Il presidente del gruppo Wagner usa la guerra per sfruttare le risorse naturali di Bakhmut – ISW

Yevgeny Prigozhin, il finanziatore del gruppo di mercenari Wagner che combatte per Mosca, vede la battaglia di Bakhmut come un tentativo di impadronirsi delle risorse nelle vicinanze, ha affermato l’Istituto per lo studio della guerra (ISW).

Un funzionario della Casa Bianca ha detto giovedì che Prigozhin voleva prendere il controllo delle miniere di sale e gesso vicino alla città controllata dall’Ucraina nella regione di Donetsk che le due parti stanno combattendo da mesi, secondo Reuters.

Gli Stati Uniti hanno precedentemente accusato i mercenari russi di sfruttare le risorse naturali in paesi tra cui la Repubblica Centrafricana, il Mali e il Sudan per aiutare a finanziare la guerra di Mosca in Ucraina, nonostante il rifiuto di Mosca di farlo.

Prigozhin ha detto sabato sul suo canale di social media Telegram che catturare Bakhmut e Solidar, che si trovano a circa 9 miglia a nord-est, sarebbe “la ciliegina sulla torta” a causa della loro rete segreta, che potrebbe essere un rifugio per truppe e carri armati.

Soldati della prima brigata di carri armati ucraini il 29 dicembre 2022 a Pakhmut, in Ucraina. L’Istituto per lo studio della guerra (ISW) ha dichiarato l’8 gennaio che i combattimenti per la città facevano parte di un tentativo del capo del gruppo mercenario Wagner di impossessarsi delle risorse vicine.
Pierre Krum/Getty Images

L’ISW ha affermato che le osservazioni “sono probabilmente un tentativo di spiegare il ritmo lento dell’avanzata di Wagner intorno a Bakhmut, ma possono in parte spiegare la sua costosa determinazione di mesi a stabilire il controllo sulla regione”.

Tuttavia, il think tank ha notato come Prigozhin sia stato criticato da un blogger militare che ha affermato che anche se le forze russe catturassero Solidar, Mosca “perderebbe strategicamente a causa della dedizione delle sue migliori forze in una battaglia di logoramento”.

READ  Il conduttore di Fox News Tucker Carlson cambia tono su Russia, Ucraina e Putin

Prigozhin è un alleato a partire dal Il presidente russo Vladimir Putinma ha criticato lo sforzo bellico della Russia in Ucraina, senza condannare direttamente il presidente russo.

Il gruppo Wagner ha subito pesanti perdite a Bakhmut, con una stima di 4.100 soldati uccisi e 10.000 feriti tra le sue forze di quasi 50.000 mercenari, secondo Reuters, citando un funzionario statunitense. Ciò includeva più di 1.000 morti tra la fine di novembre e l’inizio di dicembre.

Il vice ministro della Difesa ucraino Hanna Malyar ha dichiarato domenica che le forze di Kiev si stanno difendendo duramente e stanno avanzando “a poco a poco” in alcune parti della provincia di Donetsk, ma ha aggiunto: “È molto difficile a Solidar”.

Il giorno prima, Serhiy Sherevaty, portavoce del gruppo delle forze dell’Ucraina orientale, ha negato le affermazioni russe di aver catturato Solidar.

Nel frattempo, il presidente ucraino Volodymyr Zelensky ha dichiarato nel suo discorso video di domenica sera che le sue forze stanno respingendo i continui attacchi a Bakhmut, che stanno “resistendo a ogni previsione” con le truppe che mantengono le loro posizioni a Solidar.

L’Ucraina ha anche respinto le affermazioni russe secondo cui 600 soldati di Kiev sono stati uccisi in un “attacco di rappresaglia” a Kramatorsk come rappresaglia per l’attacco di Capodanno a Makeyka In cui Mosca ha detto che sono stati uccisi 89 soldati.

Combatti per Bakhmut Fu una battaglia di logoramento per entrambe le parti, che richiese molta artiglieria e manodopera.

Michael Kaufman, direttore degli studi russi presso il CNA (Centro per le analisi navali), ha dichiarato il 5 gennaio al podcast War on the Rocks che mentre le forze russe sono state incaricate di cercare di prendere il controllo dell’intera regione di Donetsk, “la stessa Bakhmut non lo fa offri molto».

READ  Il Cremlino afferma che il fallimento degli accordi di Minsk ha portato all'attacco della Russia all'Ucraina

Ha detto che mentre l’unico modo per raggiungere Sloviansk e Kramatorsk per proteggere la regione era via Bakhmut, la città stessa era soggetta alla “fallacia del costo irrecuperabile”.

Ha detto che “l’esercito russo ha bisogno di catturare Bakhmut e l’esercito ucraino ha bisogno di difendere Bakhmut perché entrambe le parti hanno assorbito un’enorme quantità di forza lavoro e risorse”.

Sebbene la cattura di Bakhmut fornirebbe un vantaggio alle forze russe, Kaufman ha affermato di non aver ottenuto alcun progresso nel sud, il che significa che “per quanto tatticamente rilevante possa sembrare, strategicamente è un ponte verso il nulla”.

Newsweek ha contattato il ministero della Difesa russo per un commento.

We will be happy to hear your thoughts

Leave a reply