La filiale di Hong Kong del ministero degli Esteri cinese esorta il governo britannico a fermare il rapporto di Hong Kong

PECHINO (Reuters) – Il ministero degli Esteri cinese a Hong Kong ha esortato il governo britannico a interrompere il “cosiddetto rapporto semestrale su Hong Kong”, secondo quanto riferito dai media statali cinesi venerdì.

Un portavoce del dipartimento del ministero ha affermato che il rapporto della Gran Bretagna “interferiva palesemente negli affari di Hong Kong e negli affari interni della Cina e calpestava gravemente il diritto internazionale”.

La Gran Bretagna ha criticato quella che afferma essere la sistematica erosione delle libertà a Hong Kong da parte del governo cinese e la soppressione della libertà di espressione da parte delle autorità, nel suo ultimo rapporto sull’ex colonia britannica, che ha annunciato giovedì in una dichiarazione scritta al parlamento. I rapporti vengono emessi ogni sei mesi.

In una dichiarazione separata, il governo di Hong Kong ha dichiarato giovedì scorso di aver confutato le “dichiarazioni diffamatorie e gli attacchi politici malintenzionati” contenuti nel rapporto britannico.

“La regione amministrativa speciale di Hong Kong è una parte inseparabile della Repubblica popolare cinese”, afferma la dichiarazione, aggiungendo che il governo ha esortato la Gran Bretagna a “rispettare le regole di base che regolano le relazioni internazionali e a smettere di interferire” negli affari della città.

(Segnalazione di Liz Lee a Pechino e Farah Master a Hong Kong; Montaggio di Christopher Cushing e Jerry Doyle)

READ  I londinesi hanno esortato a non viaggiare mentre l'ondata di caldo si diffonde in tutta Europa

We will be happy to hear your thoughts

Leave a reply