Il massimo che si avvicina all’Unione europea sul prezzo del petrolio russo

Il complesso sforzo degli alleati dell’Ucraina per privare la Russia di miliardi di dollari di proventi petroliferi limitando il prezzo pagato per il suo greggio è giunto al culmine questa settimana.

I diplomatici dell’Unione Europea si incontreranno mercoledì per cercare di fissare quel prezzo dopo aver discusso con gli Stati Uniti e il Gruppo dei Sette altre nazioni industrializzate, due settimane prima che il tetto entri in vigore.

L’incontro dei diplomatici a Bruxelles segnerà la fase finale dell’attuazione della politica, che richiede l’allineamento normativo e logistico nella complessa attività di trasporto di carburante dalla Russia a mercati come India e Cina.

La politica deve entrare in vigore entro il 5 dicembre, quando l’Unione europea inizierà il suo embargo quasi totale sul petrolio russo, una delle numerose misure che il blocco ha adottato per paralizzare l’economia russa e limitare la sua capacità di fare la guerra in Ucraina.

L’idea alla base di un tetto massimo è limitare le entrate che la Russia può ottenere dalle sue esportazioni di petrolio, evitando al contempo la carenza di carburante, che potrebbe far salire i prezzi e aggravare una crisi del costo della vita in tutto il mondo.

Il modo in cui i paesi del G7 vogliono far funzionare questo è affidando l’onere di implementare e fissare il prezzo massimo alle società che aiutano a vendere il petrolio: le compagnie di navigazione e di assicurazione globali, per lo più con sede in Europa.

Questo è il motivo per cui il quadro normativo per far rispettare questa misura deve essere adottato in Europa così come in altri membri del G7 come Stati Uniti, Gran Bretagna e Giappone, che ospitano anche società attive nel trasporto o nella messa in sicurezza del petrolio russo.

Gli ambasciatori dell’UE dovranno concordare all’unanimità un prezzo al barile. Diversi diplomatici hanno affermato che una decisione è attesa per mercoledì, ma potrebbero esserci dei ritardi.

READ  I futures Dow salgono, il prezzo del petrolio salta su mossa a sorpresa OPEC +, notizie Russia

Poiché il limite richiederebbe una modifica delle sanzioni dell’UE contro la Russia, è necessario un accordo unanime tra i 27 paesi dell’UE sul prezzo.

Sette alti diplomatici dell’UE hanno affermato che vi è sostegno politico per la politica, ma le opinioni divergono su dove dovrebbe essere fissato il prezzo. Hanno parlato a condizione di anonimato perché non volevano rovinare i colloqui in corso.

L’idea è di aumentare il prezzo quel tanto che basta al di sopra del costo di estrazione del petrolio per incentivare i russi a continuare a vendere, ma abbastanza basso da intaccare i profitti che guadagnano.

Il costo dell’estrazione di un barile in Russia è stimato tra i 12 ei 20 dollari; Di recente, il petrolio russo veniva scambiato a quasi 70 dollari al barile sui mercati globali. Il segretario al Tesoro Janet L. Yellen e diversi diplomatici europei hanno indicato che il prezzo probabile è di 60 dollari al barile. Ma i diplomatici dell’UE dei paesi più vicini all’Ucraina che adottano una linea più dura e filo-ucraina hanno indicato che preferirebbero un prezzo più basso.

Gli Stati Uniti stanno permettendo all’UE di assumere un ruolo guida nella fissazione di un prezzo che può essere concordato lì. Un portavoce del Tesoro degli Stati Uniti ha affermato che gli Stati Uniti non hanno intenzione di proporre privatamente un tasso ai partner europei.


Cosa consideriamo prima di utilizzare fonti anonime. Conosci le fonti informative? Qual è il motivo per cui ce lo dicono? Si è dimostrato affidabile in passato? Possiamo confermare le informazioni? Anche se soddisfa queste domande, The Times utilizza fonti anonime come ultima risorsa. Il giornalista e almeno un editore conoscono l’identità della fonte.

I diplomatici della Polonia e dei suoi vicini baltici hanno affermato che vorrebbero anche vedere limiti di prezzo accompagnati da impegni per imporre sanzioni contro il commercio europeo ancora protetto con la Russia, come ad esempio Diamanti e combustibile nucleare reattori.

READ  I clienti che si fidano del gigante delle criptovalute FTX potrebbero non rimanere senza nulla

L’embargo dell’UE sul petrolio russo iniziato il 5 dicembre include anche il divieto ai servizi europei di spedire, finanziare o assicurare spedizioni di petrolio russo verso destinazioni al di fuori del blocco, una misura che interromperebbe l’infrastruttura che porta il petrolio russo agli acquirenti. . Lo scienziato.

Per implementare il prezzo massimo, questi fornitori di merci europei sarebbero invece autorizzati a trasportare il greggio russo fuori dal blocco solo se il carico soddisfa il prezzo massimo. In altre parole, sarebbe stato lasciato loro il compito di garantire che il petrolio russo che stavano trasportando o assicurando fosse venduto a un prezzo pari o inferiore a quello specificato; Diversamente da quello, Saranno legalmente responsabili della violazione delle sanzioni.

Quelle industrie di navigazione al centro dell’applicazione di un limite di prezzo rimangono all’oscuro del prezzo e di altri dettagli su come funziona il limite. L’industria delle assicurazioni marittime, che era stata scettica sull’idea fin dall’inizio, ha detto che avrebbe fatto tutto il possibile per conformarsi.

Ovunque venga fissato un prezzo, i fornitori si assicureranno che l’assicurazione sia “concessa solo alle spedizioni al di sotto di tale prezzo per unità”, ha affermato Lars Lang, segretario generale dell’International Marine Insurance Federation, un’associazione di settore con sede in Germania.

Gli alleati del G-7 sembrano avere priorità diverse nella definizione dei limiti di prezzo, ha affermato Rachel Zimba, membro anziano del Center for a New American Security. Gli Stati Uniti si sono concentrati sul mantenere il petrolio russo sul mercato, mentre l’Unione Europea vuole privare la Russia di quante più entrate possibili.

I ritardi nella fissazione del prezzo potrebbero interrompere il flusso del petrolio russo con l’avvicinarsi della scadenza.

READ  Dopo il fallimento dei colloqui con India's Future, Amazon continua ad attaccare gli annunci sui giornali

“Più tempo ci vuole prima che un prezzo venga rilasciato, maggiore è il rischio di fare più petrolio temporaneamente perché gli acquirenti aspetteranno e vedranno”, ha detto Ziemba.

In un’intervista di questo mese prima del vertice del G20 a Bali, la Yellen ha affermato che è stato difficile per l’Europa raggiungere un accordo sui meccanismi di price cap.

“Ci vuole l’accordo di un gran numero di paesi e l’Unione Europea richiede l’unanimità”, ha detto la Yellen, aggiungendo di essere ottimista sul fatto che avrebbe funzionato. “Stiamo lavorando attivamente per nominarlo e sarà sicuramente fatto entro il 5 dicembre, si spera prima di allora”.

Gli Stati Uniti hanno resistito pubblicamente a proporre un prezzo massimo, preferendo invece stabilire standard pubblici.

“Vogliamo assicurarci che salga abbastanza in alto da mantenere l’impulso a vendere”, ha detto la signora Yellen. “Non vogliamo che sia economicamente vantaggioso per loro solo chiuderlo”.

I funzionari dell’amministrazione Biden affermano di essere fiduciosi che la proposta abbia già raggiunto un obiettivo importante: calmare i commercianti di petrolio prima di una potenziale grave interruzione con l’arrivo delle sanzioni.

I prezzi del petrolio sono scesi nelle ultime settimane e alcuni sono scesi brevemente lunedì al livello più basso da gennaio, prima dell’invasione russa dell’Ucraina. I funzionari statunitensi leggono questi prezzi come un segno che i commercianti non sono preoccupati per la Russia che ritira dal mercato milioni di barili il mese prossimo.

Mantenere il flusso del petrolio e ridurre al minimo il rischio di un altro picco dei prezzi del petrolio è stato l’obiettivo principale dell’amministrazione Biden con il piano del tetto massimo. Privare la Russia delle entrate, che probabilmente accelererebbe la fine della guerra, sarebbe un ulteriore e gradito vantaggio per Biden.

Jim Tankersley Contribuire alla redazione dei report.

We will be happy to hear your thoughts

Leave a reply