La maggior parte dell’élite del Cremlino di Putin si oppone alla guerra in Ucraina, afferma il rapporto

  • Due importanti giornalisti hanno detto al Guardian che alti funzionari sanno che la guerra di Putin con l’Ucraina non può essere vinta.
  • La Russia ha subito una serie di sconfitte disastrose nella sua invasione simile all’Ucraina.
  • La giornalista russa Yevgenia Albats ha affermato che la paura impedirà ai membri dell’élite di muoversi per abbattere Putin.

L’opposizione dell’élite del Cremlino dell’era Putin alla guerra in Ucraina è in crescita, secondo una serie di interviste che ha rilasciato Guardiano.

Alla fine di febbraio 2022, L’esercito russo ha detto che sarebbe stato in grado di prendere Kiev in pochi giorni. Ma dopo 227 giorni, le forze russe lo fecero Ha subito una serie di sconfitte disastrose in Ucraina.

Le forze ucraine hanno recentemente respinto l’esercito russo da migliaia di miglia quadrate di terra a est Ucraina, spingendo il Cremlino a lanciare una caotica mobilitazione di riservisti e civili.

Di conseguenza, alti funzionari di Putin ora credono che la guerra sia persa.

Un giornalista russo ben collegato ha detto al Guardian che “l’estremo timore reverenziale” aveva catturato gran parte dell’élite politica, dicendo: “Più in alto vai, più disperazione senti. Ora c’è un’intesa generale che la guerra non può essere vinta”.

Anche un’altra giornalista, Yevgenia Albats, giornalista investigativa russa ed editrice del New Times che è stata recentemente costretta a lasciare la Russia, ha parlato con The Guardian e ha affermato che le sue fonti all’interno dell’amministrazione russa sono stimate in almeno il 70% di alti funzionari. opporsi. per la guerra.

READ  Aggiornamenti in tempo reale: la guerra della Russia in Ucraina

Washington Post Ha anche parlato di serie preoccupazioni tra gli assistenti ei consiglieri di Putin. “Dall’inizio dell’occupazione, abbiamo assistito a una crescente preoccupazione nella cerchia ristretta di Putin”, ha detto al Washington Post un anonimo funzionario dell’intelligence occidentale.

“Le nostre valutazioni indicano che viene esercitato in particolare attraverso le recenti perdite russe, le direttive sbagliate e le carenze militari su larga scala”, ha affermato.

“L’intero sistema è costruito attorno a vincerlocapo”

Gabinetto di Putin

Il 29 gennaio 2020 a Mosca, in Russia, il presidente russo Vladimir Putin e alti funzionari durante un incontro con ex membri del gabinetto del Cremlino.

Mikhail Svetlov / Getty Images



Tuttavia, nonostante questa ampia opposizione a Putin e alla sua missione militare abbreviata, Albats ha affermato che Putin probabilmente vedrà minacce ufficiali contro la sua autorità.

“Affinché ci sia una divisione”, una divisione organizzativa, “le persone devono smetterla di avere paura”, ha detto.

La cerchia ristretta d’élite di Putin È composto principalmente da ex funzionari della sicurezza e dell’intelligence, Ne conosce molti dai suoi giorni a San Pietroburgo e nel KGB, i precursori sovietici dei servizi di sicurezza odierni Lo ha riferito l’insider Tom Porter.

Il politologo Dmitry Oreshkin ha detto: “L’intero sistema è costruito attorno a vincerlo, capo. Se ti sbarazzi di Putin, dovresti essere in grado di ottenere risultati rapidi, ma tutti sanno che ora non è possibile”.

Ma nel regime di Putin, le fazioni e le lotte intestine sono in aumento. Ad esempio, Yevgeny Prigozhin, fondatore dell’azienda Gruppo WagnerL’esercito privato non ufficiale di Putin è de facto – e Il leader ceceno Ramzan Kadyrov dichiarato guerra contro Il ministro della Difesa, filo-Putin Sergei Shoigu, Dopo una serie di sconfitte in Ucraina, secondo il Guardian.

Un ex funzionario del ministero della Difesa ha detto: “Putin è un personaggio molto distruttivo. Interpreterà le diverse fazioni a parte e vedrà quale sarà il miglior risultato. Putin vuole solo vedere cosa è meglio per lui e la guerra in Ucraina”, ha detto un ex funzionario del Ministero della Difesa e Guardiano.

We will be happy to hear your thoughts

Leave a reply