Il greggio statunitense è di 130 dollari al barile, il che rende più probabile che la Russia bloccherà il petrolio occidentale tra 13 anni.

Terminale di petrolio e gas nel porto di Odessa a Odessa, in Ucraina, sabato 22 gennaio 2022.

Christopher O’Keefe | Bloomberg | Getty Images

Il greggio statunitense è aumentato di oltre l’8% all’inizio degli scambi domenica sera, poiché il mercato ha continuato a reagire alle interruzioni dell’offerta dovute alla continua invasione russa dell’Ucraina e alla possibilità di un embargo sul petrolio e sul gas naturale russi.

Futuro grezzo intermedio del Texas occidentaleIl benchmark petrolifero statunitense, scambiato all’8% in più di $ 125 al barile, è il più alto da luglio 2008. Ad un certo punto il prezzo è salito a $ 130,50 prima di ritirarsi domenica sera.

Standard internazionale, Greggio BrentIl titolo è salito del 9% a $ 128,60, il livello più alto dal 2008. Il Brent è salito a $ 139,13 un punto durante la notte.

“È sempre più probabile che il petrolio porti a un divieto completo del petrolio e dei prodotti russi”, ha affermato John Gildoff, di Capitol Again. “I prezzi già elevati della benzina continuano a salire in modo tumultuoso. In alcuni stati i prezzi aumenteranno molto rapidamente fino a $ 5”.

Il segretario di Stato americano Anthony Blinken ha affermato che gli Stati Uniti ei loro alleati stanno valutando la possibilità di vietare le importazioni russe di petrolio e gas naturale. Lo ha detto in un’intervista a State of the Union della CNN Di domenica.

“Stiamo ora esaminando la possibilità di bloccare le importazioni di petrolio russo con i nostri partner e alleati europei, assicurando al contempo che ci sia una fornitura di petrolio più appropriata sui mercati mondiali”, ha affermato. “Questa è una discussione molto vivace mentre parliamo”.

READ  Boris Johnson dovrà affrontare un voto di sfiducia lunedì

Sebbene le sanzioni occidentali contro la Russia abbiano finora consentito al paese di continuare il suo commercio di energia, la maggior parte degli acquirenti sta evitando i prodotti russi. Secondo l’analisi di JPMorgan, la Russia sta lottando per trovare il 66% degli acquirenti di petrolio.

La media americana per un gallone di gas La domenica è salita a $ 4, Secondo l’AAA, in un’azione rapida a causa del conflitto. Il costo base del petrolio è più del 50% del prezzo del gas che i consumatori mettono nelle loro auto.

Segnalato da Pippa Stevens, Samantha Subin e Patti Dom.

We will be happy to hear your thoughts

Leave a reply