Il prossimo tentativo di test del gigantesco razzo lunare Artemis I della NASA inizierà martedì

Il team della missione prevede di iniziare Giovedì la fornitura della pila di razzi Artemis I da 322 piedi (98 m), incluso il sistema di lancio spaziale della NASA e la navicella spaziale Orion.

Il test, noto come prova con abiti bagnati, è stato modificato in risposta a un problema riscontrato durante il terzo tentativo durante il fine settimana. Gli ingegneri hanno stabilito che la valvola di ritegno dell’elio non funziona. La valvola è difficile da raggiungere mentre il missile è sulla piastra di lancio, ma può essere sostituita o riparata in seguito. La versione modificata del trapano a umido è necessaria per garantire la sicurezza dell’equipaggiamento di volo del missile.

L’elio viene utilizzato per spurgare il motore prima di caricare un propellente estremamente freddo – che è bagnato durante l’allenamento sul bagnato – durante il rifornimento. Le valvole di ritegno consentono al gas o al liquido di fluire in una direzione per impedire il flusso inverso. In questo caso, la parte non funzionante è lunga circa 3 pollici e impedisce all’elio di rifluire fuori dal razzo.

Quando il serbatoio dello stadio primario del missile inizierà giovedì, il test rivisto decomprimerà la valvola e lo stadio superiore del missile con una spinta minima. In precedenza, la squadra Avevo pianificato di rifornire completamente gli stadi primari e superiori del razzo, ma il problema della valvola lo impedisce Una fase della procedura durante questo test.

I risultati di questa prova determineranno se c’è di più I test devono essere condotti prima del lancio.

“Sono molto fiducioso che giovedì faremo un buon test con le procedure modificate”, ha affermato John Blevins, ingegnere capo SLS presso il Marshall Space Flight Center della NASA a Huntsville, in Alabama, durante una conferenza stampa lunedì. “Non posso dire di essere contento che abbiamo avuto una parte rotta, ma sono contento che l’abbiamo trovata quando l’abbiamo fatto prima di entrare in qualsiasi hack con una parte rotta. Ecco perché eseguiamo questi test completi”.

READ  Il 6 giugno verrà lanciato sulla rampa di lancio il razzo lunare Mega Artemis

La prova simula ogni fase del lancio senza che il missile esca effettivamente dalla rampa di lancio. Ciò include l’accensione del razzo SLS e della navicella spaziale Orion, il caricamento di propellente ultra-raffreddato nei serbatoi del razzo, l’esecuzione di un conto alla rovescia completo della simulazione del lancio, il ripristino del conto alla rovescia e l’asciugatura dei serbatoi del razzo.

I martedì inizieranno intorno alle 17:00 ET con le stazioni che chiamano, un check-in con ogni team associato a un lancio per dire che i test sono iniziati.

Una volta completato questo test, il razzo Artemis I verrà restituito al Vehicle Assembly Building del Kennedy Space Center in Florida, dove i team possono analizzare e sostituire la valvola, se necessario.

I funzionari hanno affermato che i tre precedenti tentativi di prove avevano già fornito informazioni preziose alla squadra, anche se hanno affrontato vari problemi.

“Abbiamo completato molti dei requisiti di test di cui avevamo bisogno per uscire dal business degli indumenti bagnati”, ha detto durante una conferenza stampa Tom Whitmaier, vicedirettore associato dello sviluppo dei sistemi di esplorazione presso la sede della NASA. “Abbiamo ancora un po’ di cui occuparci giovedì. L’enorme razzo lunare è in buone condizioni e lo stiamo trattando con molta attenzione”.

Sebbene i problemi esatti individuati durante i tentativi di test non fossero previsti, fanno parte del processo durante il test di un nuovo missile.

“Qualsiasi nuovo missile introdotto in un nuovo programma come questo tipo di missile passa attraverso questi aggiornamenti e comprende le prestazioni del missile”, ha detto Whitmer. “E questo è il genere di cose che stiamo attraversando in questo momento.”

READ  L'equipaggio della stazione attende la partenza di Ax-1 e Crew-4 Launch - Space Station

“Posso dire che queste probabilmente non saranno le ultime sfide che dovremo affrontare”, ha affermato durante la conferenza Mike Sarafin, responsabile della missione Artemis presso la sede della NASA. “Ma sono fiducioso che abbiamo la squadra giusta al posto e la capacità di venire fuori e superare questi problemi è qualcosa di cui possiamo essere orgogliosi”.

I risultati dell’allenamento in abiti bagnati determineranno quando Artemis I si imbarcherà in una missione oltre la Luna e ritornerà sulla Terra. Questa missione lancerà il programma Artemis della NASA, che dovrebbe riportare gli esseri umani sulla luna e far atterrare la prima donna e la prima persona di colore sulla luna entro il 2025.

Sarafin ha affermato che l’attuale finestra di lancio include dal 6 giugno al 16 giugno, dal 29 giugno al 17 luglio e dal 26 luglio al 9 agosto.

We will be happy to hear your thoughts

Leave a reply