I Limp Bizkit posticipano le restanti date del volo tra “notizie inaspettate” sulla salute di Fred Durst

Limp Bizkit al ballo di fine anno – New York, NY – Credito: Getty Images

Prossima tappa nel Regno Unito e in Europa zoppicareIl tour Still Sucks non andrà come previsto. Domenica, il gruppo ha annunciato la decisione di posticipare le date rimanenti dopo le preoccupazioni per un attaccante Fred DurstSalute.

“A causa di problemi di salute personale e sulla base del consiglio medico dato dal mio medico personale di prendersi una pausa immediata dai tour, i Limp Bizkit dovranno purtroppo posticipare il loro tour nel Regno Unito e in Europa per il 2022”, la band Libri sui social. I rappresentanti di Limp Bizkit non hanno risposto immediatamente roccia rotolanteRichiesta di commento.

Altri Rolling Stones

I Limp Bizkit hanno aggiunto nella sua dichiarazione: “Ci scusiamo davvero per gli eventuali disagi che ciò potrebbe causare ai nostri fedeli fan, promotori e personale di supporto. Attendi ulteriori notizie. Cordiali saluti, Fred e Limp Bizkit”.

Sebbene il gruppo non abbia rivelato i dettagli dei problemi di salute di Durst, il cantante ha condiviso un video personale sito web della banda, dove ha spiegato di aver visto un medico prima della tappa successiva del tour “per assicurarsi che fossi in buona forma fisica”. Ma dopo aver subito una serie di test, il medico di Durst si è preoccupato per la sua salute e gli ha consigliato di smettere di fare un tour in modo che potesse avere più test. “Questa è stata una notizia molto inaspettata e mi dispiace molto”.

Il tour è iniziato ad aprile all’inizio di quest’anno con una serie di date in Nord America a sostegno del sesto album in studio dei Limp Bizkit, fa ancora schifo. Il gruppo inizialmente aveva pianificato di stabilire il record della strada l’anno scorso, ma si è ritirato dal programma del tour pianificato a causa di Preoccupazioni per il Covid Dopo aver eseguito Lollapalooza.

READ  Corey Gamble diventa il testimone principale del processo Kardashian-Jenner

In breve, ha detto Durst, “il sistema è ancora profondamente imperfetto”. la pittura in tempo. “Anche se gli artisti, la troupe, lo staff e i promotori fanno del loro meglio per garantire la sicurezza sul palco e dietro al palco, ciò non garantisce la sicurezza del pubblico nel suo insieme. Siamo tutti coinvolti in questo insieme e tutti dobbiamo – individualmente e pienamente – facciamo del nostro meglio per essere il più responsabile e proattivo possibile per il futuro, combattendo e fermando la diffusione del COVID”.

Il meglio di Rolling Stone

Clicca qui per leggere l’articolo completo.

We will be happy to hear your thoughts

Leave a reply