La Banca d’Inghilterra non ha acquistato obbligazioni oggi, dopo aver acquistato lunedì solo 22 milioni di sterline, invece di 5 miliardi di sterline al giorno

Fornire con attenzione questo non è un obiettivo di allentamento quantitativo, ma un “supporto” temporaneo per calmare il panico. Il panico si è placato con acquisti minimi.

di Lupo Richter per Via del lupo.

Questo è stato il famigerato ritorno al quantitative easing: la Banca d’Inghilterra ha annunciato il 28 settembre che avrebbe acquistato fino a 5 miliardi di sterline al giorno di titoli di stato britannici (obbligazioni d’oro) “in modo temporaneo e mirato”. Nello specifico, ha affermato, “Lo scopo di questi acquisti è ripristinare condizioni di mercato ordinate. Ha detto che il programma terminerà il 14 ottobre.

Ciò è avvenuto dopo che i rendimenti dei Treasury statunitensi a lunga scadenza sono crollati la scorsa settimana, con il rendimento a 10 anni del 28 settembre prossimo al 5%. Il panico è scoppiato dopo che i fondi pensione britannici con un patrimonio di 1,5 trilioni di sterline hanno ricevuto richieste di margini sui loro derivati ​​basati sull’oro collegati alla strategia di investimento guidato dalla responsabilità (LDI) (Spiegato qui). I fondi pensione hanno iniziato a scaricare obbligazioni fiduciarie insieme ad altre attività per soddisfare queste richieste di margini, creando una spirale mortale per l’oro.

Il 28 settembre la Banca d’Inghilterra è intervenuta e ha dichiarato che avrebbe acquistato fino a 5 miliardi di sterline al giorno sul mercato secondario tramite aste fino al 14 ottobre. Il mercato è diventato disfunzionale. Darà anche ai fondi pensione il tempo di risolvere i loro problemi.

L’annuncio si è stabilizzato sui mercati, i rendimenti dei Treasury a 10 anni sono scesi sotto il 4% e i rendimenti sono scesi in tutto il mondo mentre tutti hanno tirato un sospiro di sollievo poiché il panico non si è diffuso. È nata una nota che la Bank of England è stata la prima banca centrale “pivot” a tornare al quantitative easing.

READ  Il CFO di Bed Bath & Beyond muore annegato nella Jenga Tower di New York

Ma la BoE non ha acquistato obbligazioni oggi, quasi nessuna obbligazione ieri e pochissime la scorsa settimana.

La Banca d’Inghilterra ha acquistato pochissimo durante i primi tre giorni del programma (28, 29 e 30 settembre), con una media di appena 1,21 miliardi di sterline al giorno, invece di 5 miliardi di sterline al giorno, secondo le rivelazioni giornaliere sull’oro della Banca d’Inghilterra acquisti nell’ambito di questo il programma. Non ha comprato quasi nulla lunedì (3 ottobre), solo £ 22 milioni con una M; E ha comprato 0 sterline inglesi – che significa esattamente “zero” – oggi (4 ottobre):

Il programma si è rivelato molto efficace per calmare i mercati, calmare le condizioni di panico e appianare l’aumento dei rendimenti a lungo termine, senza grandi acquisti.

La Banca d’Inghilterra utilizza il prezzo di riserva nelle aste. Lunedì ha ricevuto 1,91 miliardi di sterline in offerte per la vendita di obbligazioni auree, tutte tranne 22 milioni di sterline sono state rifiutate.

Oggi ha ricevuto offerte per un valore di 2,23 miliardi di sterline, rifiutandole tutte con il suo prezzo di riserva.

Con questi limiti di prezzo, la Bank of England sta comunicando maggiormente che questo è un “pilastro” temporaneo, come lo chiama, per calmare il mercato dell’oro, non l’inizio di un nuovo round di allentamento quantitativo; Ed è seriamente intenzionato a terminare il programma, come è stato annunciato il 14 ottobre.

Il 3 ottobre la Banca d’Inghilterra ripetere Che “lo scopo di queste operazioni è fungere da backstop per ripristinare condizioni di mercato ordinate e ridurre qualsiasi rischio di contagio alle condizioni di credito per le famiglie e le imprese del Regno Unito”.

READ  Tesla non è più il più grande venditore di auto elettriche al mondo

Ha affermato che “sta studiando i modelli di domanda e continuerà a utilizzare i prezzi di riserva per garantire la consegna dell’obiettivo di supporto dello strumento”.

“La banca è pronta ad adeguare qualsiasi altro parametro dell’asta al fine di garantire questo obiettivo”, ha aggiunto.

Nello stesso annuncio, in un’altra indicazione che questo non è un nuovo round di allentamento quantitativo, ha affermato di aver chiesto agli sconcertanti trader di “determinare” se le offerte vengono fatte per loro conto o per conto dei loro clienti, a partire dal 4 ottobre.

La Banca d’Inghilterra è intrappolata tra un mercato dell’oro in fuga e un’inflazione del 10% che sta devastando l’economia.

Il rendimento di colpa a 10 anni è sceso di circa 100 punti base dall’apice del panico al 3,87% ora, più o meno a quello che era il 23 settembre:

Ti piace leggere WOLF STREET e vuoi supportarlo? Usa gli ad blocker – capisco perfettamente il motivo – ma vorresti supportare il sito? Puoi donare. Lo apprezzo molto. Clicca su un bicchiere di birra e tè freddo per imparare a farlo:

Vuoi essere avvisato via email quando WOLF STREET pubblica un nuovo articolo? Registrati qui.

We will be happy to hear your thoughts

Leave a reply