La Casa Bianca afferma che un secondo trimestre consecutivo di PIL negativo è “improbabile” essere indicativo di una recessione

Il Consiglio dei consulenti economici della Casa Bianca Il 21 luglio ha affermato che, anche se la stima anticipata di venerdì del PIL del paese era negativa, era comunque “improbabile” essere un segno che il paese fosse in recessione.

Stati in recessione a due trimestri consecutivi di crescita economica negativa.

In un post sul blog, il Council of Economic Advisers ha affermato che due trimestri consecutivi di calo del PIL non significano che il paese sia in recessione.

“Cos’è una recessione? Mentre alcuni vedono che due trimestri consecutivi di calo del PIL reale costituiscono una recessione, questa non è né la definizione ufficiale né il modo in cui gli economisti valutano lo stato del ciclo economico”, si legge nel post sul blog.

Dipartimento del Tesoro. Janet Yellen riconosce il “rallentamento” economico ma rimuove i timori di recessione

Il presidente Joe Biden parla dell’economia e della base definitiva per l’attuazione del programma di assistenza finanziaria speciale per il salvataggio degli Stati Uniti, che protegge i piani pensionistici multi-datore di lavoro, presso la Max S. Hayes High School di Cleveland, Ohio, 6 luglio 2022. (Photo by Saul Loeb/AFP via Getty Images)/Getty Images)

Citando i dati del National Bureau of Economic Research, la pubblicazione afferma che le “variabili dell’indice di recessione” hanno “dimostrato una forte crescita dell’economia statunitense dall’inizio della pandemia e hanno continuato ad espandersi durante la prima metà di quest’anno”.

Anche se la stima anticipata del PIL del secondo trimestre del Bureau of Economic Analysis mostra un numero negativo, il post sul blog indica che è improbabile che il paese sia in recessione.

READ  L'inflazione non diminuirà presto se il rally di martedì continua

“Sulla base di questi dati, è improbabile che il calo del PIL nel primo trimestre di quest’anno – anche se seguito da un altro calo del PIL nel secondo – indichi una recessione”, secondo la pubblicazione.

Nel frattempo, l’inflazione è salita ai massimi da 40 anni a giugno, raggiungendo il 9,1%.

In “Meet the Press” di NBC News, il segretario al Tesoro Janet Yellen ha affermato che l’economia non è in recessione ma è in un “periodo di transizione” in cui “la crescita sta rallentando”.

Da quando il presidente Biden ha definito l’inflazione “transitoria”, gli Stati Uniti hanno visto un aumento dei costi in 13 mesi.

Janet Yellen

Il segretario al Tesoro Janet Yellen testimonia davanti al Comitato dei modi e dei mezzi a Capitol Hill, l’8 giugno 2022. (Foto AP/Jose Luis Magana, File/Ufficio stampa AP)

“Il mercato del lavoro in questo momento è molto forte”, ha detto Yellen. “Questa non è un’economia in recessione, ma siamo in un periodo di transizione in cui la crescita sta rallentando. Questo è necessario e appropriato e dobbiamo crescere a un ritmo costante e sostenibile. Quindi, c’è un rallentamento, le aziende possono vederlo ed è appropriato, dato che le persone hanno un lavoro ora e abbiamo un mercato del lavoro forte.

Clicca qui per saperne di più su FOX BUSINESS

Comitato Nazionale Repubblicano Un portavoce di Will O’Grady ha detto a Fox Business Network che “ridefinire” ciò che una recessione non risolverà alcune azioni legislative che i democratici hanno intrapreso.

“Joe Biden ha trasformato la ripresa in una potenziale recessione. Ridefinire la parola non risolverà il fatto che i Democratici hanno sprecato $ 1,9 trilioni, facendo aumentare i costi per gli americani. Sottolinea anche quanto Biden e i Democratici siano disconnessi dal dolore che provano le famiglie “, O’ ha detto Grady.

READ  Gli investitori di Bitcoin (BTC) si fanno prendere dal panico quando terraUSD (UST) scende al di sotto di $ 1

We will be happy to hear your thoughts

Leave a reply