Jonah Hill dice che non promuoverà più i suoi film per proteggere la sua salute mentale | Giona Hill

Jonah Hill ha annunciato che non sarà più coinvolto nella promozione dei suoi film a causa dei suoi problemi di salute mentale esacerbati dalle apparizioni sui media e dagli eventi pubblici.

L’attore 38enne ha rivelato il suo piano in una lettera aperta pubblicata da Deadline prima dell’uscita del suo nuovo documentario, Stutz, che ha diretto. Il film parla della relazione di Hill con il suo terapeuta Phil Stutz, che Hill ha iniziato a vedere nel 2017 su raccomandazione del collega attore Joaquin Phoenix. Nel film Hill e il suo trattamento discutono della sua salute mentale.

“Attraverso questo viaggio alla scoperta di me stesso nel cinema, mi sono reso conto di aver passato quasi 20 anni a soffrire di attacchi di ansia, che sono stati esacerbati dalle apparizioni sui media e dagli eventi incontrati dal pubblico”, ha scritto Hill.

Ha detto che “l’intero scopo” di realizzare Stutz era “fornire la terapia e gli strumenti che ho appreso in terapia a un vasto pubblico per uso privato attraverso un film divertente”.

Hill ha detto che mentre non vedeva l’ora che il pubblico vedesse il film, “Non mi vedrai promuovere questo film, o nessuno dei miei film in uscita, mentre faccio questo passo importante per proteggermi. lì e promuovendolo, non sarò onesto con me stesso o con il film.

“Di solito mi ritrovo davanti a lettere o frasi come questa, ma capisco di essere di una classe poco privilegiata che può permettersi una vacanza. Non perderò il lavoro mentre lavorerò sulla mia ansia. Con questa lettera e con Stutz, spero per rendere naturale per le persone parlare e agire di queste cose. Anche loro possono fare passi per sentirsi meglio e in modo che le persone nelle loro vite capiscano i loro problemi più chiaramente. “

La decisione di Hill ricorda quella presa dalla tennista Naomi Osaka un anno fa, quando annunciò che non avrebbe preso parte alle conferenze stampa obbligatorie durante gli Open di Francia 2021 a causa delle domande dei giornalisti che riguardavano la sua salute mentale. Da allora si parla di Osaka Assumere un terapista per la prima volta e riprendere alcune conferenze stampa.

All’inizio di questa settimana, l’attore di Spider-Man Tom Holland ha annunciato che starà lontano dai social media perché lo ha trovato “dannoso” per la sua salute mentale.

In un video pubblicato sul suo account Instagram, che ha 67 milioni di follower, il 26enne ha dichiarato: “Trovo che Instagram e Twitter siano eccessivamente stimolanti e travolgenti. Mi blocco e rabbrividisco quando leggo cose su di me online e alla fine è piuttosto dannoso per il mio stato mentale, quindi ho deciso di ritirarmi ed eliminare l’app.

Altre star, tra cui Selena Gomez, Ed Sheeran, Camila Cabello e Demi Lovato, hanno preso le distanze dai social media a causa della loro salute mentale.

di domenica, L’attore britannico Robert Lindsey, 72 anni Ha annunciato che intende trascorrere meno tempo su Twitter, dopo che suo figlio gli ha detto che stava “influenzando la mia vita quotidiana, i miei pensieri e le mie percezioni”.

“Ovviamente ha ragione e devo eliminare lo stress dai social media e concentrarmi su ciò che ho deciso di fare tre anni fa e scrivere”, ha scritto il rappresentante di My Family.

  • In Australia, l’assistenza è disponibile presso Beyond Blue al 1300 22 4636, Lifeline al 13 11 14 e MensLine al 978 1300789. Nel Regno Unito, Charitable Support è disponibile allo 0300 123 3393 e Childline allo 0800 1111. Negli Stati Uniti, My Mente Salute L’America è disponibile al numero 800-273-8255

READ  Kylie Jenner e Stormy volano per supportare Travis Scott alla premiere dell'Arena

We will be happy to hear your thoughts

Leave a reply