Greta Thunberg è stata arrestata in un attacco minerario tedesco, dice la polizia

LUETZERATH, Germania, 17 gennaio (Reuters) – L’attivista per il clima Greta Thunberg è stata arrestata insieme ad altri attivisti martedì durante una protesta contro la demolizione del villaggio carbonifero di Luetzerath, ma l’intero gruppo sarà rilasciato nel corso della giornata, ha detto la polizia.

“Non c’è motivo di trattenerli per giorni. Possono volerci ore o se ne andranno immediatamente”, ha detto un portavoce della polizia regionale di Aquisgrana, riferendosi all’intero gruppo di manifestanti.

Thunberg è stato trattenuto mentre protestava nella miniera di carbone a cielo aperto di Garzweiler 2, a 9 km (5,6 miglia) da Luetzerath.

La demolizione del villaggio nello stato occidentale del Nord Reno-Westfalia è stata concordata in un accordo tra RWE e il governo, che ha consentito alla compagnia energetica Luetzerath di demolirlo in cambio di una rapida uscita dal carbone e salvando cinque villaggi originariamente destinati alla distruzione.

Gli attivisti hanno affermato che la Germania non dovrebbe più estrarre lignite e concentrarsi invece sull’espansione delle energie rinnovabili.

Sostenuti dai bulldozer, lo scorso fine settimana gli attivisti sono stati sgombrati dagli edifici del villaggio insieme ad alcuni alberi e un tunnel sotterraneo, ma martedì i manifestanti, tra cui Thunberg, hanno organizzato un sit-in.

Un testimone di Reuters ha detto che Thunberg è stato visto seduto da solo in un grande autobus della polizia dopo essere stato preso in custodia.

READ  Le famiglie delle vittime della sparatoria di Parkland fanno causa alla magistratura

“Useremo la forza per portarti a un controllo di identità, quindi per favore collabora”, ha detto un poliziotto al gruppo, secondo il filmato di Reuters.

“Greta Thunberg faceva parte di un gruppo di attivisti accorsi sul cornicione. Tuttavia, è stata immediatamente fermata con il gruppo dalla zona di pericolo e portata via da noi per stabilire la loro identità”, ha detto a Reuters un portavoce della polizia di Aquisgrana. Un attivista è saltato nella miniera.

La Thunberg è stata portata da tre poliziotti e tenuta per un braccio in un punto non lontano dal bordo del tunnel, dove si era seduta in precedenza con il gruppo.

È stata poi ricondotta ai furgoni della polizia.

L’attivista svedese per il clima si è rivolto sabato a circa 6.000 manifestanti che hanno marciato verso Luetzerath, definendo l’espansione della miniera “un tradimento delle generazioni presenti e future”.

“La Germania è uno dei maggiori inquinatori al mondo e deve essere ritenuta responsabile”, ha affermato.

(Questa storia è stata corretta per chiarire che Thunberg è stata arrestata nel titolo, ma non arrestata, e per correggere l’ortografia della città)

Segnalazione di Wolfgang Rutte e Riham Algousa, scrittura di Victoria Waltersee; Montaggio: Maria Sheehan, William McLean

I nostri standard: Principi di fiducia di Thomson Reuters.

We will be happy to hear your thoughts

Leave a reply