La Russia afferma che l’idea del G7 e dell’UE di utilizzare le riserve congelate per aiutare l’Ucraina sta “rubando”

Segnaposto durante il caricamento delle azioni dell’articolo

Il Cremlino ha descritto la proposta di utilizzare le riserve estere congelate della Russia per finanziare la ricostruzione dell’Ucraina come “un vero e proprio furto”, dopo che il ministro delle finanze tedesco ha affermato corrispondenti Una mossa simile è in discussione tra il G7 e i membri dell’UE.

Il portavoce del Cremlino Dmitry Peskov ha dichiarato martedì che la Russia non era stata informata di alcun piano per confiscare i suoi beni. Reuters. Peskov ha aggiunto che ciò sarebbe “illegale e palese” e provocherebbe una “risposta adeguata” da Mosca.

La Germania ospiterà questa settimana una riunione dei ministri delle finanze del G7 e il capo delle finanze di Berlino, Christian Lindner, ha detto a quattro testate giornalistiche europee di essere pronto a considerare la confisca dei beni della Banca centrale russa. Ma ha avvertito che la confisca dei beni di cittadini comuni, come un oligarca russo, potrebbe essere più complicata dal punto di vista legale.

Il ministro degli Esteri ucraino Dmytro Kuleba ha affermato, in un video su Facebook pubblicato nel fine settimana, che l’idea di trasferire i beni russi confiscati a Kiev stava guadagnando slancio all’interno del G7, un raggruppamento di potenze economiche.

“Si tratta letteralmente di centinaia di miliardi di euro”, ha detto.

L’Occidente prende di mira le riserve della Banca centrale russa, minacciando un duro colpo per l’economia

La Russia ha accumulato le sue riserve a livello nazionale e nei paesi amici dopo l’annessione della Crimea nel 2014, ma il suo ministro delle finanze ha affermato che Mosca ha perso l’accesso a poco meno della metà dei suoi 640 miliardi di dollari di riserve estere. La sua capacità di utilizzare questi fondi è stata rapidamente interrotta nell’ambito di un programma di sanzioni internazionali dopo l’invasione dell’Ucraina del 24 febbraio.

READ  Casi Covid-19, test e novità Omicron: aggiornamenti in tempo reale

L’incapacità di Mosca di utilizzare la sua moneta estera ha creato sfide per la sua banca centrale, che ha imposto controlli sui capitali per prevenire una corsa al rublo russo. (Recentemente ha allentato alcune restrizioni sui trasferimenti di valuta estera.)

come un’invasione distrugge l’economia ucrainaStanno crescendo le richieste di utilizzare i beni russi congelati per aiutare a ricostruire Kiev. Il mese scorso, presidente Biden Propongo di consentire a Washington di liquidare i beni Gli oligarchi russi donano il ricavato all’Ucraina. Il segretario di Stato Anthony Blinken ha dichiarato ai legislatori ad aprile che l’amministrazione Biden stava anche valutando come utilizzare legalmente i fondi statali russi congelati negli Stati Uniti per ricostruire l’Ucraina.

Ma queste proposte hanno sollevato preoccupazioni tra alcuni Esperti di diritto internazionaleche ha avvertito che l’amministrazione non poteva stanziare denaro russo perché il Cremlino non ha attaccato direttamente gli Stati Uniti. Difensori delle libertà civili Dice anche che i diritti del giusto processo possono essere violati se le persone prese di mira non possono contestare la confisca in tribunale.

Gli Stati Uniti hanno sequestrato beni esteri congelati in passato, sebbene l’invio di denaro per l’utilizzo di un paese terzo sia insolito. L’amministrazione Trump ha messo a disposizione i beni venezuelani congelati a una figura dell’opposizione che Washington ha riconosciuto come il leader legittimo del paese, mentre l’amministrazione di George W. Bush Sequestro di fondi iracheni per finanziare la ricostruzione Dopo la caduta del regime di Saddam Hussein. Lo ha fatto anche la Suprema Corte Ammesse le vittime americane del terrorismo Per ottenere l’accesso ai fondi statali iraniani congelati.

READ  Generale USA: non c'è bisogno di aggiungere forze di terra in Svezia e Finlandia

Di recente, Biden annunciare A febbraio prevedeva di stanziare 3,5 miliardi di dollari di riserve afghane congelate per aiuti umanitari e di altro tipo in Afghanistan. Altri 3,5 miliardi di dollari andranno alle famiglie delle vittime dell’11 settembre che hanno rivendicazioni legali contro i talebani.

Karen Deong e Annabelle Chapman hanno contribuito a questo rapporto.

We will be happy to hear your thoughts

Leave a reply