Incidente di urina di Air India: il tribunale di Delhi rinvia l’accusato Shankar Mishra a 14 giorni di custodia cautelare, la polizia nega la sua detenzione: Tribune India


PTI

Nuova Delhi, 7 gennaio

Un tribunale di Delhi sabato ha rinviato Shankar Mishra, accusato di aver urinato su una donna che viaggiava su un volo Air India, a custodia cautelare per 14 giorni con una petizione della polizia per prenderlo in custodia respinta.

La polizia ha chiesto che fosse trattenuto per tre giorni per un interrogatorio detentivo, affermando che doveva essere identificato da tre membri dell’equipaggio, due capitani e altri passeggeri.

Il giudice metropolitano Anamika ha emesso un ordine per mandare Mishra in custodia cautelare, affermando che la sua detenzione non era richiesta dalla polizia per registrare le dichiarazioni di altri testimoni, compreso l’equipaggio di volo e altri passeggeri.

Solo perché c’è una pressione generale, non farlo. disse il giudice.

“Per tutti i motivi di cui sopra… Non è necessario un personal computer per registrare le dichiarazioni dei testimoni. Possono essere controinterrogate in sua assenza. I dati possono essere registrati e il suo computer non è necessario”, ha detto il giudice.

La corte ha osservato che, sulla base delle prove, l’imputato, prima facie, non ha collaborato alle indagini.

“Un esame dei documenti mostra che l’imputato ha deliberatamente evitato di partecipare alle indagini. Al fine di condurre ulteriori indagini, registrare le dichiarazioni dei membri dell’equipaggio e registrare le dichiarazioni, la sua detenzione non è richiesta”.

Durante le discussioni, il tribunale ha chiesto alla polizia perché gli fosse stato chiesto di essere trattenuto.

“Non è ricercato per l’interrogatorio di altri, TIP (test di identificazione). Tutto è noto? Perché è richiesta la sua custodia? Nessun altro verrà arrestato. Non ci sono basi per il PC”, ha detto il giudice.

READ  L'ondata di caldo complica la crisi energetica globale e la lotta per il clima

La polizia ha presentato alla corte durante le argomentazioni che l’equipaggio di volo non ha affrontato la situazione e che anche loro erano complici del presunto crimine.

Nel frattempo, la polizia si è rifiutata di consegnare una copia della FIR a un avvocato che rappresentava il denunciante, dicendo: “La questione è così pubblicizzata, non vogliamo che una copia della denuncia venga data a nessuno diverso dal denunciante”.

La polizia di Bengaluru ha aiutato la polizia di Delhi ad arrestare Shankar Mishra, accusato di aver urinato su un passeggero a bordo del volo Air India per Delhi da New York il 26 novembre, dalla zona di Sanjay Nagar della città.

#airIndia

We will be happy to hear your thoughts

Leave a reply