La Banca d’Inghilterra ha aumentato i tassi di interesse nel tentativo di combattere l’aumento dell’inflazione

Il governatore della Banca d’Inghilterra Andrew Bailey ha avvertito che la banca si trova su un “percorso stretto” tra crescita e inflazione.

Bloomberg | Bloomberg | Getty Images

LONDRA – IN Banca d’Inghilterra Giovedì, ha alzato i tassi di interesse a un massimo di 13 anni nel tentativo di affrontare la spirale dell’inflazione.

Con una mossa ampiamente prevista, i politici della Banca d’Inghilterra hanno votato per aumentare i tassi di interesse per la quarta volta consecutiva da dicembre, in un momento in cui milioni di famiglie britanniche lottano con l’aumento del costo della vita.

Il Comitato di politica monetaria della Banca ha approvato un aumento di 25 punti base con una maggioranza di 6-3, mentre il tasso di riferimento all’1%. La banca ha affermato che i membri di minoranza sono favorevoli a un aumento del tasso di interesse di 0,5 punti percentuali all’1,25%.

Come molte banche centrali in tutto il mondo, la Banca d’Inghilterra ha il compito di guidare l’economia attraverso l’aumento dell’inflazione esacerbato dall’attacco non provocato della Russia all’Ucraina.

L’inflazione annuale nel Regno Unito ha raggiunto il massimo da 30 anni del 7% a marzo – Più del triplo del livello obiettivo della Banca d’Inghilterra, poiché i prezzi di cibo ed energia continuano a salire. Nel frattempo, la fiducia dei consumatori del Regno Unito è scesa a un minimo storico ad aprile a causa dei timori di un rallentamento della crescita economica.

La banca prevede che l’inflazione nel Regno Unito aumenterà di quasi il 10% quest’anno a causa della guerra Russia-Ucraina e del blocco in Cina. Ha anche avvertito che è probabile che i prezzi aumentino più rapidamente del reddito per molte persone, aggravando la crisi del costo della vita.

READ  Qual è la variante Deltacron per Covid e dove è stata trovata? | Corona virus

Sterlina Ha raggiunto il suo livello più basso a 1,2393 contro il dollaro giovedì pomeriggio, ora di Londra. Livello più basso dal 1 luglio 2020. La valuta britannica è stata scambiata l’ultima volta a $ 1,2405, in calo di oltre l’1,7%.

“Le pressioni inflazionistiche globali si sono intensificate drasticamente sulla scia dell’invasione russa dell’Ucraina”, ha affermato il comitato per la politica monetaria della banca. “Ciò ha portato a un deterioramento materiale delle prospettive di crescita globale e del Regno Unito”.

strada molto stretta

“Il punto è che ora siamo su questo sentiero molto stretto”, ha detto il governatore della banca Andrew Bailey in una conferenza stampa quando gli è stato chiesto perché la banca ha preso la decisione di aumentare i tassi di interesse.

‘Motivo diretto per aumentare [the] A questo punto, ha detto Bailey, il tasso bancario non è solo il quadro attuale dell’inflazione e di ciò che verrà e, naturalmente, ciò che potrebbe significare per le imminenti aspettative di inflazione, ma anche i rischi”.

Il capo della BoE aveva precedentemente affermato che la Banca potrebbe cercare di adottare un approccio più graduale all’inasprimento piuttosto che seguire la Federal Reserve statunitense con un aumento di 50 punti base.

Mercoledì la banca centrale americana Il tasso di interesse di riferimento è stato aumentato a un intervallo di tasso target compreso tra 0,75% e 1%. È stato il più grande aumento dei tassi della Fed in due decenni e il passo più serio nella sua battaglia contro l’inflazione elevata in 40 anni.

Nella sua previsione aggiornata, la banca ha evidenziato i rischi incombenti di una recessione per la quinta economia più grande del mondo. La Banca d’Inghilterra ha affermato che ora prevede una contrazione del prodotto interno lordo negli ultimi tre mesi dell’anno, riflettendo in parte il significativo aumento previsto per le bollette energetiche delle famiglie in ottobre.

In questo momento, la banca vede anche l’inflazione nel Regno Unito raggiungere il picco del 10,2%, il livello più alto dal 1982.

“La crescita del PIL nel Regno Unito dovrebbe rallentare drasticamente durante la prima metà del periodo di previsione”, ha affermato la banca. “Ciò riflette principalmente il significativo impatto negativo dei forti aumenti dei prezzi globali dell’energia e delle materie prime negoziabili sul reddito reale delle famiglie britanniche e sui margini di profitto di molte società britanniche”.

“modalità pilota automatico”

“La combinazione di crescita più lenta e inflazione più elevata è una sfida per molti politici e si riflette nel voto frammentato di oggi”, ha affermato Hussein Mahdi, analista macroeconomico e degli investimenti di HSBC Asset Management.

“Tuttavia, con l’inflazione che dovrebbe rimanere più alta per un periodo più lungo nel 2022, l’inasprimento della politica MPC rimane sul pilota automatico tra le preoccupazioni sugli effetti del secondo round di stretti mercati del lavoro”, ha affermato Mehdi.

“Guardando al futuro, i prezzi dell’energia e le chiusure in Cina sono i principali fattori di rischio, ma la portata dell’inflazione si sta attenuando entro la fine dell’anno e l’impatto delle forti pressioni sul reddito delle famiglie sulla crescita potrebbe eventualmente spingere la banca su un percorso più accomodante”, hanno aggiunto.

“Secondo me, la combinazione della pandemia e della Brexit ha cambiato i fondamenti dell’economia del Regno Unito, in particolare la sua capacità di generare un’inflazione sostenuta”, ha affermato Karen Ward, chief market strategist per l’EMEA presso JPMorgan Asset Management.

“La banca dovrà continuare ad aumentare i tassi per ridurre l’inflazione, ma l’approccio graduale, come è oggi, è comprensibile data la natura dei rischi attuali”, ha affermato Ward.

“Se la domanda repressa dopo la pandemia continua a superare i venti contrari dei prezzi più alti, la domanda rimarrà elastica. Nel qual caso la BoE ha ancora molta strada da fare in questo ciclo di picnic”.

We will be happy to hear your thoughts

Leave a reply