La Russia accusa gli Stati Uniti di un ruolo diretto nella guerra in Ucraina, navi di grano attraccate al largo delle coste turche

  • Il funzionario afferma che l’Ucraina si sta consultando con gli Stati Uniti sull’uso dei bombardieri HIMARS
  • La sospensione spinge il Cremlino ad accusare gli Stati Uniti di coinvolgimento diretto
  • La prima nave ucraina per l’esportazione di grano in tempo di guerra arriva nel Bosforo
  • Le sanzioni statunitensi prendono di mira l’ex ginnasta olimpica vista come vicina a Putin

ISTANBUL/LONDRA (Reuters) – Martedì la Russia ha accusato gli Stati Uniti di coinvolgimento diretto nella guerra in Ucraina, poiché la prima nave che trasporta grano ucraino sui mercati globali da quando ha conquistato Mosca è attraccata al sicuro al largo delle coste turche dopo un viaggio senza problemi.

La Russia ha detto che stava rispondendo ai commenti di Vadim Skipetsky, vice capo dell’intelligence militare ucraina, sul modo in cui Kiev ha utilizzato i lanciatori HIMARS (High Mobility Artillery System) di fabbricazione statunitense forniti in base a quelle che ha descritto come eccellenti immagini satellitari in tempo reale . Informazione.

Skipetsky ha detto al quotidiano britannico Telegraph che c’erano state consultazioni tra i funzionari dell’intelligence statunitense e ucraina prima degli attacchi e che Washington aveva un potere di veto effettivo sugli obiettivi previsti, anche se ha affermato che i funzionari statunitensi non avevano fornito informazioni dirette sul bersaglio.

Registrati ora per ottenere l’accesso illimitato e gratuito a Reuters.com

Il ministero della Difesa russo, guidato da uno stretto alleato del presidente Vladimir Putin, ha affermato che l’intervista ha mostrato che Washington era coinvolta nel conflitto nonostante le ripetute assicurazioni che stava limitando il suo ruolo alle forniture di armi perché non voleva uno scontro diretto con Mosca. Leggi di più

“Tutto ciò prova innegabilmente che Washington, contrariamente alle accuse della Casa Bianca e del Pentagono, è direttamente coinvolta nel conflitto in Ucraina”, ha affermato il ministero della Difesa russo in una nota.

READ  Momento terrificante, un'enorme grandinata ha fracassato il finestrino di un'auto in Canada mentre le persone si affrettavano a mettersi al riparo all'interno.

“L’amministrazione Biden è direttamente responsabile di tutti gli attacchi missilistici approvati da Kiev contro aree residenziali e infrastrutture civili nelle aree popolate del Donbass e in altre aree, che hanno provocato significative vittime civili”.

Non vi è stata alcuna reazione immediata da parte della Casa Bianca o del Pentagono alle affermazioni del dipartimento.

Il Pentagono, tuttavia, ha negato le accuse di Mosca secondo cui la Russia avrebbe distrutto sei sistemi Hemars di fabbricazione statunitense dall’inizio della guerra in Ucraina il 24 febbraio. La Russia afferma regolarmente di aver colpito l’HIMARS ma non ha ancora fornito prove. Leggi di più

L’Ucraina e l’Occidente accusano la Russia di effettuare devastanti attacchi missilistici contro obiettivi civili quasi quotidianamente. Entrambe le parti negano di prendere di mira deliberatamente i civili.

La precisione e il lungo raggio dei sistemi missilistici forniti dall’Occidente avevano lo scopo di ridurre il vantaggio dell’artiglieria russa, ma il presidente ucraino Volodymyr Zelensky ha dichiarato martedì sera che, nonostante questi rifornimenti, le forze del suo paese non erano ancora state in grado di superare i vantaggi della Russia in termini di armi pesanti e manodopera.

“Questo è molto palpabile in combattimento, specialmente nel Donbass… È semplicemente un inferno là fuori. Le parole non possono descriverlo”, ha detto.

Un diplomatico russo alle Nazioni Unite ha affermato che il conflitto in Ucraina non giustifica l’uso di armi nucleari da parte della Russia, ma che Mosca potrebbe decidere di utilizzare il suo arsenale nucleare in risposta all'”aggressione diretta” dei paesi della NATO per l’invasione. Leggi di più

Il diplomatico Alexander Trofimov ha affermato alla Conferenza sulla non proliferazione delle armi nucleari che Mosca utilizzerà armi nucleari solo in risposta alle armi di distruzione di massa o ad un attacco con armi convenzionali che minacciano l’esistenza dello stato russo.

READ  Johnson e Trudeau G7 scherzano sull'indossare senza maglietta e mostrare a Putin i nostri "muscoli"

“Nessuno di questi due scenari ipotetici è rilevante per la situazione in Ucraina”, ha detto Trofimov, un alto diplomatico del Dipartimento per la non proliferazione e il controllo degli armamenti del ministero degli Esteri russo, alla Conferenza delle Nazioni Unite per la revisione del Trattato di non proliferazione delle Armi nucleari. braccia.

passaggio sicuro

Nel frattempo, un accordo mediato dalle Nazioni Unite il 22 luglio per abrogare il divieto di esportazione di grano ucraino ha avuto un successo iniziale. La Turchia ha detto che la sua prima nave carica dall’invasione russa più di cinque mesi fa era ancorata al sicuro al largo delle coste turche. Leggi di più

La nave, battente bandiera della Sierra Leone, si trovava all’ingresso dello stretto del Bosforo, che collega il Mar Nero ai mercati mondiali, intorno alle 1800 GMT di martedì, circa 36 ore dopo aver lasciato il porto ucraino di Odessa.

Il ministero della Difesa turco ha affermato che una delegazione del Centro di coordinamento congiunto di Istanbul, dove lavora il personale di Russia, Ucraina, turchi e Nazioni Unite, dovrebbe ispezionare la nave alle 07:00 GMT di mercoledì.

Fu caricato con 26.527 tonnellate di mais.

“Speriamo che ci sarà più movimento domani”, ha detto ai giornalisti il ​​portavoce delle Nazioni Unite Stephane Dujarric a New York.

Dujarric ha detto che ci sono circa 27 navi nei tre porti ucraini coperti dall’accordo di esportazione, pronte al varo.

READ  Aggiornamenti in tempo reale sul coronavirus e notizie sulle varianti di omicron

Le esportazioni da uno dei più grandi produttori di grano del mondo hanno lo scopo di aiutare ad alleviare la crisi alimentare globale.

“Il nostro obiettivo ora è avere un programma ordinato, quindi quando una delle navi lascia il porto, devono esserci altre navi, sia quelle che stanno caricando che quelle che si stanno avvicinando al porto”, ha detto Zelensky.

Affinché l’accordo di passaggio sicuro possa essere mantenuto, ci sono altri ostacoli da superare, tra cui lo sgombero delle mine navali e la creazione di un quadro per consentire alle navi di entrare in sicurezza nella zona di guerra e prelevare il carico. Leggi di più

L’Ucraina, conosciuta come il granaio d’Europa, spera di esportare 20 milioni di tonnellate di grano tenuti in silos e 40 milioni di tonnellate del raccolto attualmente in corso, inizialmente da Odessa, Pivdennyi e dalla vicina Chornomorsk.

La Russia ha descritto la partenza di Razouni come una notizia “molto positiva”. Ha negato la responsabilità della crisi alimentare, affermando che le sanzioni occidentali hanno rallentato le sue esportazioni.

Oltre a queste sanzioni, martedì gli Stati Uniti hanno preso di mira l’ex ginnasta olimpica Alina Kabaeva, che il Dipartimento del Tesoro ha descritto come in stretta relazione con Putin. Putin ha negato che avessero una relazione romantica.

Il ministero ha affermato in una dichiarazione che Kabaeva è a capo del National Media Group, un gruppo pro-Cremlino che comprende organizzazioni televisive, radiofoniche e di stampa.

Registrati ora per ottenere l’accesso illimitato e gratuito a Reuters.com

Reporting da parte degli uffici Reuters. Scritto da Andrew Osborne. Mark Heinrich e Alistair Bell; Montaggio di Nick McPhee, Grant McCall, Howard Guler e Cynthia Osterman

I nostri criteri: Principi di fiducia di Thomson Reuters.

We will be happy to hear your thoughts

Leave a reply