I media cinesi minimizzano la gravità del COVID mentre l’Organizzazione mondiale della sanità cerca dettagli sulle varianti

  • I media statali affermano che le malattie gravi del coronavirus sono rare
  • Gli scienziati cinesi si aspettavano il briefing dell’OMS
  • L’attività della fabbrica cinese si è contratta a dicembre

PECHINO/HONG KONG/GINEVRA, 3 gennaio (Reuters) – I media statali cinesi hanno minimizzato la gravità dell’aumento dei casi di COVID-19 in vista di un briefing che i suoi scienziati dovrebbero tenere martedì all’Organizzazione mondiale della sanità, che spera di avere una “discussione approfondita” sulla questione dell’evoluzione del virus.

Il brusco cambiamento della Cina nei controlli COVID il 7 dicembre, così come l’accuratezza dei suoi dati sui casi e sui decessi, sono stati oggetto di un crescente controllo in patria e all’estero.

Il ministero degli Esteri cinese ha definito le restrizioni ai viaggi imposte da alcuni paesi “semplicemente irragionevoli”, affermando che “mancano di basi scientifiche”.

“Siamo disposti a migliorare la comunicazione con il mondo”, ha detto ai giornalisti a Pechino la portavoce del ministero degli Esteri Mao Ning.

“Ma… ci opponiamo fermamente ai tentativi di manipolare le misure di prevenzione e controllo dell’epidemia per scopi politici, e prenderemo le misure appropriate in varie situazioni secondo il principio di reciprocità”, ha aggiunto.

L’allontanamento della Cina dalla politica “zero COVID” sostenuta dal presidente Xi Jinping sulla scia delle proteste ha rappresentato la più forte dimostrazione di sfida pubblica durante il suo decennio al potere e ha coinciso con la crescita più lenta dell’economia in quasi mezzo secolo.

Con la diffusione incontrollata del virus, le pompe funebri hanno segnalato un aumento della domanda per i loro servizi e gli esperti sanitari internazionali prevedono almeno 1 milione di morti in Cina quest’anno.

La Cina ha riportato lunedì tre nuovi decessi per coronavirus, portando il bilancio ufficiale delle vittime dall’inizio della pandemia a 5.253.

READ  Il personale del consolato cinese a Manchester attacca un manifestante filo-Hong Kong

Martedì, il People’s Daily, il giornale ufficiale del Partito Comunista, ha citato esperti cinesi che hanno affermato che la malattia causata dal virus è stata relativamente lieve per la maggior parte delle persone.

“Le malattie gravi e critiche rappresentano dal 3% al 4% dei pazienti infetti attualmente ricoverati in alcuni ospedali di Pechino”, ha detto al giornale Tong Zhaohui, vice capo dell’ospedale Chaoyang di Pechino.

Nelle ultime tre settimane, un totale di 46 pazienti sono stati ricoverati in unità di terapia intensiva, ovvero circa l’1% delle infezioni sintomatiche, ha affermato Kang Yan, capo dell’ospedale Tianfu della Cina occidentale dell’Università di Sichuan.

Un testimone di Reuters ha detto che martedì l’area di emergenza dell’ospedale Zhongshan di Shanghai era gremita di pazienti.

Alcuni erano nei letti nel corridoio a ricevere farmaci per via endovenosa mentre dozzine erano in fila intorno a loro, in attesa di vedere un medico. Non è chiaro quante persone siano state infettate dal virus Corona.

Riunione dell’OMS

L’Organizzazione mondiale della sanità ha esortato i funzionari sanitari cinesi a condividere regolarmente informazioni specifiche e in tempo reale sull’epidemia.

L’Organizzazione mondiale della sanità ha invitato gli scienziati cinesi a fornire dati dettagliati sulla sequenza virale durante la riunione del gruppo consultivo tecnico di martedì. Ha inoltre chiesto alla Cina di condividere i dati su ricoveri ospedalieri, decessi e vaccinazioni.

In vista della riunione prevista per martedì pomeriggio, ora di Ginevra, un portavoce dell’OMS ha affermato che è prevista una “discussione dettagliata” sulla generalizzazione delle varianti in Cina ea livello globale, dove gli scienziati cinesi prevedono di fare una presentazione.

READ  I picchi di COVID in Cina durano 2-3 mesi, poi colpiscono le aree rurali - esperto

Ma alcuni esperti erano scettici sul fatto che la Cina sarebbe stata così schietta.

“Non credo che la Cina sarà molto onesta nel rivelare informazioni”, ha affermato Alfred Wu, assistente professore presso la Lee Kuan Yew School of Public Policy presso la National University di Singapore.

“Preferiscono tenerlo per sé o dire che non è successo niente, niente di nuovo. La mia sensazione è che possiamo presumere che non ci sia niente di nuovo… Ma il problema è che la questione della trasparenza in Cina è sempre lì”.

Stati Uniti, Francia e altri paesi richiederanno test COVID sui viaggiatori provenienti dalla Cina, mentre il Belgio ha affermato che testerà le acque reflue degli aerei per nuovi ceppi.

I funzionari sanitari dell’Unione europea si incontreranno mercoledì per una risposta coordinata.

La Cina smetterà di richiedere ai viaggiatori in entrata di entrare in quarantena dall’8 gennaio, ma richiederà comunque un test prima della partenza.

Settimane serie

Mentre i lavoratori e gli acquirenti cinesi si ammalano, crescono le preoccupazioni per le prospettive di crescita a breve termine nella seconda economia più grande del mondo, provocando la volatilità dei mercati finanziari globali.

Un sondaggio pubblicato martedì ha mostrato che l’attività delle fabbriche cinesi si è contratta il mese scorso.

Spedizioni di dicembre da Foxconn (2317.TW) La fabbrica di iPhone di Zhengzhou, che è stata interrotta dalle partenze dei lavoratori e dai disordini durante l’epidemia di COVID, rappresentava il 90% dei piani iniziali dell’azienda.

Il capo del Fondo monetario internazionale, Kristalina Georgieva, ha affermato che un “incendio selvaggio” di vittime in Cina nei prossimi mesi potrebbe danneggiare la sua economia quest’anno e spingere verso il basso la crescita globale.

READ  La guerra russo-ucraina: 7 ministri degli Esteri europei incontrano Zelenskyj a Kiev

“La Cina sta entrando nelle settimane più pericolose dell’epidemia”, avvertono gli analisti di Capital Economics.

Hanno aggiunto che i dati sulla mobilità indicano che l’attività economica è rallentata a livello nazionale ed è probabile che rimanga tale fino a quando le infezioni non si placheranno.

Il Ministero della Cultura e del Turismo ha affermato che 52,71 milioni di viaggi domestici durante le vacanze di Capodanno hanno generato 26,52 miliardi di yuan (3,84 miliardi di dollari), in aumento del 4% su base annua, ma solo del 35% circa rispetto all’ultimo anno prima della pandemia nel 2019.

Le aspettative aumentano intorno alle vacanze del capodanno lunare, alla fine di questo mese, quando alcuni esperti prevedono che le infezioni raggiungeranno il picco in molti luoghi.

Segnalazione degli uffici di Pechino e Shanghai; Segnalazioni aggiuntive di Farah Master a Hong Kong ed Emma Farge a Ginevra; Scritto da Marius Zaharia e Sumit Chatterjee; Montaggio di Raju Gopalakrishnan, Robert Bircell, Simon Cameron-Moore

I nostri standard: Principi di fiducia di Thomson Reuters.

We will be happy to hear your thoughts

Leave a reply