La partita di football del Michigan ha punito la Penn State con un blitz 41-17

Mentre la folla ruggiva Squadra del Campionato Nazionale 1997 Allineati spalla a spalla nella zona di estremità nord.

Hanno applaudito per Lloyd Carr – il giorno in cui il tunnel ha preso il nome dall’allenatore della squadra – che si è tolto il cappello per riconoscere la base di fan. Ha fatto lo stesso per Charles Woods, vincitore dell’Heisman Trophy nel 1997 e cuore pulsante della più grande squadra del Michigan dell’era moderna, mentre si batteva il petto per salutare i fedeli di Wolverine.

programma quel giorno Onorato La sua ultima squadra del campionato nazionale sembrava che i Wolverines stessero difendendo la loro causa per un altro campionato quest’anno, almeno all’inizio.

Poi è arrivata la tragedia.

La corsa di 62 yard del quarterback Sean Clifford sul terzo e 1 ha portato a un rapido punteggio di Penn State. Cinque gioca nel prossimo drive del Michigan, J.J. Il passaggio di McCarthy è rimbalzato sul casco prima di essere eliminato per un pick-6 dei Nittany Lions.

Una partita che i Wolverines hanno dominato per 25 minuti sono improvvisamente rimasti indietro. Ma non si sono arresi.

“All’intervallo, c’erano due grandi giocate e tutti sapevano quale fosse l’accordo”, ha detto l’allenatore del Michigan Jim Harbaugh. “Un errore che abbiamo commesso in attacco è costato loro un touchdown e hanno fatto un grande gioco sulla lettura del loro quarterback.

“Sono solo quelle due giocate, quindi abbiamo altri 30 minuti per giocare e continuiamo a fare quello che stiamo facendo”.

Rainer Sabin:La vittoria del football del Michigan sulla Penn State è stata molto peggiore di quanto sembrasse

Gradi di football del Michigan:Dritto A nel manuale di performance di Jim Harbaugh

I Wolverine hanno fatto proprio questo.

Il Michigan ha imposto la sua volontà contro la difesa da corsa dei Nittany Lions in precedenza n. 5, strappando due punteggi di oltre 60 yard e guadagnando 418 yard contro un’unità che ne ha rinunciato a più di 100 una volta in una vittoria per 41-17. Si è consolidato come un contendente ai playoff del College Football per la seconda stagione consecutiva.

“Il bello del nostro attacco è che siamo così multidimensionali”, ha detto McCarthy, “Se corri per 400 yard in una partita contro la squadra n. 10 del paese, mi siederò e farò parte Ogni gioco funziona.

READ  "Preoccupato ma non sono nel panico" per Omigran

I Wolverine (7-0, 4-0 Big Ten) uscirà la prossima settimana, poi ospiterà il Michigan State il 29 ottobre.

Il Michigan fatica a capitalizzare all’inizio

Le statistiche offensive sono state irregolari nel primo tempo. I Wolverines hanno avuto il maggior numero di primi down (18-1). Avevano più iarde (274-83). Hanno avuto più scatti (50-14) e un vantaggio maggiore nel tempo di possesso, quasi 24 minuti a sei.

Tuttavia, era vicino, poiché il Michigan non è stato in grado di fare playa in tempo nella zona rossa all’inizio.

“Ovviamente il primo tempo, dal punto di vista del tabellone segnapunti, vorremmo che potesse andare un po’ diversamente”, ha detto McCarthy. “Ma all’inizio ne avevano solo uno e noi ne avevamo 18, quindi lo prenderemo in qualsiasi giorno della settimana”.

Nel primo drive dei Wolverines, hanno affrontato un terzo e un terzo del Penn State 11. Donovan Edwards si è spostato dallo slot al backfield, quindi ha eseguito un percorso swing sul lato sinistro quando McCarthy ha chiamato lo snap. Ma McCarthy ha inviato il passaggio sopra la sua testa e il Michigan si è accontentato di un field goal di Jake Moody da 29 yarde.

I Wolverines sono poi andati a 77 yard su 13 giocate, ma il gioco chiave è stato il secondo e il gol delle 2. Blake Corum ha preso un contrasto sinistro, ma G’Air Brown della Penn State ha fatto saltare il gioco dal contrasto sinistro Ryan Hayes. Una perdita di 3 yard nel backfield.

Corum è stato quindi affrontato con un passaggio di pala sul terzo down, costringendo il Michigan ad accontentarsi di un altro canestro corto da Moody da 24 yarde.

Il Michigan ha guidato per 70 yard in 13 giocate e ha segnato un touchdown da 1 yard portandolo sul 13-0. I Wolverine sapevano che avrebbero controllato la linea di scrimmage.

“Dal salto, dal primo drive”, ha detto McCarthy. “La corsia (linea) li ha spostati fuori dalla palla e non ci hanno mostrato nulla che non avessimo visto prima.

Allo stand:Joel Claude è diventato il discorso del football del Michigan. Non sapeva perché.

“Sapevo che era un combattimento aereo in trincea e che i nostri ragazzi ne sono decisamente usciti”.

Nell’ultimo aspetto della zona rossa del Michigan del primo tempo, Corum è stato riempito al centro in terzo e 1 e Moody ha inchiodato un calcio da 23 yard con due secondi dalla fine del tempo per il 16-14.

READ  Mariupol è stato devastato dopo il bombardamento russo

Le grandi opere raccontano storie

Penn State (5-1, 2-1) è morto poco più di 20 minuti dall’inizio del gioco. I Nittany Lions sono andati 196-9, il Michigan ha giocato 35 giocate contro le sei di Penn State e ha avuto 13 primi down prima che Clifford e compagnia ne ottenessero uno.

Ha convertito tre riproduzioni dopo un’opzione run-pass ben eseguita.

Al terzo e 1, Clifford sembrava passare a Caitron Allen, e mentre la difesa di Wolverine brulicava, il chiamante del sesto anno non trovò altro che il terreno di fronte a lui. Clifford è stato licenziato da Jamon Green per un guadagno di 62 yard contro le 4 del Michigan dalle sue 34.

Quattro giocate dopo, Allen ha segnato da 1 yard fuori.

Il prossimo grande gioco è arrivato dalla difesa dei Nittany Lions.

McCarthy ha rotolato proprio in terza e seconda e ha cercato di trovare Coram nell’appartamento, ma il passaggio previsto è stato intercettato da Chap Robinson e P.J. È rimbalzato sull’elmo di Mustibar ed è atterrato nelle mani di Curtis Jacobs, che lo ha riportato indietro di 47 iarde. Il touchdown ha dato alla Penn State un vantaggio di 14-13.

“Il nostro umore è alto”, ha detto il centro Olusegun Oluwatimi. “Sapevamo di aver battuto noi stessi perché avevamo una buona prestazione nel primo tempo, quindi volevamo uscire nel secondo tempo ed eseguire, e ci siamo sentiti come se l’avessimo fatto”.

Il secondo tempo è stata l’ultima volta che i Nittany Lions hanno ottenuto un vero slancio poiché tutte le grandi giocate sono andate a favore del Michigan.

I Wolverines hanno ottenuto il loro primo grande gioco dopo che il Michigan ha costretto la Penn State ad accontentarsi di un field goal al suo primo possesso a 11:12 dalla fine del terzo quarto.

Edwards ha corso dietro Oluwadimi e Zach Zinder ha ottenuto un blocco al secondo livello, che ha permesso a Edwards di andare intatto nella end zone per un touchdown da 67 yard. Una conversione di 2 punti su un passaggio dello schermo da McCarthy a Ronnie Bell ha segnato 24-17.

“La guardia offensiva ha preso l’angolo, il contrasto ha preso il linebacker e il divario è stato aperto”, ha detto Edwards. “L’ho colpito e poi sei con qualcuno in difesa, cosa ne farai, colpirai o contrasterai?

READ  La BP guadagna 8,5 miliardi di dollari con l'aumento dei prezzi durante la guerra Russia-Ucraina

“Poi ho preso il touchdown, non importa quanto tempo ci è voluto.”

Il successivo touchdown offensivo del Michigan fu un touchdown di 61 yard, questa volta di Corrum. Oluwatimi e Jinder erano di nuovo nel mezzo. Il centro e la guardia destra hanno aperto un grande buco nel mezzo, Colson ha tirato fino in fondo la formazione Loveland, ha sigillato un placcatore dal lato debole e ha superato la difesa di Corum fino alla end zone.

Un attacco troppo frettoloso da gestire

I primi due punteggi di touchdown lunghi di due portatori di palla del Michigan di oltre 60 yard dal 4 novembre 2017 contro il Minnesota – Karan Higdon (77 yard) e Chris Evans (60 yard) hanno realizzato rispettivamente 200 yard e 191 yard – ma era più di due grandi giochi.

Edwards ha avuto cinque corse che sono andate per almeno 10 yarde. Il quorum era quattro. McCarthy ne aveva due. CJ Stokes ne aveva uno.

Dei 55 tentativi totali, solo sei sono andati per zero o yard negative (due dei quali hanno esaurito il cronometro sul Michigan nella quarta). I Wolverines si sono precipitati per 418 yard – una media di 7,6 per tentativo – guidati da Edwards in un giorno di carriera: 16 carry per 173 yard e due punteggi.

“Ogni lode a Dio, io sono molto benedetto”, ha detto. “Ora mi sento come se avessi pregato per un gioco come questo per un po’, dovevo solo sedermi e aspettare il mio turno e mostrare al mondo cosa posso fare”.

Corum ha concluso con 28 carry per 166 yard e McCarthy ha ottenuto il chip in sette rush per 57 yard.

È stata la prima volta che i Wolverines si sono precipitati per almeno 400 yard contro una squadra dei Big Ten dal 2016, quando l’UM ha battuto Rutgers 78-0.

“Come ha detto l’allenatore Harbaugh negli spogliatoi, è un calcio in culo in ogni modo in cui un sedere può essere preso a calci”, ha detto McCarthy. “Era a casa nostra e ne siamo orgogliosi e proteggiamo la nostra casa”.

We will be happy to hear your thoughts

Leave a reply