La Banca centrale europea discuterà di impedire alle banche di realizzare miliardi di euro di profitti inaspettati con l’aumento dei tassi di interesse

La Banca centrale europea sta cercando modi per impedire alle banche di realizzare miliardi di euro di profitti extra dallo schema di prestito ultra-economico lanciato durante la pandemia una volta che ha iniziato ad aumentare i tassi di interesse alla fine di questo mese.

I 2,2 trilioni di euro di prestiti agevolati che la Banca centrale europea ha fornito alle banche hanno contribuito a evitare la stretta creditizia quando è scoppiata la crisi del Covid-19. Ma con la banca centrale che ora prevede di aumentare i tassi di interesse, secondo gli analisti è destinata a fornire una miniera di profitti aggiuntivi fino a 24 miliardi di euro agli istituti di credito della zona euro.

Il consiglio direttivo della Banca centrale europea discuterà su come limitare il margine extra che centinaia di banche potranno guadagnare dai loro prestiti agevolati una volta che saranno restituiti ai depositi presso la banca centrale, secondo tre persone che hanno familiarità con i piani.

La gente diceva che sarebbe stato politicamente inaccettabile Banca Centrale Europea Per fornire alle banche profitti sovvenzionati dai contribuenti, aumentando al contempo gli oneri finanziari per famiglie e imprese, la maggior parte dei prestatori commerciali paga bonus ai dipendenti e distribuisce i profitti agli investitori.

La Banca centrale europea ha detto che intende farlo Alzare il tasso di interesse sui depositi a meno 0,25 per cento nella riunione del 21 luglio, mentre è probabile che il segnale di un aumento più ampio a settembre salga sopra lo zero per la prima volta in un decennio, seguito da ulteriori aumenti se l’inflazione rimane elevata.

Un’opzione potrebbe essere che la Banca centrale europea modifichi i termini del prestito per ridurre la possibilità che le banche realizzino un ritorno automatico sui fondi, proprio come li ha resi più attraenti dopo l’inizio della pandemia nel 2020.

READ  La Russia intensifica la sua rappresaglia economica offrendo di riacquistare eurobond per il rublo

La Banca centrale europea ha difeso i suoi prestiti a basso costo alle banche, dicendo: “Senza di loro, l’epidemia avrebbe colpito molto di più l’economia reale”. Ha rifiutato di commentare come potrebbe impedire ai prestatori di realizzare guadagni inaspettati.

Morgan Stanley ha stimato che le banche potrebbero guadagnare tra 4 e 24 miliardi di euro di profitti aggiuntivi mettendo prestiti a basso costo della BCE in depositi presso la banca centrale dal mese scorso fino alla fine del programma nel dicembre 2024, in parte a seconda della velocità con cui i tassi aumentare l’interesse nel prossimo futuro. mesi.

Una persona che ha familiarità con la questione ha affermato che la BCE ha stimato che i guadagni totali disponibili per le banche erano circa la metà della stima massima di Morgan Stanley. Più di 740 banche applicato Per i prestiti al loro apice nel giugno 2020, quando sono stati distribuiti 1,3 trilioni di euro, ma il numero totale dei partecipanti al programma non è disponibile al pubblico.

La Banca centrale europea ha iniziato a fornire prestiti, noti come operazioni di rifinanziamento a lungo termine mirate (TLTRO)TLTRO) – a settembre 2019. Inizialmente era disponibile al tasso sui depositi BCE dello 0,5%. Ma dopo la pandemia, la Banca centrale europea ha ridotto il tasso di interesse a -1%, pagando in effetti le banche di più per prendere in prestito denaro, a condizione che non riducano i loro libri di prestito.

La Banca centrale europea ha riportato il tasso TLTRO al tasso sui depositi il ​​mese scorso. Ma soprattutto, il tasso di prestito è calcolato come una media nei suoi tre anni di vita. Le banche possono rimborsare i soldi già ogni tre mesi. Il mese scorso sono stati effettuati pagamenti anticipati per 74 miliardi di euro, molto meno del previsto, a dimostrazione della crescente attrattiva del sistema con l’aumento dei tassi di interesse.

READ  Il fallimento di Revlon è complicato dall'errore di Citi da 900 milioni di dollari

“Alcune banche hanno rivisto i loro conti sugli utili presso la Banca centrale europea e poi hanno abbandonato l’idea di un rimborso anticipato”, ha affermato un funzionario.

“Ci aspettiamo che le banche europee mantengano le loro TLTRO il più a lungo possibile perché sono solo denaro gratuito”, ha affermato Fabio Ian, senior credit officer di Moody’s. Ha previsto che la maggior parte della liquidità della BCE non avrebbe finanziato i prestiti ma sarebbe stata depositata presso la banca centrale.

Morgan Stanley ha calcolato che se la Banca centrale europea aumenta il tasso di deposito allo 0,75% entro la fine di quest’anno, la banca che ha stipulato il prestito TLTRO nel giugno 2020 potrebbe realizzare un margine di profitto dello 0,6% sul denaro fino alla scadenza . È pagabile a giugno 2023.

“Questa operazione è stata molto redditizia per noi”, ha affermato il direttore finanziario di una banca europea. “È stato difficile per le banche urlare ad alta voce: non vuoi dire che tu, come banchiere, hai tratto profitto dalla pandemia”.

Sebbene la Banca centrale europea non separi i dati per banche, i prestatori francesi sono stati i maggiori utilizzatori di liquidità a basso costo con un’esposizione di quasi 500 miliardi di euro ad aprile, seguiti dalle loro controparti in Italia e Germania.

Presso la Deutsche Bank, la più grande banca tedesca, il prestito di 44,7 miliardi di euro di TLTRO è stato equivalente a circa il 9% del suo portafoglio prestiti totale di 481 miliardi di euro.

L’anno scorso, il reddito da interessi di Deutsche è stato incrementato di 494 milioni di euro dalla liquidità garantita dalla BCE, ovvero il 15% dei suoi utili ante imposte. Deutsche, che considera TLTRO una “sovvenzione del governo” sui suoi conti, ha rifiutato di rivelare quanto è stato depositato presso la BCE.

READ  Set record per nuove dimensioni ipotecarie medie

“Il commercio mobile per contanti non era lo scopo dell’impegno TLTRO di Deutsche Bank”, ha affermato una persona che ha familiarità con il processo decisionale della banca.

We will be happy to hear your thoughts

Leave a reply