Il gas potrebbe nascondersi in un campione lunare di 50 anni


(Reporter)
L’ultima volta che gli astronauti hanno messo piede sulla luna, nel 1972, hanno martellato due tubi da 1,5 x 14 pollici sulla superficie lunare, che sono stati poi recuperati con il terreno all’interno. Il campione 73002 è stato riportato sulla Terra in un contenitore non sigillato, aperto nel 2019. Ma il campione 73001 è stato sigillato sulla luna prima di tornare. Ora, 50 anni dopo essere stato raccolto dai depositi di frana vicino al cratere Lara, il campione è esposto, insieme ai gas lunari che si ritiene contenga, National Public Radio, Radio Pubblica. secondo Nasail campione 73001 – uno degli unici due tubi di comando che sono stati “sigillati sottovuoto sulla Luna in questo modo” e il primo che è stato “aperto” – potrebbe contenere sostanze volatili come acqua ghiacciata e anidride carbonica, che evaporano a temperature normali.

I gas potrebbero essere fuoriusciti da un guasto nel sito della missione Apollo 17, la NASA Dice. Dovremmo saperlo presto. Gli scienziati del Johnson Space Center di Houston hanno aperto un rivestimento protettivo sul tubo l’11 febbraio. Non c’era gas lunare, indicando che il tubo era rimasto chiuso per decenni. Ora stanno lavorando per penetrare nel campione e intrappolare tutti i gas che fuoriescono con uno strumento appositamente sviluppato noto come “apriscatole Apollo”, riferisce NPR. Il prossimo passo sarà utilizzare la moderna tecnologia della spettrometria di massa per identificare i gas presenti. “Ogni componente del gas analizzato può aiutare a raccontare una parte diversa della storia sull’origine e l’evoluzione dei volatili sulla Luna e all’interno del primo Sistema Solare”, afferma Francesca MacDonald, responsabile del progetto presso l’Agenzia spaziale europea.

READ  I muri invisibili nello spazio possono spiegare un problema che ha sconcertato gli scienziati

“Capire la storia geologica e l’evoluzione dei campioni lunari nei siti di atterraggio dell’Apollo ci aiuterà a prepararci per i tipi di campioni che possono essere incontrati” durante le imminenti missioni Artemis, che mirano a “restituire campioni freddi e sigillati vicino alla luna meridionale Paul”, aggiunge Thomas Zurbuchen, direttore associato della Mission Directorate Scientific affiliata della NASA, presso la NASA. Il campione 7302 ha già rivelato una “interessante collezione di grani e piccoli oggetti, noti come rocce”, secondo l’agenzia spaziale. Il campione 73001 potrebbe rivelare la causa di una frana sulla superficie lunare. Come membro del team di analisi del campione, Charles Shearer, ha dichiarato: Esplorare, è importante sapere se esiste “qualsiasi tipo di attività tettonica o terremoto che potrebbe minacciare le attività umane sulla Luna”. (Leggi altre storie della NASA.)

We will be happy to hear your thoughts

Leave a reply