La lobby pro-israeliana AIPAC pompa segretamente milioni per sconfiggere i democratici progressisti | la pressione

Il più potente gruppo di lobby pro-Israele negli Stati Uniti sta pompando milioni di dollari per influenzare le primarie del Congresso democratico per contrastare il crescente sostegno alla causa palestinese all’interno del partito, comprese le elezioni di oggi in Pennsylvania e nella Carolina del Nord.

I fondi AIPAC si concentrano sull’esclusione di candidate donne che, se elette, potrebbero schierarsi con una “squadra” di membri progressisti del Congresso che sono critici nei confronti di Israele.

Ma passa attraverso un gruppo, lo United Democracy Project (UDP), che evita di menzionare la sua creazione da parte dell’Aipac e cerca di definire le elezioni finanziando messaggi elettorali su questioni diverse da Israele.

Il Partito Democratico Unito ha stanziato 2,3 milioni di dollari per la corsa alle primarie democratiche di martedì per un seggio aperto al Congresso in Pennsylvania, uno dei pochi concorsi presi di mira dal gruppo in cui il candidato principale simpatizza apertamente con i palestinesi.

Il denaro è stato speso principalmente per sostenere l’ex Camera dei rappresentanti repubblicana, diventato democratico Steve Irwin, nel tentativo di far deragliare il rappresentante dello stato progressista Summer Lee, che è in testa nei sondaggi d’opinione nel potente distretto democratico che include Pittsburgh.

Mi ha parlato a favore della definizione delle condizioni per un sostanziale aiuto degli Stati Uniti a Israele, ha accusato Israele di “atrocità” a Gaza e ha paragonato le azioni israeliane alle sparatorie di giovani neri negli Stati Uniti. Ed è avallato dai rappresentanti Alexandria Ocasio-Cortez, Ilhan Omar e Rashida Tlaib, membri della “setta” che sostiene la causa palestinese.

Erwin ce l’ha difendere Le politiche del governo israeliano si chiedevano se Lee avesse “una forte convinzione che Israele abbia il diritto di esistere”.

READ  Lavrov afferma che il Donbass è una "priorità incondizionata" per la Russia

L’UDP ha anche speso 2 milioni di dollari per sostenere la senatrice della Carolina del Nord Valeria Fauci nelle primarie democratiche di oggi nel tentativo di far deragliare Nida Allam, la direttrice politica della campagna presidenziale del senatore Bernie Sanders del 2016 e la prima donna musulmana americana a ricoprire cariche elettive nel nord. Carolina. Allam ha partecipato a manifestazioni filo-palestinesi ed è stato approvato dai membri della band. Si è anche espressa contro l’antisemitismo.

Aipac ha lanciato l’UDP a dicembre come Super Pac, che può spendere senza restrizioni per supportare i candidati ma non può fare donazioni dirette alle campagne.

Per la prima volta nei suoi 70 anni di storia, il lobbista passa al sostegno finanziario per le campagne politiche Ha sostenuto Allarmato a Washington e in Israele dall’erosione del sostegno bipartisan di lunga data allo stato ebraico negli Stati Uniti.

Opinione Sondaggi Mostra che i democratici più giovani sono sempre più critici nei confronti di Israele, compresi gli ebrei americani, e che c’è un crescente sostegno al movimento per il boicottaggio, le sanzioni e il disinvestimento (BDS).

Israele è anche preoccupato per la rottura di un tabù di lunga data Confronto Il dominio di Israele sui palestinesi del regime dell’apartheid in Sud Africa dopo la pubblicazione di una serie di organizzazioni internazionali e israeliane per i diritti umani Rapporti Accusa Israele di praticare una forma di apartheid.

L’UDP ha anche speso 1,2 milioni di dollari per proteggere il deputato democratico del Texas Henry Cuellar, che dovrà affrontare un ballottaggio la prossima settimana contro Jessica Cisneros, un avvocato per l’immigrazione di 28 anni che ha parlato a sostegno dei palestinesi ed è stato approvato dai membri della band.

READ  Il videomessaggio di Arnold Schwarzenegger esorta i russi a superare la disinformazione del governo
Jessica Cisner in campagna con Alexandria Ocasio-Cortez.
Jessica Cisneros
Campagna con Alessandria Ocasio-Cortez.
Foto: Eric Jay/Associated Press

L’AIPAC ha descritto Cuellar come un alleato e co-fondatore del Congressional Caucus to Advance Torah Values ​​​​per combattere il “fanatismo anti-israeliano”.

Dopo che Amnesty International si è unita ad altri gruppi per i diritti umani Accusare Israele ha imposto l’apartheid e Cuellar ha accusato il gruppo di mettere in pericolo gli ebrei. “Israele non è un paese dell’apartheid. un punto. Questi errori incitano a comportamenti antisemiti contro il popolo ebraico”. cinguettare.

Un gruppo più piccolo e più liberale pro-Israele, J-Street, ha speso centinaia di migliaia di dollari a sostegno di Cisneros, dicendo che è impegnato per una soluzione più giusta del conflitto con i palestinesi.

Il portavoce di J-Street Logan Bayroff ha accusato l’AIPAC di essere un’organizzazione di facciata repubblicana che sostiene fortemente Donald Trump e di aver cercato di intimidire i candidati per evitare critiche a Israele minacciando tacitamente di finanziare campagne contro di loro.

“L’AIPAC prende tutti questi soldi dai donatori repubblicani e stanno nascondendo il fatto che sono un’organizzazione molto alleata dei repubblicani mentre cercano di convincere gli elettori democratici chi dovrebbero sostenere”, ha detto.

Sembra che lo United Democracy Project sia innocuo e le pubblicità che fanno in queste aree riguardano l’assistenza sanitaria, i diritti riproduttivi e cose che non hanno nulla a che fare con Israele. E questo ha senso perché queste sono le cose che decidono le elezioni, non Israele. Ma il motivo per cui si allineano con alcuni candidati è perché sono più in linea con le loro posizioni più da falco su Israele e perché temono che altri candidati saranno più progressisti e prevenuti nei confronti dei palestinesi.

Patrick Dorton, un portavoce del PYD, ha affermato che il gruppo fa poco più che pubblicare annunci politici legittimi. “Tutto quello che facciamo è parlare del record pubblico del candidato e questo è qualcosa che gli elettori meritano di sapere”, ha detto.

Dorton ha detto che il gruppo finanzierà più campagne.

Il nostro obiettivo è costruire la più ampia coalizione bipartisan al Congresso che sostiene le relazioni tra gli Stati Uniti e Israele. Siamo orgogliosi di sostenere i candidati progressisti pro-Israele, comprese le donne di colore”. “

All’inizio di quest’anno, altri eminenti sostenitori di Israele hanno accusato l’AIPAC di essere “moralmente in bancarotta” e di anteporre gli interessi di Israele alla democrazia americana dopo aver formato un Comitato di azione politica separato. supportato 37 candidati repubblicani hanno votato contro l’approvazione della vittoria di Biden dopo aver preso d’assalto il Campidoglio il 6 gennaio 2021.

L’AIPAC ha affermato che sostiene i politici di entrambe le parti che “lavoreranno per rafforzare le relazioni USA-Israele”.

“Serve il sostegno bipartisan al Congresso per approvare una legislazione che rafforzi questa relazione. Pertanto, sosteniamo i membri di entrambi i partiti nelle loro gare elettorali. Oltre ai repubblicani che abbiamo sostenuto, abbiamo contribuito a più di 120 democratici alla Camera, tra cui Metà del blocco nero al Congresso, metà del blocco progressista alla Camera e i massimi leader democratici alla Camera”, ha affermato l’AIPAC in una nota.

We will be happy to hear your thoughts

Leave a reply