Il Giappone riapre le porte ai turisti stranieri dopo due anni di chiusura epidemica | Giappone

Il Giappone ha annunciato che il mese prossimo porrà fine a un blocco pandemico di due anni e riaprirà le sue porte ai turisti provenienti da 98 paesi e regioni, ma i viaggiatori saranno ammessi solo come parte di gruppi turistici.

La decisione arriva dopo che il governo ha detto la scorsa settimana che lo avrebbe fatto Il test consente tour di piccoli gruppi Con visitatori provenienti da Stati Uniti, Australia, Thailandia e Singapore questo mese.

Giovedì, il governo ha rivisto i controlli alle frontiere per riprendere ad accettare pacchetti di voli da 98 paesi e territori, tra cui Gran Bretagna, Stati Uniti, Francia, Spagna, Canada e Malesia, a partire dal 10 giugno.

Il Giappone aumenterà anche il numero di aeroporti che accettano voli internazionali a sette, aggiungendo l’aeroporto di Naha nella prefettura di Okinawa meridionale e l’aeroporto di New Chitose vicino a Sapporo, nell’Hokkaido settentrionale.

Per la maggior parte della pandemia, il Giappone ha vietato tutti i turisti e consentito solo a cittadini e residenti stranieri, sebbene questi turisti siano stati periodicamente banditi.

Tutti gli arrivi devono risultare negativi al test Covid prima di recarsi in Giappone e molti devono essere sottoposti di nuovo al test all’arrivo, sebbene le persone con triplo vaccino provenienti da determinati paesi possano saltare i test aggiuntivi e la quarantena di tre giorni richiesta per altri.

I gruppi turistici dovrebbero avere la responsabilità di garantire che i visitatori rispettino l’uso di maschere quasi universali e altre misure che hanno contribuito a mantenere il bilancio COVID relativamente basso.

Non è chiaro quante persone potranno trarre vantaggio dall’attenta riapertura poiché il Giappone prevede di raddoppiare il limite di ingresso giornaliero, ma solo a 20.000.

Il primo ministro Fumio Kishida ha affermato di voler allentare le misure di controllo alle frontiere, ma si prevede che le mosse procedano lentamente, con un forte sostegno pubblico per le attuali restrizioni.

Il Giappone ha accolto un record di 31,9 milioni di visitatori stranieri nel 2019 ed era sulla buona strada per raggiungere il suo obiettivo di 40 milioni nel 2020 prima della diffusione della pandemia.

READ  Le Nazioni Unite affermano di avere "informazioni crescenti" che confermano l'esistenza di fosse comuni a Mariupol

We will be happy to hear your thoughts

Leave a reply