Kevin Durant lascia cadere le voci secondo cui preferirebbe ritirarsi piuttosto che continuare a giocare per i Nets

Kevin Durant Non pensare alla pensione. Credimi sulla parola.

disamorato Reti La star ha twittato lunedì che non ha intenzione di lasciare la NBA “in qualsiasi momento” in risposta a un suggerimento secondo cui preferirebbe ritirarsi piuttosto che continuare a giocare a Brooklyn.

Allora, chi è la “fonte senza nome” con cui Durant ha problemi? Per Substack di Marc Stein, è un dirigente del team “ben connesso”. Ecco cosa ha scritto Stein nella sua newsletter del lunedì:

“Durante il campionato estivo di Las Vegas, uno dei dirigenti delle squadre più strettamente imparentate con cui ho parlato regolarmente ha insistito sul fatto che, in base a ciò che stava ascoltando, Kevin Durant era più che disposto a ritirarsi dal giocare di nuovo con i Brooklyn Nets”, ha detto ha scritto. “Era all’inizio di luglio”.

Lo stesso Stein è scettico. Ha inquadrato il rapporto nella sua incredulità sul fatto che Durant avrebbe effettivamente preso in considerazione l’idea di abbandonare il basket mentre era ancora nel fiore degli anni e aveva un contratto da 194 milioni di dollari.

“Ho detto alla guida che semplicemente non ci credevo”, ha continuato Stein. “Sono stato un fedele sostenitore della teoria secondo cui ai Durant Hopper piace giocare a basket troppo per adottare un tale atteggiamento”.

Kevin Durant vuole giocare a basket. (Jacin Venlov/Reuters)

Da dove viene questo Durant nella sua faida con i Nets? Ha ceduto qualsiasi leva che potesse derivare dalla convinzione che avrebbe preso in considerazione l’idea di ritirarsi senza un accordo. Durant non sostiene di voler disperatamente andarsene da Brooklyn. Ma suggerire che il suo desiderio di andarsene supera il suo desiderio di giocare sembra un ponte troppo lontano.

READ  Leader del British Open 2022: copertura in diretta, risultati del golf di oggi, punteggio del quarto round di Rory McIlroy a St Andrews

Per ora, Durant e Networks sono rimasti in un vicolo cieco. Durant vuole lasciare Brooklyn Dopo due stagioni sane che hanno prodotto una vittoria nella serie dei playoff, Ottimo turnover dei giocatori E il L’opposizione delle reti di rame su di me Il ruolo di Durant e Keri Irving nella gestione dell’elenco.

[Set, hut, hike! Create or join a fantasy football league now!]

The Nets si è impegnata a testare il mercato commerciale di Durant in combinazione con richieste elevate. Secondo quanto riferito, l’hanno detto ai Boston Celtics Vogliono Jason Tatum e Jaylen Brown in cambio. Comprensibilmente, i Celtics non sono interessati a scambiare gli All-Stars di 24 e 25 anni con il 34enne Durant con problemi di durabilità e un garretto strappato nel suo registro degli infortuni. Sono appena arrivati ​​alle finali NBA con Tatum e Brown.

Quindi non aspettarti che questo dramma inizi presto. Con la serata di apertura della NBA che termina a più di due mesi di distanza, i Nets non hanno motivo di affrettarsi a concludere un accordo con Durant. Fatta eccezione per una squadra disposta a soddisfare una richiesta commerciale ridicola, Brooklyn è motivata a continuare a lasciare che ciò accada mentre la stagione si avvicina.

Il proprietario dei Nets Joe Tsai ha già annunciato di supportare il General Manager Sean Marks e l’allenatore Steve Nash Allarme segnalato da Durant. Ora, Durant – che è sotto contratto per altri quattro anni – ha rimosso parte della sua influenza dal tavolo eliminando i suoi discorsi sul ritiro.

Non è chiaro come alla fine ciò venga risolto. Nel frattempo, promette di rimanere pieno di melodramma.

READ  Studio del lavoro non ufficiale di Leon Rose per migliorare la Knicks List

We will be happy to hear your thoughts

Leave a reply