I colloqui Ucraina-Russia a Istanbul hanno suscitato ottimismo

Dopo diverse ore di colloqui al palazzo decorato sullo Stretto del Fosforo, organizzati dal governo del presidente turco Recep Tayyip Erdogan, gli annunci di entrambe le parti hanno segnato un momento di rara speranza – anche se non di svolta – che ha interrotto i colloqui per diverse settimane. Rallentare il sanguinoso e crescente conflitto in Ucraina.

Al centro della proposta ucraina c’è il suo impegno a mantenere la neutralità militare richiesta da Mosca in cambio dell’accordo di sicurezza per l’Ucraina garantito da Stati Uniti, Turchia e altri partner internazionali. I negoziatori ucraini hanno paragonato questa opportunità all’articolo 5 della Carta della NATO, che garantisce la sicurezza collettiva dell’alleanza.

I paesi europei, tra cui Canada e Israele, hanno promesso di fornire assistenza militare e armi all’Ucraina in caso di attacco, hanno affermato i negoziatori. Sebbene l’Ucraina mantenga il diritto di aderire all’UE, garantirà che rimanga “non allineata e non nucleare”.

Nel 2014, una proposta ucraina per negoziare con la Russia sullo status della penisola ucraina Crimea, annessa da Mosca, ha fissato una scadenza di 15 anni.

Vladimir Medinsky, il principale portavoce della Russia, ha descritto i colloqui con i giornalisti come un “dialogo concettuale”. Il ministro degli Esteri turco Mevlut Cavusoglu ha affermato che “oggi sono stati compiuti progressi significativi dall’inizio dei colloqui”.

La reazione dell’America agli eventi della giornata è stata mista. Il ministro degli Esteri Anthony Blinken ha espresso scetticismo sui colloqui in Turchia, affermando che la continua offensiva militare di Mosca lascia poco spazio alla speranza. “Quello che dice la Russia e cosa fa la Russia: ci concentriamo su quest’ultimo, e quello che la Russia sta facendo è trattare brutalmente l’Ucraina e il suo popolo”, ha detto Blingen in una conferenza stampa congiunta con il suo alleato marocchino a Rabat. La capitale del Marocco.

READ  Rafael Fisiev fa il debutto leggero con TKO al 5 ° round dell'ex campione Rafael dos Anjos

Ma l’alto generale del Pentagono, che sovrintende alle truppe statunitensi in Europa, ha dichiarato martedì in un’inchiesta della commissione per i servizi armati del Senato che c’erano prove di “movimento di spostamento” sul terreno vicino alla capitale ucraina, Kiev, il che conferma il ritiro di alcune truppe russe dalla regione.

La posizione della Russia è cambiata in seguito agli attacchi delle forze ucraine in molte parti del paese. Funzionari ucraini hanno detto lunedì di aver riconquistato Irfin, un sobborgo di Kiev.

A Istanbul, i rappresentanti di Ucraina e Russia sono arrivati ​​in convoglio al Palazzo Dolmabahce alle 9:00 ora locale. Rivolgendosi ai delegati, Erdogan ha espresso fiducia che i colloqui porteranno a un cessate il fuoco e che “il mondo intero sta aspettando buone e buone notizie da voi”. La Turchia, che fa affidamento su stretti legami sia con Mosca che con Kiev per una serie di motivi, inclusa l’economia, si è spinta nel mezzo dei negoziati per porre fine alla guerra.

In vista dei colloqui di martedì, Russia e Ucraina hanno cercato di smorzare le speranze di una svolta. Trattative di alto livello Questo mese nel sud-ovest della Turchia e Settimane Di Parla tramite collegamento video Impossibile concludere un accordo. Lunedì il ministro degli Esteri ucraino Dmitry Kuleba ha detto ai media locali che l’obiettivo di Kiev era un cessate il fuoco “permanente”. Nel frattempo, il suo omologo russo, Sergei Lavrov, ha detto a Mosca Kiev di “smetterla di essere”.

Fuori dal palazzo, una squadra di stampa internazionale è stata sbarrata dalla sala riunioni, stipata in uno stretto corridoio, con i computer portatili seduti sui cespugli che guardavano il convoglio di delegazioni che arrivava mentre aspettavano le notizie. All’interno della sala, Roman Abramovich ha visto un’oligarchia russa affrontare sanzioni in Europa, aggiungendosi all’intrigo che circonda l’operazione: il giorno prima, uno degli alleati di Abramovich ha affermato di sospettare di essere stato avvelenato in precedenti colloqui sull’oligarchia. Con i membri della delegazione ucraina.

READ  Dana White: Charles Oliveira nomina il guardiano per le bilance UFC dopo il peso "Dream".

Il Cremlino non ha nulla a che fare con il presunto incidente. Martedì il portavoce presidenziale russo Dmitry Peskov ha denunciato l’Occidente come “parte di un sabotaggio informativo” in una teleconferenza con i giornalisti. Ma in un commento al canale di notizie ucraino, Kuleba ha consigliato a chiunque fosse coinvolto nei colloqui di non “mangiare o bere nulla e di non toccare alcuna superficie”.

Parlando ai giornalisti martedì pomeriggio, la delegazione ucraina ha affermato che qualsiasi accordo con Mosca sarebbe soggetto a referendum. Hanno affermato che alcune questioni difficili, tra cui lo status dei territori ucraini occupati dalla Russia, dovrebbero essere risolte dai presidenti di Russia e Ucraina.

Ma martedì i negoziatori ucraini hanno suggerito che gli eventi della giornata hanno fornito una via percorribile in avanti. Il membro della delegazione ucraina Oleksandr Sally ha affermato che i colloqui con la Russia continueranno nelle prossime due settimane. Le consultazioni sono già state avviate con i paesi garanti e i rappresentanti potrebbero essere invitati a partecipare ai prossimi colloqui, ha affermato.

Sally ha affermato che dopo che i leader ucraino e russo avranno raggiunto un “accordo finale”, terranno una conferenza multilaterale in cui verrà firmato un accordo. Ha detto che alla conferenza parteciperanno “alti funzionari dei paesi garantiti”.

Stern ha riferito da Mukashchev dell’Ucraina e Lamotte di Washington. John Hudson a Rabat, in Marocco, e Annabel Timcid e Janeb Kardas a Istanbul hanno contribuito al rapporto.

We will be happy to hear your thoughts

Leave a reply