I vincitori delle elezioni italiane puntano a un’era di stabilità politica

Registrati ora per ottenere l’accesso illimitato e gratuito a Reuters.com

  • Il blocco di destra avrà una netta maggioranza in entrambe le camere
  • Meloni sarà la prima donna premier del Paese
  • Il leader dell’associazione dice che il governo sarà stabile
  • Il governo non dovrebbe prestare giuramento per alcune settimane
  • La bassa affluenza alle urne mette in ombra il risultato

ROMA (Reuters) – La coalizione di destra che ha vinto le elezioni nazionali inaugurerà una rara era di stabilità politica per affrontare una serie di problemi che affliggono la terza economia dell’eurozona, una figura di spicco nella coalizione di destra che ha vinto Lo hanno annunciato lunedì le elezioni nazionali in Italia.

Georgia Meloni sembra destinata a diventare la prima donna premier italiana a guidare il governo di più destra dalla seconda guerra mondiale, dopo aver guidato una coalizione conservatrice alla vittoria nelle elezioni di domenica.

Matteo Salvini, leader del partito della Lega e uno dei principali alleati della Fratellanza d’Italia guidata da Meloni, ha ignorato il cattivo andamento del suo partito e ha predetto la fine dei governi della porta girevole dell’Italia.

Registrati ora per ottenere l’accesso illimitato e gratuito a Reuters.com

“Mi aspetto che per almeno cinque anni andremo avanti senza alcun cambiamento, senza alcuna fluttuazione, con la priorità data alle cose che dobbiamo fare”, ha detto Salvini in conferenza stampa.

I risultati quasi finali hanno mostrato che il blocco di destra, che comprende anche Forza Italia di Silvio Berlusconi, dovrebbe avere una solida maggioranza in entrambe le camere del parlamento, il che potrebbe porre fine ad anni di turbolenze e fragili alleanze.

READ  La Casa Bianca afferma che l'Iran ha inviato personale in Crimea per addestrare i russi all'uso dei droni
Risultati elezioni politiche italiane del 2022

Il risultato è l’ultimo successo della destra in Europa dopo la svolta dei Democratici svedesi anti-immigrazione alle elezioni di questo mese e i progressi compiuti dal Raduno nazionale francese di giugno.

“Gli italiani ci hanno dato una responsabilità importante”, ha detto lunedì Meloni in un post sui social media.

“Ora sarà nostro compito non deluderli e fare del nostro meglio per riportare la dignità e l’orgoglio della patria”, ha detto, insieme a una foto di lei con la bandiera del Paese.

Meloni, che si è espressa contro quella che chiama la “lobby LGBT” e l’immigrazione di massa, sta cercando di minimizzare le radici post-fasciste del suo partito e dipingerlo come un gruppo mainstream come il Partito conservatore britannico.

Si è impegnata a sostenere la politica occidentale sull’Ucraina ea non rischiare le fragili finanze dell’Italia.

eredità difficile

Meloni e i suoi alleati devono affrontare una serie scoraggiante di sfide, tra cui l’aumento dei prezzi dell’energia, la guerra in Ucraina e un rinnovato rallentamento economico.

È improbabile che il suo governo di coalizione, il 68° italiano dal 1946, venga insediato prima della fine di ottobre e il presidente del Consiglio Mario Draghi rimane per ora al timone dell’amministrazione provvisoria.

Nonostante si parli di stabilità, la coalizione di Meloni è divisa su alcune questioni molto delicate che potrebbero essere difficili da conciliare una volta che assumerà il governo.

Draghi, l’ex capo della Banca centrale europea, ha spinto Roma al centro del processo decisionale dell’UE durante i suoi 18 mesi di mandato, costruendo stretti legami con Parigi e Berlino.

READ  Guerra russo-ucraina: aggiornamenti in tempo reale e le ultime notizie

In Europa, i primi ad applaudire alla vittoria di Meloni sono stati i partiti di opposizione di estrema destra in Spagna e Francia, i governi nazionalisti conservatori della Polonia e dell’Ungheria le cui relazioni con Bruxelles si sono inasprite.

Salvini è scettico sulle sanzioni dell’Occidente contro la Russia, e lui e Berlusconi hanno spesso espresso ammirazione per il suo leader, Vladimir Putin.

Gli alleati hanno anche opinioni diverse su come gestire le bollette energetiche elevate e hanno fatto una serie di promesse, tra cui tagli alle tasse e riforma delle pensioni, che l’Italia farà fatica a permettersi.

Con quasi tutti i risultati contati, i Fratelli d’Italia erano in testa con circa il 26% dei voti, contro appena il 4% delle ultime elezioni nazionali del 2018, sostituendo la lega come forza trainante a destra.

La Lega ha ottenuto meno del 9%, in calo rispetto a oltre il 17% di quattro anni fa, ma nonostante il punteggio relativamente basso, Salvini ha detto che sarebbe rimasto come leader del partito. La squadra di Berlusconi in Forza Italia ha segnato circa l’8%.

I partiti di centrosinistra e centrosinistra hanno ottenuto più voti della destra, ma sono stati puniti da un sistema elettorale che premiava le larghe alleanze. Enrico Letta, capo del principale partito di opposizione, il Partito Democratico, ha annunciato che si dimetterà da leader.

Nonostante il suo chiaro risultato, il voto non è stato un forte avallo del blocco di destra. L’affluenza alle urne è stata solo del 64% contro il 73% di quattro anni fa, un minimo record in un paese che storicamente ha avuto una forte partecipazione elettorale.

READ  Il Pentagono afferma che la Russia sta accumulando personale e perdendo armi

Registrati ora per ottenere l’accesso illimitato e gratuito a Reuters.com

Elisa Anzulin ha riportato questa storia da Milano. Segnalazioni aggiuntive di Crispian Palmer, Angelo Amanti, Gavin Jones ed Elvis Armellini a Roma. Montaggio di Crispian Palmer, Nick McPhee e Alex Richardson

I nostri criteri: Principi di fiducia di Thomson Reuters.

We will be happy to hear your thoughts

Leave a reply