La NASA sceglie di riparare la perdita di idrogeno di SLS Megarocket sulla rampa di lancio

SLS sulla rampa di lancio del Kennedy Space Center in Florida.

SLS sulla rampa di lancio del Kennedy Space Center in Florida.
immagine: Nasa

La NASA si sta preparando a sostituire il sigillo difettoso legato alla perdita di idrogeno che ha portato sabato al secondo tentativo di lancio dell’SLS. Le riparazioni avranno luogo presso la rampa di lancio, che è l’ideale dal punto di vista dei test, ma la NASA deve ancora restituire il razzo jumbo all’edificio di assemblaggio per soddisfare i requisiti di sicurezza.

I tecnici sostituiranno il sigillo sulla disconnessione rapida, Un’interfaccia che collega la linea del carburante a idrogeno liquido sul lanciatore mobile a uno stadio centrale dello Space Launch System, secondo un briefing della NASA. dichiarazione. Le squadre controlleranno anche le coperture delle lenzuola sull’altro ombelico per escluderlo Fughe di idrogeno in quei siti. “Con sette linee principali nel cordone ombelicale, ogni linea può avere più punti di contatto”, ha spiegato la NASA.

La NASA sta tentando una missione senza equipaggio sulla luna e ritorno, in preparazione per un atterraggio umano sulla luna alla fine di questo decennio. ma dDurante le prime fasi del inizia a provare Il 3 settembre, un comando non intenzionale aumentò brevemente la pressione all’interno del sistema, danneggiando potenzialmente alcuni componenti. Causato da una perdita di idrogeno incontrollabile pulizia– Il secondo in una settimana. i primi La macchia, lunedì 29 agosto, ha anche rovinato una perdita di idrogeno, anche se gli ingegneri sono riusciti a risolverla. Alla fine, era un file sensore difettoso Condannato Primo tentativo di avvio.

Il razzo SLS senza pilota rimane in una configurazione sicura, in piedi sulla rampa di lancio 39B presso il Kennedy Space Center in Florida. La NASA sta cercando di lanciare Missione Artemide 1Il razzo invierà un veicolo spaziale Orion senza pilota su un volo Luna e ritorno. Il primo periodo di lancio, che è durato dal 23 agosto al 6 settembre, è terminato, interrompendo i lavori. L’agenzia spaziale deve ora preparare 322 piedi (98 metri) per il terzo tentativo di lancio del missile Artemis 1, la cui data non è stata ancora annunciata.

I tecnici hanno in programma di creare un recinto temporaneo attorno alla base missilistica per proteggere gli strumenti dalle intemperie della Florida. Il vantaggio di lavorare direttamente sulla pastiglia è che gli ingegneri potranno testare la riparazione in condizioni di raffreddamento estreme. Durante i preparativi per il rilascio, l’idrogeno liquido viene pompato attraverso il sistema a temperature gelide di -423 gradi Fahrenheit (-253 gradi Celsius). Questo, oltre all’elevata pressione aggiuntiva, ha l’effetto di ritiro e deformazione dei componenti, che possono portare a perdite indesiderate e pericolose, Soprattutto sulle foche.

come propellente, L’idrogeno è efficace ma difficile da controllare. Le perdite di idrogeno erano una fonte molto frequente di scrub durante l’era dello space shuttle, e ora l’SLS, che è Allo stesso modo alimentato da una miscela di idrogeno liquido e ossigeno liquidoSembra avere le stesse difficoltà tecniche.

Pensa agli ingegneri Restituire SLS al vicino Vehicle Assembly Building (VAB) per le riparazioni necessarie Ma ha scelto invece di lavorare al dipinto. Il VAB avrebbe fornito un ambiente più controllato in cui operare, ma senza la capacità di replicare le condizioni criogeniche desiderate per i test (i test devono essere eseguiti all’interno del VAB a temperatura ambiente). “L’esecuzione del lavoro sul pannello consente inoltre ai team di raccogliere quanti più dati possibili per comprendere la causa del problema”, ha aggiunto la NASA.

È probabile che SLS ritorni a VAB, riparato o non riparato. Eastern Range, una filiale della US Space Force, richiede la certificazione periodica del sistema di terminazione del volo del missile. La NASA ha già ricevuto una deroga che estende la certificazione da 20 a 25 giorni, ma non è chiaro se l’agenzia spaziale richiederà una seconda rinuncia, che sarebbe irregolare. La catena orientale supervisiona i lanci dal Kennedy Space Center e dalla Cape Canaveral Space Force Station e lavora per garantire la sicurezza del pubblico.

In una conferenza stampa sabato, il responsabile della missione Artemis Mike Sarafin ha dichiarato: “Non è una nostra decisione, è una decisione di Range”. Ha aggiunto che una rinuncia al raggio d’azione potrebbe mantenere il missile sulla piattaforma, “ma è improbabile”. Quindi, con i limiti di portata orientale, fino a quando non avremo notizie contrarie dalla NASA sul secondo incarico, il razzo Dovrebbero Torna a VAB prima del prossimo periodo di lancio.

Un terzo tentativo di lancio a fine settembre o inizio ottobre è ancora una possibilità remota. Il periodo successivo inizia il 19 settembre e termina il 4 ottobre, senza possibilità di rilascio il 29 e 30 settembre. Affinché ciò funzioni, la NASA dovrebbe completare le ultime riparazioni, eseguire test, restituire l’SLS al VAB per la ricertificazione (che include un test di affidabilità molto breve) e quindi restituirlo alla rampa di lancio. È possibile, ma le squadre di terra dovranno tirare la poppa per realizzarlo.

In caso contrario, il terzo periodo di lancio si apre il 17 ottobre e termina il 31 ottobre, ad eccezione dei lanci il 24, 25, 26 e 28 ottobre. Ci sono altri due periodi, uno a novembre e uno a dicembre, durante l’anno solare in corso.

C’è ancora un sacco di tempo per lanciare l’SLS nel 2022, ma tutto dipende dalla rapidità con cui gli ingegneri affrontano questo sistema complesso. L’SLS è il razzo più potente mai costruito dalla NASA e lui Una componente importante dell’agenzia spaziale Programma Artemideche cerca una presenza umana sostenibile ea lungo termine sopra e intorno alla Luna.

Di più: Cosa sapere su Moon Gate, la futura stazione spaziale in orbita lunare della NASA.

READ  La navicella spaziale della NASA su Marte scopre uno strano oggetto filiforme che si sta diffondendo virale

We will be happy to hear your thoughts

Leave a reply