Il capo dell’energia saudita critica i paesi per aver utilizzato le riserve di petrolio in caso di emergenza

  • Il capo dell’energia in Arabia Saudita ha avvertito che i paesi non dovrebbero utilizzare le riserve petrolifere di emergenza per manipolare i prezzi.
  • “La perdita di scorte di emergenza potrebbe essere dolorosa nei prossimi mesi”, ha affermato il ministro dell’Energia saudita.
  • Queste dichiarazioni arrivano quando gli Stati Uniti hanno rilasciato milioni di barili di riserve strategiche nel 2022.

Il principe dell’energia saudita Abdulaziz bin Salman ha criticato l’uso da parte dei paesi delle riserve petrolifere di emergenza per manipolare i prezzi, avvertendo di maggiori sofferenze per i mercati energetici in caso di future carenze.

I commenti arrivano quando il presidente Biden ha approvato l’uso storico della riserva petrolifera strategica degli Stati Uniti quest’anno, rilasciando 180 milioni di barili di petrolio da aprile, con un’altra firma. Annunciando il rilascio di 14 milioni di barili questo mese. La scorsa settimana Amrita Sen di Energy Aspects ha affermato che, sebbene l’eccesso di offerta abbia contribuito a frenare l’inflazione energetica, sta mettendo sotto pressione i mercati petroliferi.Non quello che [the reserves are] Dovrebbe essere usato per. “

Le forniture di emergenza stanno ora diminuendo, con la Strategic Petroleum Reserve che vede i livelli di petrolio più bassi dal 1984, Forbes segnalato a settembre. Il capo dell’energia saudita ha avvertito che l’emissione potrebbe anche portare a future carenze di forniture.

“È mio profondo dovere chiarire al mondo che la perdita di scorte di emergenza potrebbe essere dolorosa nei prossimi mesi”, ha detto il principe in una conferenza martedì. Reuters.

READ  La suora francese vivente più antica del mondo ama il cioccolato e il vino

Questo avviene quando l’Arabia Saudita e altri paesi produttori di petrolio stanno pianificando di ridurre la produzione di petrolio. L’OPEC+ ha annunciato che ridurrà la produzione di petrolio di 2 milioni di barili al giorno a partire da novembre, nonostante la richiesta di Biden di aumentare la produzione per domare i prezzi dell’energia.

Ma queste riduzioni sono necessarie per il trattamento Distorsioni di prezzo nel mercato energeticoLo dicono i funzionari dell’OPEC+. Il principe ha aggiunto che, nonostante le accuse secondo cui l’Arabia Saudita avrebbe scelto di schierarsi con Putin nella guerra energetica mondiale, la nazione stava scegliendo di essere la parte “matura” nella sua disputa con gli Stati Uniti.

Altri paesi si sono mobilitati in difesa dell’Arabia Saudita. Il ministro degli Esteri turco ha chiesto ai leader statunitensi di fermarsi Il “bullismo” saudita per tagliare la produzioneIl ministro delle finanze indonesiano ha affermato che le sanzioni economiche occidentali contro la Russia, come il piano russo per il massimale del prezzo del petrolio, stanno creando incertezza per gli esportatori di materie prime, che Potrebbe aver influito sui tagli alla produzione innanzitutto.

We will be happy to hear your thoughts

Leave a reply