Il primo ministro olandese afferma che l’intero Occidente è minacciato se l’aggressore non viene sfidato

Il primo ministro olandese ha affermato che l’Europa deve fare di più per sostenere l’Ucraina.

Bloomberg/Collaboratore/Getty Images

Il primo ministro olandese Mark Rutte ha affermato giovedì che è essenziale che l’Europa continui a resistere all’aggressione russa, affermando che la regione dovrebbe fare “tutto il possibile per aiutare gli ucraini”.

“Se un aggressore non viene sfidato e può fare i suoi affari, allora l’Ucraina non finirà. L’intero Occidente è minacciato”, ha detto Rutte alla CNBC, mentre discuteva della reazione dell’Europa alla guerra in Ucraina al World Economic Forum di Davos. .

Rutte ha fatto riferimento all’accordo di Monaco del 1938 nella sua discussione con Steve Sedgwick della CNBC, in cui le forze alleate hanno concordato che la Cecoslovacchia avrebbe consegnato le sue regioni di confine e le sue difese alla Germania nazista.

Ha aggiunto: “La gente sente che si tratta di valori, che non possiamo accettare che un paese ne invada un altro … Riguarda anche la nostra sicurezza collettiva”.

Rutte ha anche affermato che l’Europa deve fare di più per aiutare l’Ucraina, ma che la questione dell’invio di carri armati è una “decisione delicata”.

“Sono d’accordo che c’è un argomento da fare [tanks] all’Ucraina. C’è anche un motivo per prendere la decisione insieme ad altri, compresi i nostri amici negli Stati Uniti”, ha detto, aggiungendo di essere “piuttosto ottimista” sul fatto che la situazione “potrebbe arrivare a un punto critico”.

“Dobbiamo fare tutto il possibile per aiutare gli ucraini”, ha detto Rutte.

Ucraina ripetutamente chiesto E i suoi alleati occidentali forniranno carri armati per aiutarla a combattere la Russia, che ha causato tensioni tra i paesi europei, poiché alcuni temono che fornire armi provocherà ulteriormente Mosca.

READ  Le forze russe lanciano una raffica di missili nel nord dell'Ucraina dalla Bielorussia | Ucraina

Ma la regione potrebbe essere vicina al raggiungimento di un accordo.

“La mia comprensione è che un accordo è stato sostanzialmente raggiunto”, ha detto lunedì alla CNBC John E. Herbst, direttore senior dell’Eurasia Center del Consiglio Atlantico ed ex ambasciatore degli Stati Uniti in Ucraina.

“Sappiamo che il ritardatario qui era la Germania, e i tedeschi ora sembrano convinti di questo, permetteranno ad altri paesi che hanno carri armati Leopard di inviarli in Ucraina – ne sono sicuro – e penso anche che sia molto probabile, ma Non sono sicuro che la Germania mandi dei Pardi.” Inoltre”.

Alla domanda sui contributi della Germania, Rutte ha detto che il paese ha “fatto tutto il necessario” per aiutare l’Ucraina.

— Holly Ellytt della CNBC ha contribuito a questo rapporto.

We will be happy to hear your thoughts

Leave a reply