Il sole scatena un’intensa eruzione solare di categoria X, con altre in arrivo

Un potente bagliore solare è esploso sulla superficie del sole giovedì scorso da una complessa macchia solare che potrebbe, letteralmente, esplodere di nuovo molto presto.

È stata un’esplosione di particelle cariche È registrato come bagliore di classe X1.2. I bagliori X sono la classe più potente di bagliori e possono causare tempeste geomagnetiche Per influenzare il campo magnetico terrestre con il potenziale di danneggiare i satelliti, le apparecchiature di comunicazione e persino la rete elettrica.

Il bagliore è stato il più forte visto almeno da ottobre.

NASA/SDO

Un bagliore X1 come questo, tuttavia, si trova all’estremità inferiore della scala X. Pertanto, non sono stati ancora segnalati danni immediati dall’esplosione stessa, a parte un blackout radio a onde corte su parti dell’Australia e del Pacifico meridionale. Questo oscuramento è stato il risultato di un’energica eruzione solare che viaggia alla velocità della luce verso il nostro pianeta, raggiungendo la Terra in soli otto minuti. Tuttavia, è stato breve.

Tuttavia, gli scienziati ritengono che ci sia sicuramente di più nell’arsenale di questa macchia solare.

L’ex astronomo della NASA Tony Phillips ha scritto Spaceweather.com.

Forti brillamenti sono spesso accompagnati da espulsioni di massa coronale (CME) di plasma caldo che possono vomitare verso la Terra ma a velocità molto più basse, impiegando un giorno o più per compiere il viaggio.

Quando c’è un impatto diretto sulla Terra, il risultato può essere un display aurorale luminoso a latitudini più elevate, ma anche il suddetto danno alle infrastrutture. Finora non vi è alcuna segnalazione di un CME che accompagni il flare di giovedì.

Questa è una gradita sorpresa, dal momento che la macchia solare massiccia e potentemente complessa che ha prodotto ha trascorso la prima parte di questa settimana a far esplodere potenti bagliori e la CME dal lato più lontano del Sole. Ora quella macchia solare, catalogata come AR3182, sta orbitando nella nostra linea di vista diretta dalla Terra, il che significa che una futura CME nei prossimi giorni potrebbe essere puntata direttamente su di noi.

NOAA Previsioni del Centro di previsione meteorologica spaziale Probabilità del 10 percento di più X brillamenti durante il fine settimana.

READ  La calotta glaciale della Groenlandia si sta sciogliendo dal basso verso l'alto

We will be happy to hear your thoughts

Leave a reply