Guerra russo-ucraina: ultime notizie e aggiornamenti

I funzionari dell’amministrazione Biden in privato hanno ripetutamente detto ai massimi democratici negli ultimi giorni che hanno intenzione di andare avanti. Divieto di importazione di petrolio russo. Quando non hanno consegnato, la presidente della Camera Nancy Pelosi (D., California) ha deciso di procedere da sola, secondo persone che hanno familiarità con la questione.

La signora Pelosi ha afferrato la questione durante un incontro di martedì mattina con i Democratici alla Camera, ha detto People. La portavoce ha detto che intende ancora votare su un disegno di legge che ha avuto un ruolo chiave nel bloccare le importazioni di petrolio russe, anche dopo che il presidente Biden ha deciso di andare avanti bloccando l’uso del suo potere esecutivo.

In una lettera alla Camera dei Democratici che annunciava la mossa, ha affermato che la legislazione rivedrà anche l’accesso della Russia all’Organizzazione mondiale del commercio e rinnoverà il Magnitsky Global Human Rights Accountability Act in modo che gli Stati Uniti possano imporre più sanzioni alla Russia.

I leader democratici inizialmente avevano pianificato di introdurre la legislazione martedì sera come parte di una misura accelerata, ma poi hanno deciso di posticipare il voto a mercoledì perché non era chiaro quanto sostegno repubblicano avrebbe attirato la misura.

Non è chiaro se il disegno di legge della Camera andrà avanti al Senato. I senatori democratici hanno indicato il divieto annunciato dalla Casa Bianca martedì o hanno affermato che ne discuteranno nelle riunioni politiche di mercoledì.

Ha affermato il leader della maggioranza Chuck Schumer (DE, New York).

Il voto in sospeso alla Camera dei rappresentanti arriva dopo alcuni giorni insoliti durante i quali alti funzionari dell’amministrazione Biden hanno cercato di persuadere i Democratici alla Camera ad abbandonare o ridimensionare i loro piani per portare avanti il ​​disegno di legge. Una persona ha affermato che alcuni membri dell’amministrazione erano preoccupati che la legislazione scritta indebolisse l’autorità del presidente di revocare le sanzioni alla Russia, se necessario, richiedendo un voto al Congresso per farlo. Punchbowl News in precedenza aveva segnalato questa preoccupazione.

READ  Biden annuncia 1 miliardo di dollari in nuovi aiuti militari all'Ucraina

Altri nell’amministrazione hanno sollevato preoccupazioni per i legislatori e il personale in merito alle disposizioni relative al commercio nella versione originale della legislazione, hanno affermato le persone, preoccupate per il fatto che le misure non fossero in linea con ciò che stavano seguendo i funzionari europei. L’amministrazione Biden ha cercato il coordinamento con l’Europa mentre impone sanzioni economiche alla Russia.

In risposta a una richiesta di commento, un funzionario della Casa Bianca ha dichiarato: “Sosteniamo l’uso da parte del Congresso dei suoi poteri per ritenere la Russia responsabile e collaboriamo con il Congresso su tutti questi sforzi”. Il funzionario ha rifiutato di commentare le conversazioni private tra l’amministrazione e il Congresso. Il funzionario ha aggiunto che l’amministrazione tiene informato il Congresso delle sue discussioni con gli alleati su una serie di questioni.

Gli alti funzionari dell’amministrazione Biden erano inizialmente riluttanti a emettere un divieto alle importazioni di petrolio russo, cosa che gli Stati Uniti stavano discutendo da mesi. Ma lo slancio partigiano al Congresso, combinato con gli appelli dei funzionari ucraini mentre la Russia continuava ad avanzare, persuase la Casa Bianca ad agire.

La gente ha detto che le preoccupazioni per i prezzi già elevati della benzina sono state in prima linea nelle deliberazioni interne dell’amministrazione negli ultimi giorni. Il signor Biden ei suoi massimi consiglieri prestano da mesi molta attenzione all’impatto dell’aumento dei prezzi sulla posizione politica del presidente alle elezioni di medio termine. I repubblicani hanno cercato di incolpare Biden per l’inflazione record.

We will be happy to hear your thoughts

Leave a reply