I banchieri affermano che i Phoenix Suns probabilmente raggiungeranno un prezzo di vendita record per una squadra NBA

Mentre Robert Sarver si prepara a vendere i Phoenix Suns dalla NBA e dalla NBA Mercurio fenicei banchieri d’investimento che hanno gestito le vendite di franchising sportivi professionistici per ESPN hanno affermato di aspettarsi che il prezzo finale dell’accordo sia un record.

“Questo sarà il prezzo più alto mai pagato per una squadra NBA”, ha detto un funzionario di una banca d’investimento.

Joe Tsai ha acquistato i Brooklyn Nets per $ 2,35 miliardi nel 2019. Prima di questa vendita, Tilman ha acquistato Fertita gli Houston Rockets per $ 2,2 miliardi nel 2017, con Steve Ballmer che ha acquistato i Los Angeles Clippers per $ 2 miliardi nel 2014.

I fattori che giocano un ruolo in una potenziale offerta record potrebbero essere il clima caldo di Suns e la vicinanza a Los Angeles, Las Vegas e la Bay Area, nonché la nuova struttura di allenamento della squadra e l’arena rinnovata. Ulteriori fattori includono un nuovo accordo sui diritti TV e CBA all’orizzonte, così come un pubblico NBA globale giovane e in crescita e la possibilità di nuove squadre di espansione a Seattle e Las Vegas.

“Ci sarà un’enorme quantità di interessi”, ha detto un funzionario di una banca d’investimento.

Sarver ha scelto la banca d’investimento Moelis & Company per supervisionare la vendita, che una fonte vicina alla situazione ha confermato a ESPN. Sportco ha riferito lunedì che Sarver ha scelto la banca. Un portavoce di Moelis & Co ha rifiutato di commentare.

Moelis ha lavorato come consulente finanziario nel maggio 2022 per vendere il Chelsea Football Club a un consorzio guidato da Todd Boehle e Clearlake Capital, che ha acquistato la squadra per 5,3 miliardi di dollari. Moelis è stato anche consulente finanziario nella vendita del 2015 degli Atlanta Hawks a un gruppo guidato da Tony Ressler per $ 850 milioni.

READ  La velocità di Zach Wheeler diminuisce, Phyllis perde la catena a favore di Marlins

Negli ultimi giorni, Jim Pittman, vicepresidente esecutivo e direttore finanziario di Suns, ha detto ai dipendenti del team che il processo di vendita completamente eseguito del team potrebbe richiedere dai sei ai nove mesi, hanno affermato fonti del team. Questo programma si estenderà per tutta la stagione 2022-23.

I Suns non hanno risposto a una richiesta di commento. L’NBA ha rifiutato di commentare.

Fonti del team hanno affermato che i funzionari della banca d’investimento erano stati in contatto con Sarver per conto di potenziali offerenti, anche il giorno in cui Sarver ha annunciato la sua intenzione di vendere.

Una volta selezionato l’offerente finale, quella persona – o gruppo – deve essere approvato dalla National Basketball Association, che condurrà controlli finanziari, personali e penali. Affinché qualsiasi trasferimento di proprietà sia completo, il Board of Governors dell’NBA voterà, con l’approvazione che richiede la maggioranza dei tre quarti.

Sarver, il proprietario di maggioranza di Suns e Mercury, ha annunciato il 21 settembre che stava cercando acquirenti per entrambi i franchise. È arrivato sulla scia dell’indagine della NBA sulle accuse di cattiva condotta di Sarver, che è stato sospeso per un anno e multato di $ 10 milioni.

La National Basketball Association ha commissionato questa indagine a seguito di una storia di ESPN nel novembre 2021 che descriveva in dettaglio le accuse di razzismo e misoginia durante i 17 anni di Sarver come proprietario.

Sam Garvin, vicepresidente e proprietario di minoranza, è il governatore ad interim del team. Sarver possiede circa un terzo della franchigia, ma ha l’autorità come socio dirigente della squadra per vendere l’intera squadra.

Jerry Colangelo, che ha venduto la squadra a un gruppo guidato da Sarver nel 2004 per $ 401 milioni, si è detto ottimista sul percorso futuro del franchise.

READ  Frost discute un possibile formato del gioco primaverile e Trey Palmer spara il suo tiro, compito di DB di sceglierne due

“Penso che questo sia – è uno dei grandi mercati del paese in termini di relazione con il futuro”, ha detto Colangelo. “A un certo punto è stata un’ottima destinazione free agent. Non c’è motivo per cui non dovrebbe andare avanti.”

We will be happy to hear your thoughts

Leave a reply