La sterlina britannica è scesa al livello più basso rispetto al dollaro

Il calo è arrivato all’apertura delle contrattazioni in Asia e Australia lunedì, estendendo il calo del 2,6% rispetto a venerdì e stimolando le aspettative che la sterlina potrebbe scendere alla parità con il dollaro USA nei prossimi mesi.

Il Calo senza precedenti dei tassi di cambio Dopo l’annuncio di venerdì del Segretario al Tesoro del Regno Unito Kwasi Quarting che il Regno Unito imporrà i suoi maggiori tagli alle tasse degli ultimi 50 anni e allo stesso tempo aumenta la spesa.

Le nuove misure fiscali per tagliare le tasse, che includono la demolizione dei piani per aumentare le tasse sulle società e l’abbassamento dei bonus massimi per i banchieri, sono state criticate come “economia soffocante” dal partito laburista di opposizione e persino dai membri del partito conservatore del cancelliere. Cerimonia.

L’ex cancelliere conservatore Lord Ken Clark ha criticato domenica i tagli alle tasse, dicendo che potrebbero portare a un crollo della sterlina.

“Temo che questo sia qualcosa che di solito viene provato nei paesi dell’America Latina senza successo”, ha detto Clark in un’intervista alla radio della BBC.

La sterlina britannica ha risentito di una serie di dati economici deboli, ma anche del forte rialzo del dollaro USA, che è un investimento sicuro che vede afflussi in tempi di incertezza.

L’euro ha anche raggiunto il minimo da 20 anni di 0,964 per dollaro.

Ma le prospettive economiche del Regno Unito indicano che la sterlina sta soffrendo di più, di fronte a una disastrosa crisi energetica e alla più alta inflazione tra i paesi del G7.

Il precedente minimo record della sterlina britannica rispetto al dollaro USA è stato 37 anni fa, il 25 febbraio 1985, quando una sterlina era pari a $ 1,054.

READ  Il super tifone Hinnamnor dell'Oceano Pacifico diventa la tempesta più forte del 2022

“Se c’è un’escalation della guerra in Ucraina … vedremo un ulteriore forte calo della sterlina e dell’euro”, ha affermato Clifford Bennett, capo economista di ACC Securities, un broker australiano.

“La crisi che sta attraversando tutta l’Europa in questo momento non deve essere sottovalutata e la sterlina è molto più debole della maggior parte degli altri paesi”, ha affermato.

Il dollaro è un grande grande truffatore al momento.  Ecco cosa significa per te

I mercati asiatici e le valute stanno crollando

Il rally del dollaro USA ha anche trascinato al ribasso le principali valute asiatiche lunedì.

Lo yuan cinese è sceso dello 0,5% nel mercato interno al livello più basso da oltre 28 mesi. Lo yuan offshore è sceso dello 0,4%.

Il rapido declino ha spinto la People’s Bank of China a farlo A partire da mercoledì è stata imposta una riserva di rischio del 20% sulle vendite a termine in valuta estera delle banche ai clienti. La mossa renderà più costoso per i trader acquistare valute estere tramite derivati, il che potrebbe rallentare il declino dello yuan.

Altrove nella regione, lo yen giapponese è sceso dello 0,6% rispetto al dollaro a 144. Giovedì scorso la Banca del Giappone intervenuto nel mercato valutario Per la prima volta dal 1998 a sostenere lo yen. Yen ha rimbalzato un po’ dopo l’intervento, ma ha ripreso rapidamente a scivolare.

Anche il won coreano è sceso dell’1,6% lunedì contro il dollaro, scendendo al di sotto del livello di 1.420 per la prima volta dal 2009.

L'inflazione è un problema globale.  Ecco come se la cavano le banche centrali
I mercati azionari della regione sono stati in fermento lunedì, dopo le azioni statunitensi esaurito venerdì Con i timori di recessione in aumento.
Corea del Sud Cosby (Cosby) in calo del 2,7%, il Giappone Nikkei 225 (N225) È sceso del 2,4% e l’indice S&P/ASX 200 australiano è sceso dell’1,4%. Cina Indice composito di Shanghai (Schcombe) È diminuito dello 0,1%.

“Il sentimento di rischio è stato duramente colpito dalle ultime azioni e linee guida della Fed”, hanno affermato lunedì gli analisti di DBS in un rapporto di ricerca.

La Federal Reserve mercoledì Approvato il terzo rialzo consecutivo di 75 punti base In un passo deciso per affrontare la grave inflazione di cui soffre l’economia statunitense.

Anche senza l’azione della Fed, hanno affermato gli analisti della DBS, l’Europa sta osservando una crisi a causa della guerra in Ucraina e la Cina sta osservando “dinamiche di crescita significativamente deboli” a causa di una varietà di fattori interni.

READ  Macron schiva i pomodori nel turno post-elettorale | Francia

“Oltre al forte calo della liquidità in dollari USA e al forte aumento dei tassi di interesse statunitensi, le prospettive economiche globali sembrano particolarmente precarie”, hanno aggiunto.

We will be happy to hear your thoughts

Leave a reply