La rabbia dei canadesi per l’interruzione di Rogers potrebbe complicare le loro speranze di integrazione

TORONTO, 10 luglio (Reuters) – Rogers Communications (RCIb.TO) Ha complicato le sue possibilità di ottenere l’approvazione dell’antitrust per una fusione di telecomunicazioni da 20 miliardi di dollari canadesi dopo la massiccia interruzione di venerdì che ha evidenziato i pericoli dell’effettivo monopolio delle telecomunicazioni del Canada e ha scatenato una reazione contro il suo dominio nel settore.

L’interruzione della rete Rogers ha interrotto quasi ogni aspetto della vita quotidiana, tagliando le entrate bancarie, dei trasporti e del governo per milioni di persone e colpendo il sistema di pagamenti senza contanti della nazione e il sistema di Air Canada. (AC.TO) call center.

Consumatori e politici dell’opposizione hanno chiesto al governo di consentire una maggiore concorrenza e di adottare cambiamenti politici per ridurre l’influenza delle società di telecomunicazioni. Rogers, Bce Inc (BC.TO) e Telus Corp (TTO) Controllo del 90% della quota di mercato in Canada.

Registrati ora per ottenere l’accesso illimitato e gratuito a Reuters.com

I provider Internet e wireless più piccoli si affidano alla propria infrastruttura di rete per fornire i propri servizi.

“La realtà in Canada è che c’è un pericoloso monopolio sulle nostre comunicazioni”, ha detto il leader dell’NDP Jagmeet Singh in un video di TikTok quando ha lanciato una petizione per fermare i piani di fusione di Rogers e “spezzare questi monopoli”.

“L’effetto di questa interruzione mostra che questo monopolio non può continuare”, ha aggiunto.

Il ministro dell’Industria Francois-Philippe Champagne, che ha definito il blackout “inaccettabile”, ha dichiarato domenica che incontrerà il CEO di Rogers Tony Staveri e altri dirigenti del settore per discutere del miglioramento “dell’affidabilità delle reti in tutto il Canada”. Le bollette elevate del cellulare sono state un tema caldo nelle recenti elezioni canadesi.

READ  Chi è fuori, al di fuori dei ranghi esecutivi - Scadenza

La polizia di tutto il Canada ha affermato che le interruzioni a Internet, ai telefoni cellulari e alle connessioni di rete fissa significano che alcuni chiamanti non possono raggiungere i servizi di emergenza tramite i servizi di emergenza.

“A causa dell’interruzione di Rogers, milioni di canadesi non sono stati in grado di chiamare i servizi di emergenza ieri. Gli ospedali non hanno potuto contattare il personale. Non c’era modo di contattare le famiglie in modo che potessero dire addio ai propri cari alla fine della vita”, ha twittato Amit Arya, direttore itinerante presso la Canadian Society of Palliative Care Physicians.

Rogers, che ha accusato un malfunzionamento del router dopo la manutenzione, per l’incidente, domenica, ha affermato di essere consapevole del fatto che alcuni clienti stavano ancora riscontrando interruzioni. Non ha commentato se l’interruzione possa incidere sul procedimento di fusione.

L’interruzione di venerdì è arrivata due giorni dopo che Rogers ha tenuto colloqui con l’autorità antitrust canadese per discutere possibili rimedi per l’acquisizione di Shaw Communications da 20 miliardi di dollari canadesi (15,34 miliardi di dollari). (SJRb.TO).

Il Canadian Competition Bureau ha sospeso l’accordo all’inizio di quest’anno, affermando che ostacolerebbe la concorrenza in un paese in cui i prezzi delle telecomunicazioni sono tra i più alti al mondo. La fusione è ancora in attesa del verdetto finale.

I gruppi per i diritti dei consumatori hanno affermato che l’interruzione potrebbe indurre l’Ufficio per la concorrenza, che generalmente valuta le fusioni in base al loro impatto sul prezzo, a esaminare più da vicino altre considerazioni come qualità e servizio.

ha affermato John Lawford, amministratore delegato del Defense of the Public Interest Center (PIAC) dell’azienda con sede a Ottawa, che si è opposto alla fusione nell’ufficio della concorrenza.

READ  Halliburton e Schlumberger si ritirano dalla Russia a causa delle sanzioni energetiche statunitensi

Ma Vas Bedner, direttore esecutivo del programma di politiche pubbliche presso la McMaster University, ha affermato che l’interruzione è stata una questione separata dal piano di fusione di Rogers.

“Non credo che questo problema influirà sulla fusione perché non sono sicuro di come l’ufficio per la concorrenza possa spiegare il maggiore rischio di interruzione”, ha affermato Bedner.

Il professore dell’Università di Ottawa Michael Guest, che si occupa di diritto di Internet e commercio elettronico, ha affermato che l’interruzione “dovrebbe essere un campanello d’allarme per un governo che ha dormito sulla politica digitale”.

“La colpa dell’interruzione di venerdì potrebbe essere di Rogers, ma il governo e (Telecom Regulatory Canada) devono essere ritenuti responsabili per la mancata risposta”, ha scritto sul suo blog.

Il gruppo di monitoraggio NetBlocks ha affermato che l’interruzione, iniziata intorno alle 4:30 EDT (0830 GMT) di venerdì prima che il servizio fosse completamente ripristinato sabato, ha interrotto un quarto della connettività Internet osservabile in Canada.

L’interruzione è stata la seconda per Rogers in 15 mesi con un aggiornamento software esterno che ha sostanzialmente interrotto il servizio per i clienti consumer l’anno scorso.

Registrati ora per ottenere l’accesso illimitato e gratuito a Reuters.com

Lo riferisce Divya Rajagopal. Scritto da Imran Abukar. A cura di Chizu Nomiyama

I nostri criteri: Principi di fiducia di Thomson Reuters.

We will be happy to hear your thoughts

Leave a reply