I Rolling Stones cancellano lo spettacolo di Amsterdam dopo che Mick Jagger risulta positivo al Covid | Mick Jagger

Sig Mick Jagger I test sono risultati positivi al coronavirus, spingendo i Rolling Stones a cancellare il loro spettacolo ad Amsterdam lunedì.

I sintomi hanno cominciato ad apparire sul cantante 78enne al suo arrivo alla Johan Cruyff Arena nella capitale olandese all’inizio di oggi.

La band, che comprende anche il chitarrista Keith Richards e Ronnie Wood, con Steve Jordan alla batteria, sono al loro sessantesimo tour, che consiste in 14 spettacoli in 10 paesi del mondo. Europa.

Si esibiranno a Berna, in Svizzera, questo venerdì e a Milano, in Italia, martedì 21 giugno, prima di esibirsi a Londra sabato 25 giugno.

Una dichiarazione a nome della band ha dichiarato: “I Rolling Stones sono stati costretti a cancellare il concerto di stasera ad Amsterdam alla Johan Cruyff Arena, dopo che Mick Jagger è risultato positivo dopo aver mostrato sintomi di Covid all’arrivo allo stadio.

“I Rolling Stones si rammaricano profondamente per il ritardo di stasera, ma la sicurezza del pubblico, dei colleghi musicisti e della troupe del tour deve avere la priorità.

Lo spettacolo sarà riprogrammato in un secondo momento. I biglietti per lo spettacolo di stasera saranno onorati nei tempi previsti. Preparati per i dettagli. “

Jagger si è scusato con i fan della band olandese su Twitter.

Ha scritto: “Sono molto dispiaciuto di aver dovuto posticipare lo spettacolo di Amsterdam con breve preavviso stasera.

“Purtroppo sei appena risultato positivo al Covid. Miriamo a riprogrammare la data il più rapidamente possibile e tornare il prima possibile. Grazie per la pazienza e la comprensione. Mick”.

Jordan è in tour con la band dopo la morte del batterista di lunga data Charlie Watts, morto il 24 agosto 2021 All’età di 80 anni.

La band è tornata sul palco del Regno Unito all’Anfield Football Stadium lo scorso giovedì e si esibirà anche al BST Hyde Park di Londra questa estate.

READ  Membri delle produzioni di Broadway di Scott Rudin pubblicate da Non-Disclosure Union - The Hollywood Reporter

We will be happy to hear your thoughts

Leave a reply