Il procuratore generale Garland rilascia una dichiarazione dopo l’indagine dell’FBI su Trump

Il procuratore generale Merrick Garland rilascerà una dichiarazione giovedì pomeriggio, tre giorni dopo che gli agenti dell’FBI hanno fatto irruzione nella casa dell’ex presidente in Florida. Donald Trump.

Il Dipartimento di Giustizia, presieduto da Garland, ha subito pressioni da quel raid per fornire una spiegazione pubblica per la perquisizione della casa di Trump nel suo club di Mar-a-Lago.

Trump, un repubblicano, e i suoi alleati hanno affermato che la ricerca era motivata politicamente e hanno puntato il dito contro l’amministrazione del presidente Joe Biden, un democratico, nel condannare l’indagine.

L’FBI ha sequestrato circa una dozzina di scatole dalla casa lunedì, secondo l’avvocato di Trump Christina Popp.

Gli agenti hanno lasciato una copia del mandato di perquisizione, che indicava che stavano indagando su possibili violazioni del Presidential Records Act e delle leggi relative al trattamento del materiale classificato.

Giovedì, un alto funzionario della Casa Bianca ha detto a NBC News di non sapere cosa avrebbe detto Garland.

Il procuratore generale degli Stati Uniti Merrick Garland parla ai giornalisti del Dipartimento di Giustizia dopo che tre imputati sono stati giudicati colpevoli di crimini d’odio federali nell’uccisione dell’adolescente nero Ahmed Arbrey il 22 febbraio 2022 a Washington, DC, Stati Uniti

Nicholas Vieni | Reuters

“Non abbiamo notato che stava facendo i commenti e nessuna spiegazione sul loro contenuto”, ha detto il funzionario.

Il Dipartimento di Giustizia e Garland hanno una politica di lunga data di non commentare le indagini penali prima che le accuse vengano presentate.

Questa è una notizia dell’ultima ora. Controlla di nuovo per gli aggiornamenti.

READ  Inondazioni nel Kentucky: il governatore afferma che il bilancio delle vittime "potrebbe raddoppiare" poiché è difficile raggiungere le persone nelle aree colpite

We will be happy to hear your thoughts

Leave a reply