Novembre 27, 2021

Umbrialibera

Informazioni sull'Italia. Seleziona gli argomenti di cui vuoi saperne di più su Umbrialibera

La chiave dell’agenda climatica di Pitton è tagliare la nebbia

Washington – la parte più potente del programma climatico del presidente Biden – prevede di convertire rapidamente le centrali elettriche a carbone e gas del paese in energia eolica, solare e nucleare – sarà eliminata da un enorme disegno di legge di bilancio in attesa al Congresso. Dipendenti e attivisti del Congresso ben consapevoli della questione.

Il senatore democratico Joe Munchin III della West Virginia, ricco di carbone, è la chiave per approvare il disegno di legge, con la Casa Bianca che si oppone con veemenza a un progetto di elettricità pulita. Di conseguenza, lo staff della Casa Bianca sta ora riscrivendo la legge senza quell’accordo sul clima e sta cercando di mettere insieme un mix di altre politiche che potrebbero ridurre le emissioni.

Un portavoce dell’amministrazione Biden ha rifiutato di commentare. Il portavoce di Manjin non ha risposto a una richiesta di commento via email.

Il progetto di energia pulita da 150 miliardi di dollari è il muscolo dietro l’ambiziosa agenda climatica di Biden. Premierà le applicazioni che convertono i combustibili da combustibili fossili a fonti di energia rinnovabile e penalizzerà coloro che non lo fanno.

Gli esperti affermano che la politica ridurrà notevolmente i gas serra del pianeta nel prossimo decennio e sarà una forte politica sul cambiamento climatico attuata dagli Stati Uniti.

“Questa è la politica climatica più importante del pacchetto”, ha affermato l’esperta di politica climatica Leah Stokes, che ha consigliato i Democratici del Senato su come sviluppare il piano. “Fondamentalmente abbiamo bisogno di raggiungere i nostri obiettivi climatici. Questa è la verità. Non possiamo ora. Quindi questo è molto triste”.

La battuta d’arresto è che il presidente Biden avrà una mano debole quando si recherà a Glasgow tra due settimane per il vertice delle Nazioni Unite sui cambiamenti climatici principali. Sperava che gli Stati Uniti, il più grande emettitore al mondo di riscaldamento globale, intensificassero la loro inversione e indicassero un programma di elettricità pulita come prova di uno sforzo globale per combattere il cambiamento climatico. Il signor Biden ha promesso che gli Stati Uniti ridurranno le proprie emissioni del 50% entro il 2030 a partire dal 2005.

READ  Il pilota del Boeing 737 Max accusato di aver imbrogliato i regolatori statunitensi

Il resto del mondo è in allerta per l’impegno degli Stati Uniti per affrontare il riscaldamento globale quattro anni dopo, incluso l’ex presidente Donald J. Trump ha apertamente deriso la scienza del cambiamento climatico e ha adottato politiche per promuovere una maggiore perforazione e combustione di combustibili fossili.

“Questo sarà un grosso problema per la Casa Bianca a Glasgow”, ha affermato David G. Snyder, co-direttore dell’Università della California, l’iniziativa di decarbonizzazione profonda di San Diego. Disse Vittorio. “Se vedi il presidente venire e dire tutte le cose giuste con tutte le giuste aspirazioni, uno dei test iniziali per capire se può consegnare ricade sulla questione se puoi fidarti di lui”.

I democratici ritenevano che il programma per l’elettricità pulita dovesse essere incluso nella loro ampia fattura di bilancio Espandi la rete di sicurezza sociale, Hanno in programma di farsi forza usando un percorso rapido chiamato riconciliazione che gli permetterà di passare senza i voti di nessun repubblicano. Il partito sta ancora cercando di capire come far passare quel disegno di legge di bilancio con il disegno di legge bipartisan per le infrastrutture da 1 trilione di dollari.

Per settimane, i leader democratici hanno promesso che il progetto di elettricità pulita era una parte negoziabile della legge. Democratici progressisti “Niente clima, niente accordo!”

Sig. Biden sperava che la legislazione avrebbe ripulito il settore elettrico, che produce un quarto dei gas serra del paese. Non importa chi occupasse la Casa Bianca, voleva un piano che avrebbe avuto implicazioni durature anche dopo aver lasciato l’incarico.

Parlando a un evento a South Francisco venerdì mattina, la portavoce della Camera Nancy Pelosi ha affermato che il disegno di legge enfatizzerà ulteriormente i possibili accordi sul cambiamento climatico.

I Democratici della California dicono: “Siamo qui oggi per il clima.” Questo è il nostro momento. Non possiamo – non abbiamo tempo di aspettare.

I presidenti democratici hanno provato, ma non sono riusciti, a far passare la legislazione sui cambiamenti climatici dell’amministrazione Clinton. Mentre gli scienziati affermano che un anno di siccità, incendi boschivi, tempeste e inondazioni da record hanno peggiorato il cambiamento climatico, i Democratici credono che otterranno abbastanza sostegno politico per emanare una forte legislazione sul clima, anche quando i rapporti scientifici dicono che la finestra si sta chiudendo rapidamente. Per evitare gli effetti peggiori di un pianeta che si riscalda.

READ  Dave Chappell afferma di incontrare i lavoratori transgender di Netflix, ma solo a determinate condizioni

Un importante rapporto scientifico Ad agosto è stato annunciato che i paesi dovrebbero smettere immediatamente di bruciare combustibili per evitare gravi siccità, forti ondate di calore, scarsità d’acqua, tempeste catastrofiche, aumento dei mari e collasso dell’ecosistema. Per evitare la catastrofe, gli scienziati affermano che i paesi non dovrebbero aumentare la temperatura globale media 1,5 gradi Celsius sopra il livello preindustriale. Ma poiché i paesi continuano a emettere anidride carbonica nell’atmosfera, la temperatura globale media è già aumentata di circa 1,1 gradi Celsius.

Sebbene la signora Pelosi abbia promesso a San Francisco di proteggere tali accordi sul clima, almeno quattro persone vicine ai negoziati a Washington hanno definito “morto” il progetto di energia pulita.

La senatrice Tina Smith, democratica del Minnesota e capo del programma, ha detto che le sarebbe costato quando Munch avesse vinto il voto sulla legge di bilancio – e altri democratici si erano concentrati sull’ambiente.

“Dobbiamo avere una forte azione per il clima nel budget migliore costruito”, ha detto. “Sono pronto per tutti gli approcci, ma come ho detto, non sostengo l’accordo sul budget che dobbiamo approvare con la mossa per il clima. Ci sono 50 senatori democratici che devono prendere ogni nostro voto per approvare questo budget.

Sig. Manjin, possessore Relazioni finanziarie personali Per l’industria del carbone, inizialmente voleva scrivere i dettagli del progetto in qualità di presidente della commissione per l’energia e le risorse naturali del Senato. Manzin stava considerando un progetto di elettricità pulita che premiasse le domande per il passaggio dal carbone al gas naturale, che è meno inquinante, ma rilascia anidride carbonica e potrebbe perdere un altro gas serra, il metano. Lo stato natale di Manjin, la Virginia Occidentale, è uno dei maggiori produttori di carbone e gas della nazione.

READ  Il fuoco di Alice innesca la chiusura di una sezione dell'iconica Highway 101 della California nella contea di Santa Barbara.

Ma nei giorni scorsi il sig. Ha notato che era completamente contrario a un progetto di energia pulita per la gestione di Manchin.

Di conseguenza, lo staff della Casa Bianca sta spingendo per calcolare l’impatto delle emissioni derivanti da altre misure climatiche nel disegno di legge, comprese le agevolazioni fiscali per i produttori di energia rinnovabile e le agevolazioni fiscali per i consumatori che acquistano veicoli elettrici. A differenza di un piano per l’energia pulita, le agevolazioni fiscali scadono dopo un certo periodo di tempo e non esiste il potere di trasformazione del mercato di una strategia più sostenibile.

Questi altri piani includono circa 300 miliardi di dollari in sgravi fiscali per servizi pubblici, aziende e proprietari di case che utilizzano o producono elettricità da fonti a zero emissioni di carbonio come l’eolico e il solare e 32 miliardi di dollari in crediti d’imposta per gli individui che acquistano veicoli elettrici. Ciò include $ 13,5 miliardi per stazioni di ricarica per auto elettriche e $ 9 miliardi per aggiornare la rete elettrica, rendendola più ottimale per la trasmissione di energia eolica e solare e $ 17,5 miliardi per ridurre le emissioni di anidride carbonica da edifici e veicoli federali.

Ma mentre questi piani di spesa potrebbero rendere più facile ed economico per l’economia statunitense la transizione verso un futuro a basse emissioni, è improbabile che portino a una rapida riduzione delle emissioni dal programma di elettricità pulita.

“Servono incentivi per pulire il sistema elettrico il più rapidamente possibile, per aggiungere energia pulita e una multa per le fonti energetiche sporche”. Sig. Disse Vittorio. “Una carota e un bastone. Questi benefici fiscali sono carote. Ma niente più bastone. “

I democratici potrebbero provare a far passare un disegno di legge pulito come un disegno di legge separato, ma la scadenza è più breve con l’avvicinarsi delle elezioni di medio termine del 2022.

Emily Cochrane e Jim Tankersley Rapporto contributo.

.