Il debito nazionale degli Stati Uniti supera per la prima volta i 31 trilioni di dollari

WASHINGTON – Il debito nazionale totale dell’America ha superato per la prima volta i 31 trilioni di dollari martedì, un triste evento finanziario arrivato quando il quadro finanziario a lungo termine del paese è diventato cupo a causa dell’aumento dei tassi di interesse.

La violazione della soglia minima, rivelata in un rapporto del Tesoro, arriva in un momento inopportuno, poiché i tassi di interesse storicamente bassi vengono sostituiti da oneri finanziari più elevati mentre la Federal Reserve tenta di combattere la rapida inflazione. Mentre alcuni politici hanno considerato accessibili livelli record di indebitamento pubblico per combattere la pandemia e per finanziare i tagli alle tasse, questi tassi più elevati stanno rendendo il debito americano più costoso nel tempo.

Michael A. ha detto: Peterson, CEO della Peter G. Foundation, che promuove la riduzione del deficit. “Molte persone erano soddisfatte dell’andamento del nostro debito, in parte perché i tassi erano così bassi”.

I nuovi numeri arrivano in un momento economico volatile, poiché gli investitori oscillano tra i timori di una recessione globale e l’ottimismo sul fatto che nessuno può essere evitato. Martedì, i mercati sono aumentati di quasi il 3%, estendendo i guadagni di lunedì e impostando Wall Street su un percorso più positivo dopo un settembre violento. Il rally è venuto in parte da un rapporto del governo che Segnali di un certo rallentamento del mercato del lavoro. Gli investitori l’hanno interpretato come un segno che gli aumenti dei tassi di interesse della Fed, che hanno aumentato i costi di finanziamento delle società, potrebbero iniziare presto a rallentare.

Tassi più alti potrebbero aggiungere un ulteriore trilione di dollari a ciò che il governo federale spende per il pagamento degli interessi in questo decennio, secondo le stime della Peterson Foundation. Questo è in aggiunta al costo record del debito di $ 8,1 trilioni che il Congressional Budget Office ha previsto a maggio. La spesa per interessi potrebbe superare quella che gli Stati Uniti spendono per la difesa nazionale entro il 2029, se i tassi di interesse sul debito pubblico salissero di un solo punto percentuale in più rispetto a quanto stimato dal CBO nei prossimi anni.

La Federal Reserve, che ha ridotto i tassi quasi a zero durante la pandemia, Da allora ho iniziato ad allevarli Per cercare di domare l’inflazione più veloce degli ultimi 40 anni. I prezzi sono ora fissati in un intervallo compreso tra il 3 e il 3,25% e l’ultima previsione ha visto la banca centrale salire al 4,6% entro la fine del prossimo anno, rispetto al 3,8% di una previsione precedente.

Il debito federale non è la stessa cosa di un mutuo di 30 anni che viene estinto a un tasso di interesse fisso. Il governo emette costantemente nuovo debito, il che significa in effetti oneri finanziari sempre più bassi insieme ai tassi di interesse.

Il CBO messo in guardia In un rapporto pubblicato all’inizio di quest’anno sull’aumento dell’onere del debito americano, in cui si afferma che gli investitori potrebbero perdere la fiducia nella capacità del governo di ripagare i propri debiti. L’ufficio del bilancio ha affermato che queste preoccupazioni potrebbero causare “un improvviso aumento dei tassi di interesse e una spirale di inflazione”.

L’aumento dei tassi di interesse può interrompere un breve periodo di miglioramento del quadro finanziario del paese in relazione all’economia nel suo insieme. Sia la Banca centrale dell’Oman che la Casa Bianca hanno previsto che il debito nazionale, misurato come una quota della dimensione dell’economia, si sarebbe leggermente ridotto nel prossimo anno fiscale prima di crescere di nuovo nel 2024. Questo perché l’economia dovrebbe crescere più veloce del debito.

La soglia di 31 trilioni di dollari pone anche un problema politico per il presidente Biden, che ha promesso di porre gli Stati Uniti su un percorso fiscale più sostenibile e Ridurre il deficit di bilancio federale Di $ 1 trilione in un decennio. Un disavanzo si verifica quando il governo spende più denaro di quello che riceve in entrate fiscali.

READ  L'inflazione ha raggiunto l'8,6% a maggio: aggiornamenti CPI in tempo reale

La commissione per il bilancio federale responsabile apprezza che le politiche del signor Biden lo abbiano fatto Ha aggiunto quasi 5 trilioni di dollari all’invalidità da quando è entrato in carica. Tale previsione include il disegno di legge di stimolo economico di Biden da 1,9 trilioni di dollari, una serie di nuove iniziative di spesa approvate dal Congresso e un piano di cancellazione del debito dei prestiti studenteschi. Si prevede che costerà ai contribuenti quasi 400 miliardi di dollari in 30 anni.

Funzionari del bilancio della Casa Bianca stimato in agosto Il deficit sarà di poco superiore a $ 1 trilione per l’anno fiscale 2022, che è di circa $ 400 miliardi in meno rispetto a quanto inizialmente previsto. Biden afferma che questi numeri sono il prodotto delle sue politiche per alimentare la crescita economica, come il salvataggio degli Stati Uniti.

“Abbiamo tagliato il deficit di $ 350 miliardi nel primo anno e quasi $ 1,5 trilioni quest’anno”, ha detto Biden in una riunione del Comitato Nazionale Democratico a Washington il mese scorso.

Questi numeri mascherano gli effetti del salvataggio, finanziato interamente con denaro preso in prestito. Gran parte del taglio del disavanzo che Biden sta sostenendo riflette il fatto che lui e l’ex presidente Donald J. Trump hanno firmato progetti di legge che hanno preso in prestito pesantemente per mitigare i danni della recessione pandemica. Il deficit è diminuito in gran parte perché i responsabili politici non sono riusciti a superare un altro grande round di aiuti per combattere le epidemie quest’anno.

L’ufficio di bilancio di Biden ora prevede che il disavanzo aumenterà più di quanto previsto in precedenza nei prossimi tre anni, in gran parte a causa dell’aumento dei costi per interessi a causa dei tassi di interesse più elevati. Nelle ultime settimane, gli oneri finanziari sono aumentati più di quanto previsto dalla Casa Bianca, suggerendo che i funzionari dovranno rivedere nuovamente le loro previsioni sul deficit.

“Non so dove stiano andando i tassi di interesse, ma qualunque cosa tu abbia pensato un anno fa, devi assolutamente verificarlo”, ha affermato Jason Furman, economista dell’Università di Harvard ed ex assistente economico capo del presidente Barack Obama.

“La traiettoria del deficit è quasi certamente molto alta”, ha aggiunto Furman, dato l’aumento dei tassi di interesse nelle ultime settimane. “Eravamo un po’ sull’orlo del ‘okay’ prima, e ora abbiamo superato il ‘okay’.”

Nelle ultime settimane, i funzionari dell’amministrazione hanno camminato su una linea sottile riguardo al deficit. Hanno sostenuto misure di riduzione del disavanzo – come il Climate, Healthcare and Tax Act che Biden ha convertito in legge ad agosto – come complemento necessario agli sforzi della Fed per abbassare l’inflazione aumentando i tassi di interesse. Hanno detto che Biden sarebbe felice di firmare ulteriori tagli al disavanzo nella legge, sotto forma di aumenti delle tasse per gli alti redditi e le grandi società.

READ  Il proprietario di Uniqlo rimane in Russia mentre Levi, AMEX e altri tagliano i rapporti

Ma i funzionari affermano anche di essere a proprio agio con i livelli di debito e disavanzo dell’amministrazione e non vedono la nazione così vicina a una crisi finanziaria. Dicono che i costi degli interessi pubblici aggiustati per l’inflazione – la loro misura preferita dell’onere del debito – rimangono storicamente bassi come quota dell’economia. Dicono che sarebbe sbagliato per Biden spostare le priorità fiscali in risposta a tassi di interesse più elevati.

“I nostri budget sono stati molto responsabili dal punto di vista fiscale e costruiscono una struttura molto convincente verso investimenti significativi e responsabilità fiscale”, ha affermato in un’intervista Jared Bernstein, membro del Consiglio dei consulenti economici della Casa Bianca. “Quindi sarebbe un errore darsi troppo da fare in reazione agli eventi attuali”.

Da quando Biden è entrato in carica, alti funzionari dell’amministrazione hanno affermato che i piani di investimento stravaganti erano fiscalmente responsabili perché i tassi di interesse erano troppo bassi. Alla sua udienza di conferma lo scorso anno, il segretario al Tesoro Janet L. Yellen ha citato i bassi costi di finanziamento come giustificazione per proposte di spesa ambiziose e misure di stimolo.

“Né il presidente eletto, né io, stiamo proponendo questo pacchetto di aiuti senza apprezzare l’onere del debito del Paese”, ha affermato la Yellen. “Ma in questo momento, con tassi di interesse a livelli storicamente bassi, la cosa più intelligente che possiamo fare è agire in grande”.

I critici delle iniziative di spesa dell’amministrazione Biden hanno avvertito che fare affidamento su bassi tassi di interesse per giustificare politiche espansive potrebbe colpire l’economia statunitense, poiché l’onere del debito cresce.

Brian Riddell, ricercatore presso il Manhattan Institute, ha affermato che gli Stati Uniti non erano saggi nell’offrire obbligazioni di debito a lungo termine basate su tassi di interesse regolabili a breve termine. Ha detto che l’aggiunta di nuovo debito con tassi di interesse più elevati alimenterebbe il fuoco finanziario.

“Essenzialmente, Washington è stata coinvolta in una follia del debito a lungo termine ed è stata fortunata ad essere stata salvata da bassi tassi di interesse fino a questo punto”, ha detto Riddell. “Ma il Tesoro non ha mai bloccato quei tassi bassi nel lungo periodo, e ora i tassi alti potrebbero entrare in collisione con quel debito in aumento con conseguenze costose”.

We will be happy to hear your thoughts

Leave a reply