Il russo Lavrov giura ‘piena protezione’ per qualsiasi territorio annesso | Notizie sulla guerra tra Russia e Ucraina

Il ministro degli Esteri russo Sergei Lavrov ha affermato che le aree in cui si tengono i referendum ampiamente criticati in Ucraina sarebbero sotto la “piena protezione” di Mosca, aumentando la possibilità di utilizzare armi nucleari se Kiev tentasse di riconquistare i territori se annessi.

I commenti di Lavrov in una conferenza stampa a New York City sabato sono arrivati ​​mentre i residenti di quattro regioni occupate dalla Russia nell’Ucraina orientale e meridionale continuano a votare sull’adesione alla Russia.

Mosca ha descritto il referendum di quattro giorni, iniziato venerdì, come un referendum sull’autodeterminazione, ma l’Ucraina ei suoi alleati occidentali vedono il voto come una farsa orchestrata dal Cremlino.

Kiev afferma che i residenti di molte regioni sono sotto pressione per votare.

“A seguito di quei referendum, la Russia rispetterà sicuramente l’espressione della volontà delle persone che hanno subito anni di abusi del regime neonazista”, ha detto Lavrov ai giornalisti dopo essersi rivolto all’Assemblea generale delle Nazioni Unite.

Alla domanda se la Russia avesse prove dell’uso di armi nucleari per difendere le aree annesse all’Ucraina, Lavrov ha affermato che il territorio russo era “sotto la piena protezione dello stato”, inclusa l’area “ulteriormente annessa” alla costituzione russa in futuro.

“Tutte le leggi, le dottrine, i concetti e le strategie della Federazione Russa si applicano a tutte le sue regioni”, ha affermato, riferendosi specificamente alla dottrina russa sull’uso delle armi nucleari.

I commenti del ministro hanno fatto seguito a un esplicito avvertimento dell’ex presidente Dmitry Medvedev, alleato del presidente russo Vladimir Putin, giovedì che l’arsenale di Mosca, comprese le armi nucleari strategiche, potrebbe essere utilizzato per difendere i territori annessi alla Russia. Putin ha precedentemente promesso di utilizzare “tutti i mezzi a nostra disposizione”, comprese le armi nucleari, se l’integrità territoriale del suo paese è minacciata.

READ  Microsoft sorprende oggi con la prima versione multiplayer di Hollow Infinite

Il ministro degli Esteri ucraino Dmytro Kuleba ha definito “irresponsabili” e “assolutamente inaccettabili” i commenti di Lavrov e la sua affermazione secondo cui Putin non era calunnioso sull’uso di armi nucleari.

“L’Ucraina non si arrende. Chiediamo a tutte le potenze nucleari di parlare ora e di chiarire alla Russia che tale retorica mette in pericolo il mondo e non sarà tollerata”, ha scritto Kuleba su Twitter.

L’Ucraina ha chiesto che la Russia sia ritenuta responsabile dei suoi sforzi per cambiare i confini dell’Ucraina riconosciuti a livello internazionale in violazione della Carta delle Nazioni Unite. .

La guerra della Russia in Ucraina, che ha ucciso migliaia di persone, è giunta al settimo mese e molti leader, parlando al vertice annuale delle Nazioni Unite a New York, hanno criticato Mosca per il conflitto, condannando le sue minacce nucleari e accusandola di atrocità e guerra. crimini e incolpare la sua decisione di richiamare alcune delle sue riserve.

Lavrov ha detto che le sue Nazioni Unite In precedenza ha usato il discorso per giustificare le azioni della Russia, ripetendo false affermazioni secondo cui il governo eletto a Kiev era stato insediato illegittimamente, che l’est del paese era popolato da neonazisti e di lingua russa oppressa.

https://www.youtube.com/watch?v=SGX7WPicnSY

Ha cercato di attirare l’attenzione sugli Stati Uniti, dicendo che Washington ei suoi alleati della NATO – come l’Occidente, non la Russia – stavano minando in modo aggressivo l’organo di rappresentanza delle Nazioni Unite. Ha accusato che l’Occidente mirava a “distruggere e spezzare la Russia” per “rimuovere dalla mappa del mondo il sistema geopolitico sempre più indipendente”.

Alla domanda in una conferenza stampa se si aspettava che i futuri colloqui con gli Stati Uniti rendessero la Russia più sicura di ciò che chiama l’invasione della NATO nella sua sfera di influenza, Lavrov ha affermato che l’Occidente ha interrotto le discussioni precedenti. Il suo omologo statunitense, Antony Blinken, ha interrotto i colloqui prima dell’invasione, definendo la mossa delle truppe russe lungo il confine con l’Ucraina un “rifiuto totale della diplomazia”.

READ  È improbabile che l'iPad Pro Ultra arrivi nel 2022, senza ingannare nessuno

“Non diciamo no ai contatti. Quando arrivano proposte in tal senso, siamo d’accordo. Se i nostri partner vogliono incontrarsi in silenzio e nessuno lo scopre, va bene, perché parlare è sempre meglio che non parlare”, ha detto Lavrov.

“Ma nelle circostanze attuali, la Russia semplicemente non farà il primo passo”.

Ha cercato di ritrarre l’opposizione alla guerra della Russia in Ucraina come limitata a Washington e ai paesi sotto la sua influenza, anche se quasi tre quarti dell’Assemblea generale hanno votato per condannare Mosca a marzo.

La Cina, partner strategico della Russia, ha smesso di sostenere o aiutare la campagna militare, anche se critica le sanzioni economiche occidentali contro Mosca. In una sorprendente ammissione la scorsa settimana, Putin ha affermato che il presidente cinese Xi Jinping è preoccupato per l’Ucraina.

Nel suo discorso all’ONU, il ministro degli Esteri cinese Wang Yi ha invitato sia la Russia che l’Ucraina a “non lasciare che la crisi si diffonda” e a non colpire i paesi in via di sviluppo.

“La Cina sostiene tutti gli sforzi per trovare una soluzione pacifica alla crisi ucraina. Facilitare i colloqui di pace è una priorità urgente”, ha affermato Wang. “La soluzione fondamentale è affrontare le legittime preoccupazioni in materia di sicurezza di tutte le parti e costruire una sicurezza equilibrata, efficace e stabile quadro”, ha aggiunto.

Alla domanda dei giornalisti se la Russia si stesse piegando alle pressioni della Cina per porre fine alla guerra, Lavrov ha detto: “Puoi dire ai tuoi lettori, ascoltatori, spettatori che ho evitato di rispondere alla tua domanda”.

We will be happy to hear your thoughts

Leave a reply