“Il berretto a sonagli”

Al Teatro degli Illuminati di Città di Castello venerdì 17 e al Teatro Comunale di Todi sabato 18 novembre

0
2704
Rosario Petix-Claudio Mazzenga-Sebastiano Lo Monaco-Il Berretto a Sonagli-foto di Filippo Venturi

Da non perdere i due appuntamenti in Umbria, al Teatro degli Illuminati di Città di Castello venerdì 17 novembre, alle 21 e al Teatro Comunale di Todi sabato 18 novembre, alle 21, con il capolavoro di Luigi Pirandello, Il berretto a sonagli, nell’allestimento firmato da Sebastiano Lo Monaco.

Protagonisti del bellissimo spettacolo, che sta ottenendo in tutti i maggiori teatri italiani consensi unanimi, Sebastiano Lo Monaco nel ruolo di Ciampa e un affiatato cast di attori formato da Maria Rosaria Carli, Claudio Mazzenga, Clelia Piscitello, Rosario Petix, Lina Bernardi, Maria Laura Caselli e la partecipazione di Gianna Giachetti.

Una commedia nata e non scritta, così Pirandello ha definito il suo “Berretto a Sonagli”. Su questo pensiero Lo Monaco ha costruito la regia: viva e non scritta. Tutti gli attori in questo spettacolo cercano di essere personaggi vivi e veri, alternando pianto e riso durante tutto lo svolgimento del dramma.

Rosaria Carli-Sebastiano Lo Monaco-Il Berretto a Sonagli-Foto di Tommaso Le Pera

Mi preme però dire la ragione per la quale mi sono appassionato a questo progetto – dice Lo Monaco – è il personaggio di Ciampa, apparentemente grottesco e in realtà straziante, ma soprattutto il più moderno degli eroi pirandelliani.
Il “Berretto” è la storia di un uomo giovane, poco più di quarant’anni, che tradito dalla moglie accetta la condanna e la pena di spartire l’amore della propria donna con un altro uomo, pur di non perderla.

Sebastiano Lo Monaco-Maria Rosaria Carli-Il Berretto a Sonagli-foto di Tommaso Le Pera

Un tema drammatico e attuale che si voglia o no!

Per tradizione questo personaggio è stato affrontato da attori alla fine della propria carriera, a ogni modo avanti con gli anni. Questo travisava la forza drammatica di Ciampa, così eroico e pieno di umanità, un’umanità silenziosa e astuta che gli dà la forza di difendere la sua infelicità coniugale, contro la società ridicola di quel tempo. Un personaggio insomma apparentemente piccolo ma infinitamente grande”.

***
Si può prenotare telefonicamente, al Botteghino Telefonico Regionale 075/57542222, tutti i giorni feriali, dalle 16 alle 20. I biglietti prenotati vanno ritirati mezz’ora prima dello spettacolo, altrimenti vengono rimessi in vendita.

E’ possibile acquistare i biglietti anche on-line sul sito del Teatro Stabile dell’Umbria www.teatrostabile.umbria.it.