I manifestanti nello stato COVID del Canada chiudono il confine degli Stati Uniti nella Columbia Britannica

Anche la polizia canadese ha continuato a epurare “Carovana della Libertà” Sabato i manifestanti di camionisti hanno lasciato la capitale a Ottawa e le proteste contro le restrizioni del coronavirus sono continuate nell’ovest del Paese per il quarto fine settimana consecutivo.

Convogli di veicoli che trasportavano manifestanti obbligati da un vaccino si sono diretti verso la Pacific Border Highway verso gli Stati Uniti nel Surrey, British Columbia, Secondo CBC. Le manifestazioni hanno costretto la Royal Canadian Mounted Police a chiudere il valico per la seconda settimana consecutiva.

Hanno partecipato più di dieci manifestanti Arrestato al confine La scorsa settimana dopo alcuni assedi hackerati.

Le proteste sono continuate a Ottawa e nella Columbia Britannica per i mandati COVID-19.
Justin Tang/The Canadian Press/The Associated Press
Un contro-manifestante passa davanti ai manifestanti nello stato di COVID-19 nella Columbia Britannica.
Un contro-manifestante passa davanti ai manifestanti nello stato di COVID-19 nella Columbia Britannica.
Ciad Hipolito / La stampa canadese / AP

“Per precauzione e per contribuire a garantire la sicurezza del pubblico e degli ufficiali, veicoli e pedoni non possono accedere al Pacific Border Express in questo momento”, ha affermato un portavoce dell’RCMP del Surrey in una nota.

“Si consiglia al pubblico di utilizzare valichi di frontiera alternativi mentre questo servizio è inattivo fino a nuovo avviso”.

READ  A tre mesi dall'inizio della guerra, la vita in Russia è cambiata profondamente

We will be happy to hear your thoughts

Leave a reply