Gli orsi polari vivono in Groenlandia senza ghiaccio marino

Gli scienziati che hanno studiato e rintracciato gli orsi hanno deciso che sopravvivono nonostante l’accesso limitato al ghiaccio marino – fondamentale per gli orsi polari – e utilizzano invece il ghiaccio d’acqua dolce fornito dalla calotta glaciale della Groenlandia.

L’autrice principale dello studio Christine Ledri, una ricercatrice polare presso l’Università di Washington Applied Physics Laboratory, ha affermato in una dichiarazione.

“Sapevamo che c’erano alcuni orsi nella zona dai documenti storici e dalla conoscenza degli aborigeni. Non sapevamo quanto fossero speciali”.

gelida necessità

Viaggiando lontano, le 19 popolazioni conosciute di orsi polari fanno affidamento sul ghiaccio marino per cacciare le loro prede, come le foche dagli anelli, e si appollaiano vicino ai loro fori respiratori per catturare le loro prede. Le calorie fornite dalle foche possono aiutarli a immagazzinare energia per mesi quando il cibo e il ghiaccio marino sono più scarsi.

Il riscaldamento globale sta causando lo scioglimento e la rapida scomparsa del ghiaccio marino poiché l’Artico si riscalda a una velocità doppia rispetto al resto del pianeta. Quando il ghiaccio marino scompare, gli orsi polari devono spostarsi sulla terraferma, fornendo loro minori opportunità di cibo.

Nel frattempo, gli orsi polari antartici della Groenlandia orientale tendono a stare vicino a casa, quindi si sono adattati al loro ambiente in un modo unico. Sebbene isolati dalla calotta glaciale della Groenlandia, dalle montagne, dalle acque aperte e dalle correnti costiere veloci, gli orsi polari hanno accesso al ghiaccio d’acqua dolce e un accesso limitato al ghiaccio marino, che li aiuta a cacciare le foche.

Gli orsi possono usare il ghiaccio marino tra febbraio e fine maggio. Per il resto dell’anno cacciano le foche usando il ghiaccio d’acqua dolce mentre si separa dalla calotta glaciale.

“Gli orsi polari sono minacciati dalla perdita di ghiaccio marino a causa dei cambiamenti climatici”, ha affermato Leader, che è anche professore associato di biologia marina e pesca presso l’Università di Washington. “Questa nuova collezione ci dà un’idea di come questa specie persisterà nel futuro.”

READ  Un cacciatore di fossili britannico scopre il più grande dinosauro predatore d'Europa

“Ma dobbiamo fare attenzione nell’estrapolare i nostri risultati, perché il ghiaccio glaciale che consente la sopravvivenza degli orsi della Groenlandia sudorientale non è disponibile nella maggior parte dell’Artico”.

Una femmina adulta di orso polare (a sinistra) e due cuccioli di un anno camminano sul ghiaccio d'acqua dolce innevato nel marzo 2015.

L’ambiente della Groenlandia sudorientale è un paradiso microclimatico unico su piccola scala in cui gli orsi possono sopravvivere e habitat simili possono essere trovati lungo la costa della Groenlandia e l’isola norvegese delle Svalbard.

“Questi tipi di ghiacciai si trovano altrove nell’Artico, ma la combinazione delle forme dei fiordi, dell’elevata produzione di ghiaccio e della grande riserva di ghiaccio disponibile dalla calotta glaciale della Groenlandia è ciò che attualmente fornisce una fornitura costante di ghiaccio del ghiacciaio”, ha affermato il co- autore Nello studio Twyla Moon, vice scienziato principale presso il National Snow and Ice Data Center degli Stati Uniti a Boulder, in Colorado, ha affermato in una dichiarazione.

“In un certo senso, questi orsi forniscono uno sguardo su come potrebbero comportarsi gli orsi della Groenlandia in scenari climatici futuri”, ha affermato Ledri. “Le condizioni del ghiaccio marino nel sud-est della Groenlandia oggi sono simili a quelle che ci si aspettava nel nord-est della Groenlandia entro la fine di questo secolo”.

ricerca aerea

Il nuovo studio consiste in 30 anni di dati storici dalla costa orientale della Groenlandia e sette anni di nuovi dati dalla costa sud-orientale. Quest’ultima è una regione remota con montagne ripide, forti nevicate e condizioni meteorologiche imprevedibili, che rendono difficile lo studio.

Il team di ricerca ha trascorso due anni consultandosi con i cacciatori di sussistenza di orsi polari, che cercano la sopravvivenza, piuttosto che lo sport, nella Groenlandia orientale. I cacciatori hanno potuto condividere le loro esperienze e fornire campioni per l’analisi genetica.

READ  Mucca sacra. Le piante crescono effettivamente nelle cose lunari

I ricercatori, in collaborazione con il Greenland Institute of Natural Resources di Nuuk, in Groenlandia, sono stati in grado di studiare e rintracciare gli orsi usando elicotteri mentre i ricercatori volavano sul ghiaccio marino, stimando che c’erano alcune centinaia di orsi che vivevano nell’area remota. Questo è simile ad altri piccoli gruppi di orsi polari altrove.

Email dal limite: gli orsi polari delle Svalbard inviano messaggi agli scienziati

Le femmine di orsi polari nella Groenlandia sud-orientale sono molto più piccole delle femmine di orsi polari in altre regioni. Anche gli orsi più piccoli hanno meno cuccioli, il che può essere collegato al tentativo di trovare compagni mentre viaggiano nei fiordi e nelle montagne circostanti. Ma i ricercatori non lo sapranno con certezza a meno che non ottengano più dati dal monitoraggio a lungo termine degli orsi.

Gli orsi viaggiano sul ghiaccio all’interno dei fiordi o scalano le montagne per raggiungere i fiordi vicini. Dei 27 orsi monitorati durante lo studio, la metà ha vagato in media 120 miglia (190 chilometri) a sud, rimanendo bloccati su piccole zattere di ghiaccio catturate all’interno di una potente corrente costiera della Groenlandia orientale.

Uno stretto nel sud-est della Groenlandia sembra riempirsi di mare aperto nell'aprile 2016.

Non appena gli orsi hanno avuto la possibilità, sono saltati fuori dal ghiaccio e sono tornati nel fiordo che chiamano casa. Creati dai ghiacciai, i fiordi sono insenature marine lunghe, strette e profonde che si trovano tra alte scogliere.

Gli orsi polari stanno diventando più magri e hanno meno cuccioli.  Il motivo è lo scioglimento del ghiaccio marino

“Anche con i rapidi cambiamenti della calotta glaciale, quest’area della Groenlandia ha il potenziale per continuare a produrre ghiaccio glaciale, con una costa che potrebbe sembrare simile oggi, per molto tempo”, ha detto Moon.

Tuttavia, i ricercatori hanno avvertito che questo habitat potrebbe non essere sufficiente per altri orsi polari che soffrono a causa della crisi climatica.

“Se sei preoccupato per la conservazione delle specie, allora sì, i nostri risultati sono ottimisti: penso che ci mostrino come alcuni orsi polari potrebbero sopravvivere ai cambiamenti climatici”, ha detto Lieder.

READ  Gli astronomi hanno osservato che le particelle cosmiche accelerano come mai prima d'ora

“Ma non credo che l’habitat del ghiacciaio sosterrà un numero enorme di orsi polari. Non ce ne sono abbastanza. Ci aspettiamo ancora di vedere un calo significativo degli orsi polari in tutto l’Artico a causa del cambiamento climatico”.

futuro incerto

I ricercatori ritengono che gli orsi polari nella Groenlandia sudorientale si siano evoluti in isolamento per diverse centinaia di anni. Il più antico riferimento noto agli orsi in questo sito risale al 1300 e la prima documentazione scritta di animali tra i fiordi della regione risale al 1830, secondo gli autori dello studio.

Lo stato degli orsi polari è ancora sconosciuto. I ricercatori non sanno se la popolazione è stabile, in aumento o in calo, ma ulteriori osservazioni potrebbero rivelare cosa riserva il futuro per questo gruppo unico, ha detto Ledri.

Lo studio rileva che la maggior parte degli orsi polari potrebbe lottare per sopravvivere nell'Artico entro il 2100

A causa del loro isolamento, gli orsi polari sono così geneticamente distinti che i ricercatori suggeriscono che gli orsi della Groenlandia dell’Antartide orientale dovrebbero essere considerati la 20a sottopopolazione di questa specie.

In definitiva, tale decisione spetta all’Unione internazionale per la conservazione della natura, che contribuisce alla gestione delle specie protette. Il governo della Groenlandia prenderà qualsiasi decisione in merito alla protezione degli orsi.

Tre orsi polari adulti possono essere visti usare il ghiaccio marino per un periodo limitato quando sarà disponibile nell'aprile 2015.

“Conservare la diversità genetica degli orsi polari è fondamentale per andare avanti sotto il cambiamento climatico”, ha affermato Lieder. “Il riconoscimento formale di questi orsi come gruppo separato sarà importante per la conservazione e la gestione”.

Nel frattempo, il ghiaccio marino continua a diminuire nell’Artico, riducendo drasticamente i tassi di sopravvivenza futuri per la maggior parte delle popolazioni di orsi polari.

“L’azione per il clima è assolutamente la cosa più importante per il futuro degli orsi polari”, ha detto Lieder.

We will be happy to hear your thoughts

Leave a reply