La Cina ha espresso preoccupazione per il deterioramento della situazione in Ucraina

PECHINO (Reuters) – La Cina è preoccupata per il “peggioramento” della situazione in Ucraina e martedì il ministro degli Esteri Wang Yi ha invitato tutte le parti a dar prova di moderazione e risolvere le divergenze attraverso il dialogo.

Le preoccupazioni sulla sicurezza legale di qualsiasi Paese devono essere rispettate, ha affermato Wang, che è anche il consigliere di stato cinese, in una telefonata al segretario di Stato americano Anthony Blingen, secondo una dichiarazione del ministero degli Esteri cinese.

Lunedì il presidente russo Vladimir Putin ha ordinato il dispiegamento di truppe in due aree divise nell’Ucraina orientale, suscitando timori che l’Occidente possa scatenare una guerra.

La Russia nega qualsiasi piano per attaccare l’Ucraina, ma ha minacciato un’azione “tecnico-militare” non specificata a meno che non riceva garanzie di sicurezza complete, inclusa la promessa che il suo vicino non entrerà mai a far parte della NATO.

“La situazione in Ucraina si sta deteriorando”, ha detto Wang a Blingen. “La Cina chiede ancora una volta a tutte le parti di esercitare moderazione”.

Wang ha detto che la Cina continuerà a essere in contatto con tutte le parti.

Nell’appello, Blingen ha sottolineato la necessità di proteggere la sovranità e l’integrità territoriale dell’Ucraina di fronte all'”occupazione” russa, ha affermato il portavoce del Dipartimento di Stato americano Nate Price.

Blinken ha parlato con Wang dei progressi della Corea del Nord, ha detto Price in una breve dichiarazione.

La Cina chiede colloqui diretti tra gli Stati Uniti e la Corea del Nord e cerca di svolgere un ruolo costruttivo come sempre nel promuovere una soluzione al problema nucleare nella penisola coreana, ha affermato Wang.

READ  Draft NFL 2022: i momenti migliori degli esami, round 2 e 3

Taiwan

Wang ha detto a Blingen che gli Stati Uniti non dovrebbero includere Taiwan, che rivendica la Cina come proprio territorio, nella strategia indo-pacifica degli Stati Uniti.

All’inizio di questo mese, gli Stati Uniti hanno dichiarato che avrebbero fornito maggiori risorse diplomatiche e di sicurezza alla regione indo-pacifica. Washington ha anche affermato che stava lavorando con partner all’interno e all’esterno della regione per mantenere la pace e la stabilità nello stretto che separa Taiwan dalla Cina.

Wang ha detto a Blinking che il tentativo di includere Taiwan nella strategia di controllo della Cina invia tutti i “segnali sbagliati”, secondo una dichiarazione del ministero degli Esteri cinese.

Tuttavia, Wang ha affermato che la Cina è pronta a gestire le sue differenze con gli Stati Uniti e rafforzare i legami bilaterali.

La Cina ha dichiarato lunedì di aver posto Lockheed Martin Corp e Radeon Technologies Corp sotto embargo sulla vendita di armi a Taiwan e ha annunciato sanzioni contro le società statunitensi per almeno la terza volta.

Martedì il ministero degli Esteri di Taiwan ha dichiarato che continuerà a esortare gli Stati Uniti a continuare a vendere le armi dell’isola “di fronte alle minacce e alle intimidazioni militari cinesi”.

“Le armi di difesa statunitensi aiutano a proteggere la democrazia e l’indipendenza di Taiwan, oltre a garantire la sicurezza nazionale, la pace e la stabilità nella regione indo-pacifica”, ha detto ai giornalisti il ​​portavoce John Ow.

(Il rapporto di Ryan Woo; il rapporto aggiuntivo di Ben Blanchard a Taipei; il montaggio di Tom Hoke e Lincoln Feast.)

We will be happy to hear your thoughts

Leave a reply