Il co-fondatore di Dogecoin Jackson Palmer afferma che Elon Musk è più elegante

Il coautore australiano di Dogecoin Elon Musk è stato descritto come “più elegante” che vende una visione che finge di capirla senza nemmeno sapere come eseguire il codice sottostante.

Jackson Palmer è uno sviluppatore di software di origine australiana che ha creato Dogecoin, una criptovaluta basata sui meme che è diventata rapidamente una delle valute digitali più preziose al mondo. Ha smesso di lavorare sulla criptovaluta nel 2015 e da allora ha denunciato la tecnologia.

In una rara ed estesa intervista a cricket Contemporaneamente all’uscita del suo nuovo podcast sui truffe, parla di Elon Musk, la criptovaluta “invernale” e della divulgazione del capitalismo rentier.

Palmer afferma di aver parlato con Musk tramite messaggi diretti su Twitter dopo aver sviluppato uno script per segnalare automaticamente le truffe relative alle criptovalute nelle risposte degli utenti: “Elon mi ha contattato per ottenere questo script ed è diventato chiaro molto rapidamente che non capiva la codifica come oltre a farcela, chiese: “Come faccio a eseguire questo script Python?”

Iscriversi per Prova gratuita per 21 giorni e prendi cricket Direttamente nella tua casella di posta

Elon Musk ha ripetutamente promosso Dogecoin come parte di uno shtick liberatorio, sporcizia e recente riferimento a memecoin Poiché questa settimana ha fatto aumentare il suo valore. Ma Palmer non è un fan di Musk o di altri miliardari.

“Circa un anno fa, quando Musk stava dicendo qualcosa sulla criptovaluta, ho detto che Elon Musk era e sarà sempre più elegante, ma il mondo ama gli stronzi”, dice Palmer. “Amano l’idea che un giorno potrebbero diventare miliardari, e questo è il sogno che vende”.

Palmer ritiene che il tentativo di Musk su Twitter sia uno stratagemma per distruggere la piattaforma o almeno svalutarla ulteriormente. Indica le frequenti critiche del miliardario – inclusa l’amplificazione di alcuni dei critici più pessimisti della piattaforma – da quando è stata annunciata l’offerta pubblica di acquisto, come prova.

“Il suo gioco è quello di smantellare ogni fiducia, o forse è abbastanza deluso da pensare di poter costruire un’alternativa. L’altra alternativa è che vuole spingerla a terra a un prezzo molto più basso, e penso che sia quello che sta facendo ,” lui dice.

Palmer ritiene inoltre che l’attuale calo dei prezzi delle criptovalute – il cosiddetto “crypto winter” – non abbia fermato il flusso di grandi investimenti. Prevede che in futuro scoppierà una bolla più grande e più lunga.

“Sarà molto più doloroso e, sfortunatamente, potrebbe colpire le minoranze e coloro che si trovano nella fascia più bassa dello spettro socioeconomico quando accadrà. Quindi, quando le persone che sono state assimilate, le persone che sono state vendute al [viral cryptocurrency-promoting] Pubblicità di Matt Damon e chi è cresciuto [retirement fund] 401k in, quelle sono sfortunatamente le persone che si faranno male”.

Uno dei vantaggi dell’attuale recessione, afferma Palmer, è che sempre più persone stanno notando i difetti della criptovaluta e della comunità che la circonda: “C’è stato un risveglio. Si rendono conto che ‘OK, in realtà è una stronzata’. Vedono crepe nella vernice”.

Vede anche più supporto per il suo scetticismo sulle criptovalute da parte di persone che sono ancora coinvolte nella comunità. Ma la loro ritrovata consapevolezza di sé non li porta necessariamente a lasciare la scena delle criptovalute.

“Quando dico che è uno schema Ponzi, la risposta è ‘E allora, lo schema piramidale del mondo'”, dice Palmer.

READ  La settimana dell'aumento dei prezzi ha le azioni sulla buona strada per il calo più grande dal 2020

We will be happy to hear your thoughts

Leave a reply