parte degli incidenti appena prima di una collisione e che la frenata automatica post-emergenza è stata coinvolta in quasi la metà di tutti gli incidenti.

“In media in questi incidenti, il pilota automatico interrompe il controllo del veicolo meno di un secondo prima del primo impatto”, ha aggiunto l’agenzia.

L’NHTSA ha osservato che “se era disponibile il video dell’incidente, l’approccio alla vista del primo soccorritore era visibile al conducente una media di 8 secondi prima dell’impatto”.

L’agenzia ha anche esaminato 106 incidenti segnalati con il pilota automatico e ha affermato, in quasi la metà, “c’erano indicazioni che il conducente non stesse rispondendo adeguatamente alle esigenze dell’attività di guida dinamica”.

“L’uso o l’uso improprio da parte del conducente dei componenti del veicolo, o il funzionamento non intenzionale del veicolo, non prevengono necessariamente un malfunzionamento del sistema”, ha affermato l’agenzia.

L’NHTSA ha anche scoperto che in circa un quarto dei suoi 106 incidenti, il fattore di incidente principale sembra essere correlato al funzionamento del sistema poiché Tesla afferma che potrebbero esistere restrizioni in luoghi come strade diverse dalle autostrade con accesso limitato o mentre si è in visibilità ambienti che includono fattori come pioggia o neve o ghiaccio.

READ  Standard & Poor's declassa il rating della Russia a spazzatura, Moody's emette un avviso di spam

Tesla dice il pilota automatico Consente ai veicoli di frenare e sterzare automaticamente all’interno delle loro corsie, ma non li rende in grado di guidare da soli.

Un portavoce dell’NHTSA ha affermato che le funzionalità avanzate di assistenza alla guida possono migliorare la sicurezza “aiutando i conducenti a evitare le collisioni e mitigare gli incidenti che si verificano, ma come con tutta la tecnologia e le attrezzature delle auto, i conducenti devono usarle in modo corretto e responsabile”.

La scorsa settimana, NHTSA Ha detto di aver chiesto a Tesla di rispondere alle domande entro il 20 giugno dopo aver ricevuto 758 segnalazioni di attivazione imprevista del freno legate al pilota automatico nella sua indagine separata su 416.000 auto più recenti.

Separatamente, NHTSA 35 ha aperto un’indagine speciale sugli incidenti automobilistici di Tesla, in cui sospettava l’uso del pilota automatico o altri sistemi avanzati, inclusi 14 decessi segnalati dal 2016, incluso un incidente che ne ha uccisi tre il mese scorso in California.

NHTSA ha richiesto dozzine di altre case automobilistiche tra cui General Motors (GM.N) Toyota Motor Corporation (7203.T) e Volkswagen (VOWG_p.DE) Per rispondere a domande su “strategie di coinvolgimento e attenzione del conducente” utilizzando i sistemi di assistenza alla guida” durante un test Tesla, ma non ha fornito risposte.

Registrati ora per ottenere l’accesso illimitato e gratuito a Reuters.com

Notizie di David Shepardson. Montaggio di Bill Bercrot, Bernadette Bohm e Chizu Nomiyama

I nostri criteri: Principi di fiducia di Thomson Reuters.

We will be happy to hear your thoughts

Leave a reply