La Grecia sta combattendo un incendio che ha costretto centinaia di persone a fuggire sull’isola di Lesbo

Domenica i vigili del fuoco greci hanno dichiarato in un briefing televisivo che cinquanta vigili del fuoco con 17 autopompe e nove aerei antincendio stavano lavorando per spegnere le fiamme, insieme a volontari e serbatoi d’acqua forniti dal governo locale.

L’incendio è scoppiato sabato mattina nei pressi del comune costiero dell’isola di Vatera, meta ambita dai turisti. uno di fronti di fuoco I funzionari hanno detto domenica che sembra trattenersi.

Secondo la radio pubblica greca, più di 450 persone sono state evacuate da sabato in altre parti dell’isola e nove persone sono state salvate da una spiaggia vicino a Vatera. Più di 26 edifici sono stati danneggiati dall’incendio.

La Grecia è stata colpita da gravi incendi boschivi negli ultimi giorni, con l’Europa che ha subito un’ondata di caldo record che ha causato incendi anche in Francia e in Italia.

Altrove nel paese, 320 vigili del fuoco con 68 autopompe e sei aerei antincendio hanno cercato di contenere un incendio boschivo nel Parco nazionale greco di Dadia che minaccia i nidi di aquile nere, una specie rara di uccelli, per un quarto giorno.

Situato nella regione di frontiera nord-orientale dell’Evros, il Parco Nazionale di Dadia appartiene a Natura 2000, la rete dell’Unione europea di siti di riproduzione e riposo primari per specie rare e in via di estinzione. Ospita l’unica colonia di avvoltoi neri nei Balcani.

Domenica, il ministro greco per la crisi climatica e la protezione civile Christos Stylianides ha condotto un gruppo di funzionari a Dadia per valutare la situazione e trovare il modo di evitare una catastrofe ambientale ancora più grande.

Stylianides ha affermato che la visita mirava a coordinare gli sforzi per contenere l’incendio al fine di “salvare il nostro parco nazionale, un simbolo del nostro ambiente naturale a cui tutta l’Europa ha a cuore”.

READ  Il Giorno della Vittoria in Russia segna la guerra delle nazionalità rivali

“Tutta la Grecia ha gli occhi puntati su Dadia in questo momento e dobbiamo adempiere al nostro dovere di proteggere questo prezioso ecosistema”, ha aggiunto.

La Grecia sta vivendo un’ondata di caldo prolungata con temperature che dovrebbero raggiungere i 43 gradi Celsius (109 gradi Fahrenheit) e molte parti del paese sono in allerta antincendio.

We will be happy to hear your thoughts

Leave a reply