La sonda Curiosity della NASA porta alla luce precedenti prove dell’acqua antica

Il rover Curiosity Mars della NASA ha catturato questa vista di rocce stratificate e croccanti che si ritiene si siano formate in un antico ruscello o in un piccolo stagno.

Negli ultimi dieci anni, la sonda Curiosity ha viaggiato attraverso il terreno di Marte in cerca di prove Il passato del pianeta potenzialmente abitabile. Di recente, il robot delle dimensioni di un’auto si è spostato attraverso una zona di transizione, spostandosi da un’area che in precedenza potrebbe aver ospitato laghi di superficie a un’area indicativa di condizioni più asciutte sul Pianeta Rosso.

Agenzia della NASA Curiosità in roaming Ha preso atto del cambiamento nel paesaggio più in alto sulla vetta del Monte Marte, che il robot sta scalando dal 2014. Il Monte Sharp, alto 5 chilometri, è la vetta centrale del Martian Gale Crater, il rover che esplora antiche tracce d’acqua. Alla base del monte Sharp, Curiosity ha raccolto testimonianze di minerali argillosi Si è formato dai laghi e dai torrenti che scorrevano attraverso il cratere Gale. Ma in alto sulla montagna, quei ruscelli sembrano essersi prosciugati in gocce e dune di sabbia che si sono formate sui sedimenti lacustri.

Questa cosiddetta zona di transizione è caratterizzata dalla trasformazione da una regione ricca di fango a una ricca di solfato minerale salato, e potrebbe indicare un importante cambiamento nel clima marziano avvenuto miliardi di anni fa. Maggiore è la curiosità rilevata sul Monte Sharp, meno fango e più solfati. Curiosity inizierà presto a perforare l’ultimo campione di roccia raccolto nella zona di transizione nella speranza di saperne di più sul cambiamento nella composizione minerale delle rocce in quella zona.

“Non vediamo più i sedimenti lacustri che abbiamo visto anni fa in basso sul Monte Sharp”, ha affermato Ashwin Vasavada, scienziato del progetto Curiosity presso il Jet Propulsion Laboratory della NASA. nuova versione. Invece, vediamo molte prove di climi più secchi, come le dune di sabbia secca che a volte erano roteate da ruscelli. Questo è un grande cambiamento rispetto ai laghi che duravano milioni di anni prima”.

Il rover Curiosity ha catturato questa immagine panoramica della regione contenente solfati su Marte.

Il rover Curiosity ha catturato questa immagine panoramica della regione contenente solfati su Marte.
immagine: NASA/JPL-Caltech/MSSS

L’area che Curiosity sta attualmente esplorando include anche colline che potrebbero essersi formate in condizioni asciutte e quelle colline sono caratterizzate da grandi dune di sabbia spazzate dal vento che probabilmente si induriranno in roccia nel tempo, secondo la NASA. Nel frattempo, il rover ha anche trovato prove di sedimenti trasportati dalle correnti d’acqua attraverso le dune di sabbia. Questi depositi ora appaiono come strati sovrapposti di roccia dall’aspetto squamoso.

Sebbene oggi Marte sia un pianeta secco e arido, gli scienziati credono che lo sia Potrebbe essere stato un tempo abitabile, ospitando laghi e altri specchi d’acqua sulla sua superficie. all’inizio della sua storia, Marte in qualche modo ha perso parte della sua atmosfera e la sua acqua si è prosciugata. Diverso robotica Le missioni, della NASA e di altre agenzie spaziali, hanno lavorato per ricostruire questa antica storia. L’ultimo rover su Marte, il Perseverance, è atterrato sul pianeta nel febbraio 2021 ed è stato Alla ricerca di microfossili—Una prova conservata per l’antica vita microbica.

Perché ha quasi 10 anni Anniversario su Marte, Curiosity inizia a mostrare alcuni segni del tempo. Il 7 giugno, Curiosity è entrato in modalità spaventosa quando la lettura della temperatura ha mostrato temperature più calde del normale, secondo la NASA. Il rover è tornato in azione due giorni dopo, ma gli ingegneri della NASA stanno ancora esaminando la causa del problema, sperando che non influisca sulle operazioni del rover mentre scala la vetta di una nuova era nella storia di Marte.

READ  Il suolo lunare può essere utilizzato per generare ossigeno e carburante per gli astronauti sulla luna

We will be happy to hear your thoughts

Leave a reply